Un bug di Uber causa il divorzio dalla moglie: adesso lui chiede un risarcimento

A causa di un bug dell'applicazione Uber una donna francese ha scoperto il tradimento del marito e ha chiesto il divorzio. L'uomo vuole adesso un risarcimento

A causa di un bug nell'app di Uber una donna francese ha scoperto il tradimento del marito e ha così chiesto il divorzio. Il marito, dal canto suo, ha fatto causa alla società di trasporto e ha chiesto un risarcimento di 45 milioni di dollari.

Come riporta Le Figaro, infatti, l'uomo aveva preso in prestito il telefono della moglie e aveva richiesto una vettura. Dopo essersi disconnesso aveva restituito l'iPhone alla donna ma su quel telefono da quel momento, nonostante avesse fatto il logout dall'account, sono iniziate ad arrivare le notifiche di tutti gli spostamenti del marito, confermando così quella che lei sospettava fosse la prova dei suoi incontri extra coniugali.

Dopo il divorzio dalla moglie, l'imprenditore della Costa Azzurra ha deciso di intraprendere una causa contro Uber per la grave violazione della privacy. "Uber non commenta pubblicamente i singoli casi, a maggior ragione quelli relativi a questioni riguardanti una causa di divorzio", ha commentato il portavoce di Uber France alla stampa dopo che il giornale ha fatto un esperimento e ha appurato che la storia si ripete. Il bug, infatti, attacca i sistemi iOS precedenti all’aggiornamento dello scorso 15 dicembre. Pare che Android, invece, non abbia questo “difetto”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

giampiroma

Sab, 11/02/2017 - 11:20

fatto bene.Uber andrebbe abolita e delegalizzata.