Chiara Ferragni come la Madonna: la provocazione che manca di rispetto verso i cristiani

La rivista Vanity Fair pubblica un'intervista a Chiara Ferragni intitolato "Madre, figlio e spirito sociale" in cui viene raffigurata "nei panni di una moderna Madonna con bambino". Un affronto verso la religione cristiana e tutti i fedeli

C’è un labile confine tra la provocazione e il cattivo gusto che non bisognerebbe superare ma che puntualmente viene oltrepassato sempre nella stessa direzione. Guai mettere in discussione o azzardarsi a fare ironia sulle icone della società liberal e multiculturale se non si vuole incorrere nel giudizio del tribunale del politicamente corretto. Invece tutto è concesso e lecito nei confronti dei simboli della cristianità che possono essere presi di mira e diventare oggetto di vere e proprie provocazioni verso i fedeli rappresentando una grave mancanza di rispetto che, ci limitiamo a constatare, quando si tratta di altre religioni non avviene mai.

È il caso dell’ultima provocazione emersa dall’intervista del direttore di “Vanity Fair” a Chiara Ferragni intitolata “Madre, figlio e spirito social” in cui l’influencer (passata alle cronache qualche giorno fa per aver condiviso un post in un cui definitiva l’Italia “un paese di m****”) viene raffigurata “nei panni di una moderna Madonna con bambino dipinta da Giovane Battista Salvi detto il Sassoferrato”.

Un’opera dell’”artista” Francesco Vezzoli che è anzitutto uno schiaffo al buongusto e alla storia dell’arte dal momento che rivisita uno dei capostipite del Seicento italiano come il Sassoferrato testimoniando la mancanza di reverenza che ogni artista dovrebbe avere verso un maestro. Ma è soprattuto l’ennesima provocazione rivolta alla religione cristiana che, oltre ad essere trita e ritrita e perciò scarsamente originale, testimonia una volontà di provocare e creare scandalo che si addice alle dinamiche social ma ha poco a che fare con il giornalismo.

Così come il contenuto dell’intervista su un registro di idealizzazione quasi mistica dell’influencer che raggiunge vette di venerazione: “è bellissima: la maternità, come un filtro di Instagram, le ha disegnato sul volto qualcosa di nuovo. Della sua divinità si è davvero detto di tutto: preghiere e bestemmie, lodi e anatemi”.

Ci sono limiti che non andrebbero passati e paragonare un’influencer con la Madonna che tiene in braccio Gesù è davvero un’esagerazione e una profanazione dell'immagine sacra di cui non sentivamo il bisogno.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

PANDORINO62

Mer, 23/09/2020 - 19:06

....se la Ferragni è la Madonna...allora FEDEZ è San Giuseppe ?.....e il loro figliolo è Gesù ???....non c'è più religione......

QuasarX

Mer, 23/09/2020 - 19:07

definirla blasfemia mi sembra il minimo

aldoroma

Mer, 23/09/2020 - 19:42

Sempre peggio