La Cintura del fuoco: qui il 90% dei terremoti

La Cintura del fuoco è un'area che tocca ben 5 Paesi: Nuova Zelanda, Argentina, Alaska, Giappone, Panama

La Cintura del fuoco: qui il 90% dei terremoti

Qui si veririfca il 90 per cento dei terremoti. Un'area che tocca ben 5 Paesi: Nuova Zelanda, Argentina, Alaska, Giappone, Panama. Questi Stati sono stati colpite da terremoti molto forti nella giornata di domenica 13 novembre. Magnitudo 6.2 per l'Argentina. Poi è stato il turno della Nuova Zelanda con una sisma da 8.1 di magnitudo. E scosse di forte intesità sono state poi rilevate anche in Alaska, Giappone e isole Figi e a largo di Panama. E questo non è un caso. Infatti qui si trova la Contura del fuoco, ovvero quella che viene indicata dagli esperti come la zona sismica più pericolosa del mondo. Come ricorda meteoweb.eu, la Cintura si estende per circa 40mila chilometri quadrati: archi insulari, fosse oceaniche e catene montuose caratterizzano e non poco questa zona. Di fatto la Cintura del fuoco arriva dal movimento delle placche. Quelle continentali si spostano verso quelle pacifiche. Per questo motivo la Cintura è una delle zone più monitorate da parte dei sismologi. Infine l'attività vulcanica prevalente nella cintura di fuoco è quella di tipo esplosivo, che origina generalmente vulcani dai pendii ripidi e regolari; fra i più famosi vulcani si possono menzionare il mount St. Helens negli Stati Unitinordoccidentali (violentissima eruzione nel 1980), il Tambora, il Krakatoa, il celeberrimo Fuji, il Popocatepetl, il Paricutín (nato nel 1943).

Commenti