Corano, arabo e botte ai bimbi: indagata una maestra abusiva

Una 33enne del Bangladesh è stata fermata dai carabinieri di Pordenone. Il gip le ha contestato i reati di maltrattamento di minori e di esercizio arbitrario di professione

Corano, arabo e botte ai bimbi: indagata una maestra abusiva

Aveva creato nella sua casa una attività di insegnamento per bambini. Così una cittadina originaria del Bangladesh di 33 anni, residente a Maniago, è stata finita nei guai con la legge italiana.

Bastonate agli alunni

Nella scuola abusiva creata nella sua abitazione insegnava i i fondamenti del Corano e della lingua araba con lezioni che prevedevano l’uso quotidiano di ripetute punizioni corporali perpetrate con bastoni di legno. Come riporta Leggo, gli alunni presenti alle lezioni erano tutti di nazionalità bengalese e di età compresa tra i 3 e i 10 anni.

La 33enne ora è indagata per i reati di maltrattamento di minori e di esercizio arbitrario di professione. Dopo il blitz dei carabinieri del reparto operativo del Comando provinciale di Pordenone e il giudizio il gip del Tribunale di Pordenone è stata sottoposta alla misura coercitiva del divieto di espatrio e dell’obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria.

Commenti