Caserta, preso un pusher con il reddito di cittadinanza

Le forze dell’ordine si sono recate nell’abitazione dell’uomo, con l’ausilio delle unità cinofile, e hanno trovato 500 grammi di hashish, in parte già confezionati

Lo hanno fermato nel corso di un normale controllo stradale, ma il suo comportamento ha subito insospettito gli agenti della Guardia di finanza. Un 58enne, una volta accostato sul ciglio della strada con la sua vettura, ha cominciato a mostrare segni di nervosismo. La perquisizione effettuata dai finanzieri ha permesso di scoprire che la macchina era segnalata, poiché era stata più volte utilizzata per il trasporto e la vendita di droga. Il conducente, invece, è stato trovato in possesso di oltre 400 euro, tutti in banconote di piccolo taglio.

L’episodio è accaduto a Marcianise, nel Casertano, ma l’autista bloccato dalla Guardia di finanza è originario di Capodrise e da indagini approfondite si è scoperto che percepiva il reddito di cittadinanza. L’uomo, successivamente, è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Le forze dell’ordine si sono recate nell’abitazione del 58enne, con l’ausilio delle unità cinofile, e hanno trovato 500 grammi di hashish, in parte già confezionati e suddivisi in dosi, pronti per essere immessi sul mercato. Il materiale è stato sequestrato, insieme agli strumenti per confezionare la droga e il denaro derivante dalla vendita delle sostanze stupefacenti.

Per l’uomo sono scattate le manette e, in attesa del processo in tribunale con rito direttissimo, è adesso agli arresti domiciliari. Il malvivente percepiva il reddito di cittadinanza, una somma di circa 500 euro mensili, e i finanzieri hanno provveduto a inoltrare la segnalazione all’Inps, per la decadenza del beneficio. Un paio di mesi fa un episodio simile è accaduto a Boscoreale, nel Napoletano, dove un’altra persona che percepiva il reddito di cittadinanza è stata arrestata per spaccio di droga. Non è il primo caso in Campania di malviventi che usufruiscono del contributo statale contro la povertà e per il reinserimento nel mondo del lavoro.

L’attività della Guardia di finanza testimonia il costante impegno delle forze dell’ordine nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti, con il duplice intento di tutelare la salute dei cittadini e debellare una delle principali forme di finanziamento della criminalità organizzata. L’attenzione delle fiamme gialle è, inoltre, costantemente orientata alla denuncia di coloro i quali, accedendo indebitamente a prestazioni sociali, truffano lo Stato e contribuiscono di fatto a generare profonda iniquità sociale. Stanno aumentando i controlli per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, visti i numerosi abusi che stanno seriamente minando la funzionalità del provvedimento.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.