Colpo grosso a Venezia: rubati i "gioielli dei Maharaja"

Spariti alcuni monili da una teca della mostra "Tesori dei Moghul e dei Maharaja". Il questore: "L'allarme è scattato in ritardo"

Colpo grosso a Venezia: rubati i "gioielli dei Maharaja"
Uno dei gioielli esposti al Palazzo ducale di Venezia

Colpo grosso al Palazzo Ducale di Venezia, dove da una teca della mostra "Tesori dei Moghul e dei Maharaja" sono spariti alcuni gioielli (due orecchini e una spilla in diamanti, oro e platino) dal valore di "qualche milione di euro", pur non essendo tra i "pezzi forti" della collezione.

La mostra - inaugurata a settembre - raccoglie 270 gemme e monili indiani dal XVI al XX secolo appartenenti alla collezione al Thani. L'allarme è scattato intorno alle 10 di questa mattina quando il responsabile della sicurezza ha notato la teca vuota. Allertata immediatamente la polizia: in attesa che arrivassero alcuni esperti della scientifica da Roma, gli agenti hanno bloccato per le indagini i visitatori presenti nell'edificio nell'ultimo giorno della mostra. Pare però che i due ladri, seppur ripresi dalle telecamere di sicurezza, siano riusciti a fuggire prima dell'arrivo della polizia.

Secondo il questore di Venezia, Vito Gagliardi, non è ancora ben chiaro "cosa non ha funzionato". Pare infatti che la teca sia stata aperta "come una scatoletta" e che l'allarme - se ha funzionato - è partito in ritardo: "Sicuramente abbiamo davanti dei professionisti abilissimi, riusciti nell'intento sebbene il Palazzo e le stanze fossero dotate di sistemi tecnologicamente avanzatissimi", ha aggiunto il questore.

Il colpo, tra l'altro, sembra quasi inutile dal momento che - spiegano dalla questura - "sarà pressoché impossibile porre sul mercato i preziosi rubati che sono, per la loro particolarità, riconoscibili da ogni esperto" e quindi difficilmente piazzabili"'.