Carcere di Bologna: detenuti ubriachi pestano 5 agenti

Il problema dell'alcol all'interno delle carceri è tornato a farsi sentire nel carcere bolognese di Dozza dopo che cinque agenti sono finiti all'ospedale successivamente ad un'aggressione

Carcere di Bologna: detenuti ubriachi pestano 5 agenti

Cinque agenti della Polizia Penitenziaria del carcere di Dozza sarebbero finiti in ospedale in seguito all'aggressione da parte di due stranieri ubriachi all'interno della casa circondariale

Erano ubriachi e completamente fuori di testa i detenuti che nella serata di ieri, 23 dicembre, hanno aggredito alcuni agenti della Polizia Penitenziaria. L'alcol se lo sono prodotti da soli all'interno della cella, visto che dentro le carceri ne è assolutamente vietata la diffusione e vendita. Uno dei due, dopo essersi procurato dei tagli profondi sulle braccia ha iniziato a tirare sangue addosso agli agenti colpendone uno proprio sugli occhi e facendolo ricoverare per controllare che non abbia contratto alcuna malattia. I detenuti sono stati sedati, racconta il Bologna Today, ma nel frattempo è insorto il sindacato che chiede maggiore sicurezza all'interno delle carceri.

"La cosa grave è che, come spesso avviene in tali situazioni, il personale sia dovuto intervenire a mani nude", la Cigl riferisce appunto che molte volte il personale non ha adeguata formazione per gestire situazioni critiche e focolai che possono facilmente svilupparsi all'interno del carcere. Oltretutto, a causa della mancanza di fondi è spesso molto difficile anche riuscire ad utilizzare le attrezzature che dovrebbero invece essere fornite dentro una casa circondariale.

Commenti