"Cameramen, 4 video facili". Le chat di Grillo Jr

Spuntano gli sms con alcuni amici: "Ero ubriaco marcio, abbiamo fatto un casino. Non mi faccio scappare 'ste occasioni, era lei una tr..."

"C'era il cameramen, 4 video facili". Le chat di Grillo e amici dopo quella notte

Nel caso Ciro Grillo emergono anche diversi messaggi scambiati tra i componenti del gruppo e alcuni loro amici dopo le ore trascorse con Silvia e Roberta (nomi di fantasia) nella villetta a Cala di Volpe. Quella notte tra il 16 e il 17 luglio si è consumato un vero e proprio stupro oppure è andato in scena solamente del sesso consenziente? La versione della giovane studentessa e quella dei ragazzi restano completamente opposte. Intanto per la procura di Tempio Pausania saranno fondamentali quegli sms per tentare di ricostruire con precisione quanto avvenuto realmente.

"C'era il cameramen"

A far comprendere agli inquirenti che quella notte sarebbero stati girati quattro video è una rivelazione di Capitta, che si confida così a un amico che chiede maggiori informazioni e dettagli su quella notte: "Comunque c'era il cameramen. Sai che non me le faccio scappare 'ste occasioni. 4 video facili... Poi vi farò vedere tutto. Se vuoi ti chiamo e ti racconto un po'". A quel punto l'amico chiede altre delucidazioni sulla ragazza, e Capitta - stando a quanto appreso e riportato da La Stampa - l'avrebbe apostrofata in maniera assolutamente volgare: "Era lei una tr...". In precedenza sarebbe stato fatto riferimento alle condizioni di Silvia dopo quella nottata, definendola fortemente provata e aggiungendo che era uscita "zoppicando" da quegli incontri. Particolari tanto forti da spingere l'amico a scrivere: "Poveraccia...".

A quei video avrebbe fatto riferimento lo stesso Ciro Grillo. Questo lo scambio di messaggi che sarebbe avvenuto rispettivamente tra il figlio del garante del Movimento 5 Stelle e Capitta: "Oh, mi mandi quei video? Quelli"; "Ahaha. Perché li vuoi? Non li mando a nessuno Cì, dai"; "Li voglio far vedere a (cita due nomi, ndr) e agli altri. Vabbé come vuoi".

"Abbiamo fatto un casino"

Verso le ore 14.15 del 17 luglio è Capitta a messaggiare con un amico. Edoardo esordisce così: "No, non puoi capire". Poi aggiunge: "3 vs 1 stanotte, lascia stare". E promette che spiegherà e farà vedere solamente in futuro. Successivamente prosegue la chat tra Capitta e l'amico: "Ma no, guarda... ero ubriaco marcio. Frate te lo giuro"; "Chi era questa?"; "Ma che ne so... Poi vi racconterò, ora non si può ancora"; "Ti chiamo io dopo"; "Se sono ancora vivo. Ora sono morto. Siamo andati al Billionaire, tutti 50 hanno messo"; "Sei un idolo". C'è anche un'ulteriore conversazione via WhatsApp tra Capitta e un altro amico: "Broc, abbiamo fatto un casino stanotte"; "Cioè?"; "3 vs 1"; "Puede chiamarti? Non credo a quello che leggo. Aspetto maggiori dettagli prima di commentare. Era bella almeno?"; "Media".

Commenti