"C... in mano e fai King Kong, bischero": Scanzi senza freni contro Red Ronnie

Davanti alla protesta contro il Green pass di Red Ronnie, Andrea Scanzi non si trattiene e sfodera una risposta "sboccata" contro il giornalista

"C... in mano e poi fai King Kong, bischero": Scanzi senza freni contro Red Ronnie

Stanno facendo discutere le posizioni di Red Ronnie sul Green pass. Nei giorni scorsi, il giornalista e critico musicale si è recato a Messina per alcuni appuntamenti. Per potersi imbarcare sull'aereo che l'ha condotto in Sicilia ha dovuto effettuare un tampone che gli ha permesso di ottenere il Green pass. Con il documento in mano, Red Ronnie è partito alla volta di Messina dove, tra un appuntamento e l'altro, avrebbe voluto visitare il museo cittadino per ammirare alcuni quadri di Caravaggio qui esposti. Ma giunto davanti all'ingresso della struttura, il giornalista è stato "rimbalzato". Il motivo? Si è rifiutato di mostrare il Green pass. In tanti, tra i quali Antonello Piroso e Andrea Scanzi, hanno criticato (ma anche ironizzato) sulla scelta di Red Ronnie.

Nonostante ne fosse in possesso, perché necessario per prendere l'aereo, il giornalista ha agito in punta di principio davanti al museo di Messina, non mostrando ai controlli il suo Green pass. Come da prassi, quindi, gli è stato vietato l'ingresso. Ed è a questo punto che sono iniziate le proteste del giornalista: "Non ci hanno fatto entrare al museo di Messina. Stamattina Fabio Di Bella voleva portarmi a vedere i due quadri di Caravaggio. Ma all’ingresso ci hanno chiesto di esibire il pass verde. Io ho detto che ce l’avevo (e ce l’ho perché ieri ho fatto tampone per prendere l’aereo), ma che non intendevo mostrarlo perché la Costituzione ritiene lo stato di salute di un cittadino un dato sensibile protetto dalla privacy".

La posizione allineata ai no Green pass di Red Ronnie è nota e ha preferito rinunciare al museo, nonostante avesse pagato il tampone per ottenere il certificato, piuttosto che mostrarlo alla sicurezza: "Ho detto anche che gli avrei firmato una dichiarazione dove asserivo di averlo lo skif pass, ma di farmelo scannerizzare no. Nulla. Hanno chiamato al telefono il direttore che non ha voluto riceverci e ha detto di chiamare i carabinieri. Impedire di godere della cultura, dell’arte, della musica è un obiettivo primario di questo regime". Un atteggiamento che Red Ronnie non ha avuto ai controlli aeroportuali prima di imbarcarsi per la Sicilia, scatenando contro di lui accuse di ipocrisia.

Tra i più accesi nella protesta contro il giornalista c'è Antonello Piroso, che da Twitter ha ironizzato: "#RedRonnie vola a #Messina per vedere #Caravaggio. Fa #tampone(=#greenpass) e lo mostra per salire in aereo. Arrivato al museo non mostra #gp perchè richiesta viola la sua #privacy. Quindi lo racconta sui social, violando la propria privacy. Pare una commedia dell'assurdo di #Ionesco". Meno edulcorato, come sempre, Andrea Scanzi, che ha sferzato Red Ronnie: "Caro Red, sei una persona dalla grande storia professionale, e tutto sei fuorché scemo o sprovveduto. Mi perdonerai, quindi, se di fronte a questa tua sequela immane di cagate ti risponderò da buon toscano, con quel tono volutamente ironico, greve e sboccato tipico a volte della mia splendida regione: ma cacati in mano e poi fai King Kong, bischero!".

Commenti