Bus, treni e metro in stop ​per lo sciopero di venerdì

Il 25 ottobre è previsto lo sciopero generale in diversi settori. A Roma lo sciopero si intreccia con la protesta dei dipendenti delle società partecipate e la città rischia la paralisi

Bus, treni e metro in stop ​per lo sciopero di venerdì

Si annuncia un venerdì di scioperi, che colpirà in particolare Milano e Roma, in diversi settori. Ferrovie, aerei, metropolitante, ma anche scuole e servizi pubblici potranno subire ripercussioni, a causa dello sciopero generale, proclamato da Cub, Sgb, Si-Cobas, Usi-Cit e Slai Cobas. Bus, trani, aerei e persino avvocati si fermeranno per 24 ore, dalle 21 di giovedì, alla stessa ora del venerdì.

Secondo quanto ricorda Repubblica, lo sciopero è stato indetto per chiedere l'aumento dei salari, l'abbassamento dei carichi di lavoro e la cancellazione di Jobs Act e legge Fornero.

Lo sciopero a Milano

Nel Capoluogo lombardo, a risentire dello sciopero saranno i trasporti pubblici: tram e bus saranno garantiti nelle fasce orarie più senbibili, cioè fino alle 8.45 del mattino e poi dalle 15.00 alle 18.00. Le metropolitane, invece, potranno subire disagi solo dalle 18 al termine del servizio, secondo quanto ha specificato il Corriere della Sera. "L'agitazione del personale viaggiante e di esercizio di superficie- ha reso noto Atm- è prevista dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio mentre quella del personale viaggiante e di esercizio della metropolitana dalle 18 al termine del servizio".

Disagi anche sulla linea ferroviaria: Trenord, infatti, ha fatto sapere che "i treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord e il servizio Malpensa Express potrebbero subire limitazioni e cancellazioni". Questa sera, viaggeranno regolarmente i treni che partono prima delle 21.00 e che arrivano a destinazione prima delle 22.00, mentre domani (venerdì 25 ottobre) saranno effettuate alcune corse dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00. In ogni caso, il consiglio è quello di tenere sotto controllo i siti relativi ai trasporti pubblici.

Lo sciopero a Roma

Nella Capitale, ad incrociare le braccia non saranno solo i dipendenti Atac, che gestisce il trasporto pubblico, ma anche tutti quelli delle società partecipate dal comune. Alla protesta nazionale, quindi si unisce quella locale: i sindacati intendono scioperare per protesta contro i problemi della città e contro la decisione dell'amministrazione romana di liquidare la società Roma Metropolitane. Due gli scioperi a Roma: uno dalle 20 a fine servizio, che riguarderà le aziende partecipate, l'altro di 24 ore, che interesserà la rete Atac e i bus periferici. Data la vastità dei servizi coinvolti, è veritiera l'ipotesi di una città paralizzata, con mezzi pubblici fermi e servizio di rimozione rifiuti sospesi, a cui potrebbe aggiungersi la chiusura dei musei civici.

A scioperare saranno anche i membri delle compagnie aeree, che incroceranno le braccia in diversi orari: Enav sospenderà il servizio dalle 13.00 alle 17.00, Anpac dalle 10.00 alle 14.00, mentre per il personale degli aeroporti di Milano e per i piloti di Alitalia, lo sciopero durerà 24 ore.

Fermi anche i traghetti di Blu Jet, che opera tra la Calabria e la Sicilia e gli avvocati. Questi ultimi protestano contro lo stop alla prescrizione dopo il primo grado che entrerà in vigore il primo gennaio del 2020.

Commenti