Contro il terrorismo ora arrivano gli "uomini in grigio"

Londra schiera i reparti speciali della polizia per combattere il terrore: equipaggiati con la massima tecnologia, sono addestrati come membri SAS

Contro il terrorismo ora arrivano gli "uomini in grigio"

Indossano divise grigie e sono armati fino ai denti: gli uomini della nuova squadra speciale di Scotland Yard che rappresentano il fiore all'occhiello delle forze di sicurezza inglesi nella lotta contro il terrorismo.

Martedì sera a Wembley si sono presentati alla partita Inghilterra-Francia: un match con 80mila persone ad altissima tensione.

Gli "uomini in grigio" sono centotrenta, addestrati come i membri SAS, cioè i corpi speciali dell'esercito. Sono equipaggiati con il nuovo fucile semiautomatico e molto leggero SIG 516, dotato di mirino telescopico e torcia sul puntatore.
Inoltre indossano un'uniforme ignifuga e guanti in kevlar ad alta resistenza. Il casco da combattimento, dotato anche di occhiali protettivi, è in grado di resistere a spari ravvicinati.

Sono in grado di agire con precisione muovendosi non solo in campo aperto ma anche in spazi stretti e sono addestrati a sparare direttamente in mezzo alla fronte - non al petto. Oltre al fucile portano anche una pistola semiautomatica Glock da 9 mm, equipaggiata con caricatori trasparenti di rapidissima estrazione.

Comunicano tra di loro con una radio tattica incorporata nella divisa e sintonizzata su frequenze criptate e si spostano sui furgoni corazzati Jankel. Il colore scelto per gli CTSFO (Counter Terrorist Specialist Firearms Officers) è il grigio: gli studi indicano che per muoversi in aree urbane è più indicato del tradizionale nero. Per loro hanno già coniato un nuovo soprannome: sono stati ribattezzati "gli uomini robocop".

Commenti