La lite, poi la mossa col camion: così è morto un sindacalista

Il camion avrebbe forzato il posto di blocco davanti all'ingresso di una logistica del Novarese finendo per investire un sindacalista di 35 anni

La lite, poi la mossa col camion: così è morto un sindacalista

Il coordinatore dei Si Cobas di Novara, Adil Belkhdim, 35enne di origini marocchine, è morto questa mattina dopo essere stato investito da un camion all'ingresso dei cancelli della Lidl di Briandrate, nel Novarese, dove era in corso uno sciopero dei lavoratori. L'investitore è stato bloccato in autostrada dai carabineri mentre tentava la fuga.

Sulla vicenda è intervenuto anche il premier Mario Draghi: "Sono molto addolorato per la morte di Adil Belakhdim. È necessario che si faccia subito luce sull'accaduto", ha dichiarato al suo arrivo a Barcellona.

La dinamica della tragedia

Stando a quanto si apprende da laRepubblica.it, il 35enne - sindacalista dei Si Cobas - stava presidiando insieme a una ventina di manifestanti i cancelli della logistica quando è stato travolto in pieno dal camion. Dalle primissime informazioni raccolte, sembrerebbe che il mezzo abbia tentato di forzare il blocco di manifestanti finendo per centrare Adil Belkhdim. L'uomo sarebbe stato trascinato per circa una decina di metri sull'asfalto salvo poi finire esanime. Inutili i tentativi di soccorso da parte del 118, per il 35enne non vi è stato nulla da fare.

L'investitore si sarebbe dato alla fuga a bordo del camion ma i carabinieri sono riusciti a bloccarlo in autostrada.

Le testimonianze

Secondo il racconto di alcuni testimoni, la tragedia sarebbe scaturita a seguito di un diverbio tra il conducente del camion e i lavoratori che protestavano davanti al cancello della logistica bloccandone il passaggio. Secondo quanto riferito da Attilio Fasulo, segretario generale della Cgil di Novara, presente al momento dei fatti, "i lavoratori presenti hanno parlato di una discussione perché il camionista voleva entrare a tutti i costi". Gli stessi testimoni avrebbe riferito che il sindacalista sarebbe stato travolto e trascinato per una decina di metri, fino all'altezza del passaggio pedonale: infatti nei primi minuti si era immaginato che stesse attraversando la strada.

"C’era molta tensione in questo periodo - ha spiegato Attilio Fasulo al cronista de La Repubblica - La discussione sindacale su molti temi era in atto. La Filcams Cgil chiedeva migliori condizioni di lavoro a partire dal riconoscimento di alcuni livelli che non venivano riconosciuti ai lavoratori". I Si Cobas avevano organizzato una manifestazione cui partecipavano una ventina di persone in rappresentanza di circa 300 addetti della logistica, la maggior parte di origine straniera. "Più volte avevamo fatto presente all’azienda che la mancata risoluzione di questi temi avrebbe portato all’esasperazione dei toni. - ha concluso Fasulo - Ora si indagherà sulla dinamica ma era possibile evitare che si creasse una situazione del genere".

Adil Belkhdim, 35 anni, lascia la moglie e due figli.

Commenti

Grazie per il tuo commento