Carlotta Chiaraluce, la lady CasaPound campionessa di voti a Ostia

Carlotta Chiaraluce, 33 anni, passione per la musica, militante di CasaPound e compagna di Luca Marsella

Carlotta Chiaraluce, la lady CasaPound campionessa di voti a Ostia

È lei la campionessa di preferenza a Ostia. Carlotta Chiaraluce, 33 anni, passione per la musica, militante di CasaPound e compagna di Luca Marsella, il candidato presidente del Municipio X della Capitale che ha portato il partito neofascista ad uno storico 9%.

Chiaraluce di preferenze personali ne ha prese 1.788 preferenze, più di chiunque altro. Purtroppo per lei, CasaPound è riuscita a strappare un solo seggio che dunque, per legge elettorale, finirà al candidato presidente. Cioè al padre di suo figlio. La militante si è fatta notare quando moderò il dibattito tra il vicepresidente di Cp, Simone Di Stefano, e il direttore del Tg7, Enrico Mentana. Non solo.

Chiaraluce lavora nell'azienda del padre, la famiglia ad Ostia aveva uno stabilimento balneare e sui social comincia ad avere un buon seguito. Come scrive Italia Oggi, il suo slogan durante la campagna elettorale era: Manda in Municipio una combattente. Così è stato: gli elettori l'hanno premiata come la premiarono alle comunali a Roma, quando raccolse 1.300 preferenze. Solo la legge elettorale non le permetterà di sedere al consiglio del Municipio.

Al ballottaggio tra la candidata di centrodestra e la grillina non è andata a votare. E così, probabilmente, hanno fatto molti elettori di CasaPound. "Quando si perde, come il centrodestra - dice lei a Italia Oggi - bisogna avere l' onesta di riconoscere i propri errori e non di continuare a puntare il dito contro gli altri tanto più che dei sottoscritti in piazza, e non solo, avete parlato male tutti. Ma nessun problema, ci si vede in Municipio".

Nei giorni scorsi non sono mancate le polemiche contro Cp a Ostia. Alessia Morani, deputata del Pd, ha scritto una interrogazione in cui definiva la raccolta alimentare che gli antifascisti fanno in favore dei bisognosi di Ostia una "corruzione elettorale". "Che tristezza mi fa - risponde Chiaraluce - prende uno stipendio di più 10 mila euro al mese per fare interrogazioni sulle nostre raccolte alimentari e poi fa parte di quel partito che i soldi li ha dati alle banche per salvarle e non alle famiglie che erano state ridotte sul lastrico". Duro anche il pensiero sullatestata di Roberto Spada al giornalista della Rai, Piervincenzi: "A Bologna, una troupe di Striscia la notizia che stava riprendendo clandestini africani dediti allo spaccio è stata aggredita e rapinata. Questa mattina uno degli aggressori era già a piede libero. Tranquilli, non ci apriranno i Tg nazionali, non ne parleranno nei salotti radical della Tv italiana D' altronde è successo a Bologna non ad Ostia in un quartiere popolare in cui CasaPound è l' unica forza politica che da anni si impegna per combattere fattivamente il degrado". E sui gay, se mai suo figlio dovesse diventarlo, si dimostra aperta: "Sarebbe una sua scelta. Mi piacerebbe però, prima, riuscire a trasmettergli che nelle relazioni tra uomini e donne è successo qualcosa. Qualcosa che ha annientato le differenze esagerando nel descrivere l' uomo come un essere iper-emozionale e la donna come aggressiva e assertiva. Poi deciderà da solo, non sono contraria alle unioni civili, sono invece contraria alle adozioni".

Commenti