Condannato l'arcivescovo di Adelaide: "Ha coperto abusi"

Arcivescovo di Adelaide condannato per aver coperto casi di abusi ai danni di minori. La Chiesa australiana si riunisce per correre ai ripari. Processo in corso, invece, per il cardinale George Pell

Condannato l'arcivescovo di Adelaide: "Ha coperto abusi"

L'arcivescovo di Adelaide è stato condannato. Il provvedimento è seguito ad accuse relative a coperture. Ad essere stati nascosti sono abusi ai danni di minori. Philip Wilson, così come riporta la Sir, "è stato - infatti - dichiarato colpevole per non aver informato la polizia in merito alle accuse di abusi sessuali su minori".

Da sottolineare, però, come l'arcivescovo si sia dichiarato innocente per tutta la durata del procedimento giudiziario. Possibile, insomma, che l'uomo condannato presenti a breve un appello. L' episcopato australiano, in relazione a questa notizia, ha ribadito la ferma volontà di contrastare gli episodi di pedofilia che avvengono all'interno delle mura ecclesiastiche e/o che sono perpetrati da uomini di Chiesa. "La Chiesa cattolica, come altre istituzioni – hanno dichiarato oggi i prelati australiani – ha imparato molto sulla tragedia degli abusi sessuali su minori e ha implementato programmi, politiche e procedure più forti per proteggere i bambini e gli adulti vulnerabili". Si sta cercando, quindi, di modificare alla base le storture che hanno consentito questo genere di accadimenti.

L'Australia, però, continua a essere al centro di cronache di questo tipo. Il processo in corso al cardinale George Pell è il caso mediaticamente più eclatante. L'uomo è a sua volta accusato di aver coperto abusi ai danni di minori, ma tra le azioni chegli vengono contestate ci sarebbero episodi di cui sarebbe il diretto autore. Si vocifererebbe persino di un caso di stupro. Le accuse non sono ancora chiare, ma il processo, dopo la decisione sul rinvio a giudizio, è attualmente in corso. Il porporato, che è membro del C9, cioè del consiglio ristretto di cardinali chiamati a riformare la Curia di Roma, continua a dichiararsi innocente. Alcune delle accuse presentate, tra l'altro, sarebbero cadute durante le fasi preliminari del processo.

La diocesi di Adelaide, intanto, è stata selezionata per ospitare un'assemblea plenaria organizzata al fine di discutere del futuro. Si attende l'arrivo di centinaia di uomini appartenenti alla Chiesa australiana. La società si sta "evolvendo" è l'assunto da cui partire. L'episcopato australiano sembra sempre più intenzionato a trovare il modo di risolvere la crisi riguardante la piaga della pedofilia.

Commenti