Chissà se il virus è di destra o sinistra

Non è ancora chiaro se il coronavirus è di destra o di sinistra. Strano, perché in Italia qualsiasi cosa o fenomeno che appaia sulla scena viene subito catalogato in base ai colori della politica. Siamo però a un passo dal farlo, perché già è stato deciso che permettere di stare a scuole ai bambini provenienti dal cratere è democratico e di sinistra, mentre chiedergli di stare a casa in quarantena è un po' razzista e, comunque, decisamente di destra.

Mi sforzo di capire, ma ci sono cose che vanno contro l'umana comprensione. Per esempio: perché mettiamo in quarantena gli italiani che arrivano dalle zone infette della Cina e i cinesini che hanno fatto lo stesso viaggio no? Boh, non credo sia una questione di razza (scrivo questa parola anche se severamente vietato), di colore della pelle o di forma degli occhi.

Mettiamola così. In una famiglia con due bimbi italianissimi e bianchissimi uno ha il morbillo, la varicella o qualsiasi altra malattia infettiva. È molto probabile che il fratellino l'abbia presa e la stia incubando. Secondo voi, se la maestra chiedesse ai genitori di tenere a casa qualche giorno per precauzione anche il bimbo sano per evitare il rischio che impesti tutti i compagni, questa maestra sarebbe di destra o di sinistra, razzista o democratica? Ma, soprattutto, il genitore che non si ponesse questo problema sarebbe stupido o intelligente?

Quei genitori e quei politici che sono inorriditi di fronte alla decisione dei governatori delle regioni del Nord di tutelare, al di là di ogni ragionevole dubbio, i loro studenti (tutti gli studenti: bianchi, gialli, neri e pure meticci), sono inorriditi perché i loro figli non hanno per compagno di banco qualcuno proveniente dalla zona infetta o entrato in contatto con persone potenzialmente a rischio. Altrimenti questi signori sarebbero dei pazzi a cui togliere su due piedi la paternità per manifesta incapacità di intendere e volere.

A chi si infiamma per questa stupida polemica suggerisco di riascoltare Destra-Sinistra di Giorgio Gaber. Che inizia così: «Tutti noi ce la prendiamo con la storia/ Ma io dico che la colpa è nostra/ È evidente che la gente è poco seria/ Quando parla di sinistra o destra».

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 06/02/2020 - 19:31

Caro Direttore,diciamo che il virus, essendo apolitico, colpisce indistintamente a dx e a sx...il guaio è che i pidioti rimangono sempre tali!!Cordialmente

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Gio, 06/02/2020 - 19:45

La dicotomia destra-sinistra è un'altra pesante eredità del liberalismo. Come la massoneria, le guerre mondiali, l'ONU, l'UE...

Ritratto di trifool56

trifool56

Gio, 06/02/2020 - 20:26

2) Il problema, qui come per altre situazioni, è sempre e solo il pensiero unico buonista, autoritario, che fa del razzismo al contrario facendo dell'antirazzismo parolaio e, totalmente dimentico delle giuste reazioni degli italiani e degli italiani in genere, s'attacca a tutto pur di dare dell'untore a chi fa comodo (se non Salvini qualcuno c'è sempre) e, come accadeva con la cotoletta fiorentina tot anni fa, cerca il contatto fisico (allora fu gastronomico) con i poveri soggetti identificati come partecipi di questa pandemia. Siamo ancora reduci dai deliri di Lorenzin e compagni di merende sui vaccini, direi che non pare il caso di aggiungere deliri a deliri. Ma si sa, da questo governo e dai suoi sostenitori forse pretendiamo troppo.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 06/02/2020 - 20:48

Nessuno lo dice, a parte il sottoscritto, ma in Italia c'è un virus molto ma molto più pericoloso del coronavirus: il comunismo. L'effetto è devastante.

Ritratto di asso_idefix

asso_idefix

Gio, 06/02/2020 - 21:51

Caro Sallusti, il virus è certamente di destra perché rema contro la maggior parte dei valori portati in palmo di mano dalla sinistra. Primo: le masse di folle vocianti, inneggianti slogan o radunate ai festival dell'unità. Rema contro ai mezzi di trasporto affollati preferendo il traffico privato. Rema contro alle migrazioni di massa. Il virus colpisce soprattutto le masse e questo è insopportabile per la sinistra, perché affonda qui le sue radici. Stupisce affibbiare connotati politici anche ai virus ma purtroppo le fedi fanno delle scelte di parte e quindi genera appartenenze, con buona pace degli "isti" di ogni genere e specie.

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Gio, 06/02/2020 - 23:03

Direttore mio, fa bene a prenderla così alla larga altrimenti la mettono in croce più di quanto già fanno. Chi? ma i Buoni, naturalmente, i Buoni-per-definizione... cioè quelli che chi è buono o cattivo, corretto o scorretto e fascista o antifascista, di sinistra o di destra... lo decidono loro. Lo so che le argomentazioni svolte nell'articolo non sono per loro, gli Eletti, gli Unti dal Signore, Possessori Unici della Verità Rivelata di cui hanno il copyright e la privativa universale. Per fortuna nostra, 'loro' non hanno ancora capito (e mai lo faranno) che più cose (=fesserie) dicono e più si restringe il brodo in cui sguazzano, soprattutto ora che ci si infilano anche le sardine. Ma sì, lasciamoli lì. Ciao

Ritratto di peppi55

peppi55

Ven, 07/02/2020 - 01:07

No è cinese :-)

VittorioMar

Ven, 07/02/2020 - 07:56

..E' un VIRUS "REALE"...ha la CORONA...

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Ven, 07/02/2020 - 08:09

Il virus è di sinistra, come la demenza.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 07/02/2020 - 08:15

Sinceramente sono gli stessi cinesi che dovrebbero avere la bontà di mettersi in quarantena; basterà per placare la bufera? Shalòm.

Rossana Rossi

Ven, 07/02/2020 - 11:02

HA RAGIONE DLUX.......

Ritratto di bimbo

bimbo

Ven, 07/02/2020 - 11:16

Egr Direttore se avessi un figlio avrei preso un periodo di vacanza di 20 giorni evitando così le scuole ed altro.. Forse in questi casi si dovrebbe attuare un protocollo di salvaguardia nazionale, come fanno i militari. Men sana en corpore sano.. hihihihhihhi

Luigi Farinelli

Ven, 07/02/2020 - 12:09

Probabilmente, alla domanda risponderà Toscani, rientrato dalla sua escursione come "pontiere" o magari Vauro con una delle sue famose vignette di satira a senso unico. Un Salvini si trova sempre la maniera di metterlo in mezzo, quale responsabile di qualche marachella. Vauro ha tra l'altro molta fantasia; magari potrebbe creare una vignetta satirica su Pol Pot (visto mai!) anche se tutti sanno che freme di attaccare Salvini a Sanremo, magari facendosi travestire da cantante rapper.

gedeone@libero.it

Ven, 07/02/2020 - 15:40

Stanno tentando il lavaggio del cervello quotidianamente. Ma la maggioranza degli Italiani sono fortunatamente vaccinati dal morbo sinistro...