Agguato al centro commerciale, straniero accoltella la ex e l'amica di lei

In preda alla furia, lo straniero si è avventato sulla sua vittima, aggredendo anche l'altra donna che ha cercato, invano, di salvare l'amica. Trasportate in ospedale, nessuna delle due si trova ora in pericolo di vita

Paura oggi pomeriggio in un centro commerciale di Camerino (Macerata), dove due donne italiane sono state aggredite da un cittadino straniero.

Secondo quanto riferito dai quotidiani locali, l'episodio si è verificato intorno alle 15:30. Le vittime si trovavano all'interno del nuovo Sottocorte Village quando sono state raggiunte dal loro assalitore, un venezuelano di 55 anni.

Quest'ultimo, che in passato aveva avuto una relazione sentimentale con una delle due donne, si è avventato sulla ex brandendo un coltello. Accecato dalla furia, ha più volte colpito l'italiana, riuscendo a provocarle diverse lesioni.

Immediata la reazione dell'altra donna, che ha tentato in ogni modo di sottrarre l'amica alla furia del venezuelano. Lo straniero ha tuttavia rivolto la sua arma anche contro quest'ultima, ferendola.

Sul posto le forze dell'ordine ed i soccorsi locali, sopraggiunti dopo le numerose segnalazioni inviate dai testimoni.

I carabinieri della compagnia di Camerino hanno tempestivamente immobilizzato il 55enne, subito ridotto in manette, mentre i sanitari del 118 si sono occupati delle due donne.

Queste sono state accompagnate in pronto soccorso, dove hanno ricevuto le cure del caso. Malgrado la paura e le lesioni riportate, nessuna si trova in pericolo di vita. I medici hanno assegnato 20 giorni di prognosi ad entrambe.

Tradotto in caserma, lo straniero, risultato residente in Italia da tempo, è finito dietro le sbarre di una cella di sicurezza e si trova ora a disposizione dell'autorità giudiziaria.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.