Cencenighe, nessuno vuole fare il sindaco: "Si guadagna troppo poco"

Il primo cittadino uscente promette di trovare un candidato per le elezioni del 2018. Ora è previsto un anno di commissariamento

Cencenighe, nessuno vuole fare il sindaco: "Si guadagna troppo poco"

In provincia di Belluno c'è un comune dove nessuno vuole fare il sindaco perché il guadagno è troppo basso: solo 900 euro lordi al mese.

Cencenighe Agordino è una cittadina tra le Dolomiti di appena 1311 abitanti, sette bar, quattro bed&breakfast e un albergo. Ma nessun primo cittadino. "Ve lo spiego io perché è successo" - spiega a Repubblica.it William Faè, 44 anni, impiegato comunale in zona e sindaco uscente di Cencenighe. "Io da sindaco percepivo uno stipendio di 600 euro al mese. Per farlo a tempo pieno dovrei mettermi in aspettativa, accontentandomi di 900 euro al mese lordi. Può una famiglia campare con così poco?". Per trovare qualcuno disposto a lavorare per lui, Faè è stato costretto a circondarsi di pensionati perché hanno del tempo "da perdere". I giovani a Cencenighe sono tutti occupati nel vicino stabilimento di Luxottica e presumibilmente guadagnano più di 900 euro lordi al mese.

"Io l'avevo detto a quelli della Prefettura che avremmo finito per fare questa brutta figura. Loro mi hanno invitato a cercare un successore ma ecco i risultati", si sfoga il sindaco uscente. "Adesso abbiamo un anno di commissario davanti. Nel 2018 saranno indette nuove elezioni. Troverò una soluzione, lo prometto. Questo è il mio impegno".

Commenti