Ora l'epidemia è asimmetrica: "Piani diversi per ogni regione"

Secondo gli esperti ci troviamo davanti a un'epidemia asimmetrica e a più velocità. Si valuta un cambio di strategia

L'epidemia del nuovo coronavirus continua a correre senza sosta in tutta l'Italia nonostante le misure restrittive adottate dal governo quasi due settimane fa.

È tuttavia interessante prendere in considerazione l'enorme gap numerico che intercorre tra alcune regioni, in primis la Lombardia ma anche Piemone ed Emilia Romagna, e il resto del Paese. I dati parlano chiaro. Dall'inizio dell'epidemia, ha spiegato il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli, "l'84 per cento dei decessi in Italia è stato registrato in Lombardia, Emilia e Piemonte". Ci troviamo quindi al cospetto di un'epidemia asimmetrica a più velocità che non può più spiegarsi solo con il fattore cronologico (al Nord, come noto, il contagio è partito diversi giorni prima che nel resto del Paese).

"Sono d'accordo, ci sono ragioni strutturali di fondo - aggiunge Locatelli - e in particolare nelle zone più colpite della Lombardia, come il Bergamasco, c'è una concentrazione molto alta, stili di vita diversi, una cultura del lavoro, aspetti che paradossalmente sono diventati un fattore penalizzante".

A questo proposito l'ultima idea degli esperti è quella di mettere in campo strategie differenti, da valutare in base alla situazione epidemiologica presente in ogni singola regione italiana.

L'incognita dei tamponi

Per quanto riguarda il numero dei tamponi da effettuare, è chiaro che più il controllo è capillare e più i numeri affidabili. Data la differenza strutturale dell'epidemia, può avere senso estendere misure più contenitive e mirate in alcune aree specifiche, ma non nell'intero Paese. Come conferma Gianni Rezza, direttore del dipartimento di malattie infettive dell'Istituto Superiore di Sanità: "Per ora le raccomandazioni sono quelle di testare i sintomatici per isolarli, e di testare quanto più possibile i loro contatti. Ovviamente questo è più difficile in aree come la Lombardia, per un fatto numerico. Ma ricordiamo che noi abbiamo oggi molte regioni del centro-sud dove il contagio corre a una velocità diversa, ed è ancora possibile e doveroso fare un contenimento efficace”.

Attenzione però, perché l'estensione dei tamponi per tutti i contatti a rischio, magari da abbinare a un controllo da remoto dei movimenti non vuol dire puntare sui tamponi a tappeto. La precisazione arriva dall'epidemiologo Pierluigi Lopalco: “La strategia di contact tracking e diagnosi avviata in Italia è la più razionale ed adatta alle nostre esigenze epidemiologiche. Non va cambiata. Con l'unica eccezione della Sud Corea, l'Italia è il Paese che ha eseguito più test. Finiamola con questa sciocchezza che dobbiamo farne di più".

L'ipotesi più conveniente, dunque, è quella di aumentare i test ma solo in modo mirato, onde evitare sprechi di tempo e risorse. Ad esempio Roberto Burioni, altro noto virologo, sostiene che “in questo momento è fondamentale fare test soprattutto sui guariti e chi ha sintomi lievi. Sappiamo che molti stanno a casa 15 giorni con sintomi chiarissimamente attribuibili al coronavirus, poi stanno meglio e guariscono. Ma alcuni sono ancora positivi. Su di loro è evidente l'utilità del tampone, per evitare che diventino inconsapevolmente veicolo di contagio”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di PATARLACCA

PATARLACCA

Lun, 23/03/2020 - 12:08

Epidemiologi, biologi, infettivologi, micologi, immunologi, batteriologi, virologi, pandemiologi, parassitologi, microbiologi, scienziati, esperti, tuttologi e fenomeni di questa pagina dite la vostra!

WSINGSING

Lun, 23/03/2020 - 12:09

Epidemia asimmetrica. Naturalmente è colpa di Conte e dello intero Governo....

kayak65

Lun, 23/03/2020 - 12:14

cominciate a fare distinzione tra chi muore per covid e chi per altre patologie. oramai le malatie quali cancro infarto ischemia ecc non vengono piu' considerate. per queste 3 regioni i morti sono morti. non si indaga e non si leggono i dati con tutto i lrispeto delle persone defunte. cosa diversa in veneto che oltre a suggerire i tamponi a tappeto analizza le vere cause di decesso senza esasperare numeri e panico

HappyFuture

Lun, 23/03/2020 - 12:15

Certo ci voleva la vostra intelligenza per capirlo. In Lombardia è iniziata prima speriamo che finisca prima. Riempite le pagine con... niente

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Lun, 23/03/2020 - 12:15

Questo gran signore di Locatelli fa nuovamente la considerazione della "cultura del lavoro", al pari della Palombelli, dimenticando che tutto è iniziato nei bar del Lodigiano. Non vorrei che queste considerazioni siano l'inizio di un differente approccio alla guerra contro il contagio che porterà ad allentare le misure non appena il Nord cominci ad uscire dal tunnel.

Ilsabbatico

Lun, 23/03/2020 - 12:19

...per me sono tutti fuori! Adesso è pure una pandemia asimmetrica, prima il virus mutava, prima ancora era un ceppo tutto nostro.... La verità è che IN ITALIA CI SONO ALMENO 5/10 VOLTE GLI INFETTI CHE PENSATE !!! e l'altra verità è che IN ITALIA CI SONO STATE 100.000 DENUNCIE IN UNA SETTIMANA PERCHÉ LA GENTE VA IN GIRO LO STESSO. Ma la vogliamo capire o no che è difficile fare rispettare agli italiani furbetti l'isolamento???? Guardate le code in strada a per sbarcare a Messina questa mattina 23 marzo! IN ITALIA C'È IMPUNITÀ, DOVETE FAR RISPETTARE LE REGOLE CON PENE SEVERE REALI

piardasarda

Lun, 23/03/2020 - 12:21

quanti pareri! avanti così in ordine sparso. intanto continua l'ecatombe, all'Inps si sfregano le mani! Quanti pensionati sono stati sacrificati? Questo il discorso dei alcuni medici(?) che parlano di scelta per t. intensiva. Calcolando una media di 1000 euro più qualche accompagnamento, la scelta conviene. Intanto c'è il discorsetto "anziani riferimento dei giovani" da parte di qualche intoccabile anziano che la t. intensiva la

steffff

Lun, 23/03/2020 - 12:28

In Lombardia e'partita prima e quindi ha avuto maggior tempo per svilupparsi. Se le altre regioni prendono esempio dovrebbero limitarne la diffusione e quindi dovrebbero cavarsela piu'a buon mercato. La corretta strategia dovrebbe essere: Bloccare tutto dappertutto,poi pian pianino sbloccare gradualmente partendo da dove la situazione e' piu' sotto controllo.

Ilsabbatico

Lun, 23/03/2020 - 12:31

.per me sono tutti fuori! Adesso è pure una pandemia asimmetrica, prima il virus mutava, prima ancora era un ceppo tutto nostro.... La verità è che IN ITALIA CI SONO ALMENO 5/10 VOLTE GLI INFETTI CHE PENSATE !!! e l'altra verità è che IN ITALIA CI SONO STATE 100.000 DENUNCIE IN UNA SETTIMANA PERCHÉ LA GENTE VA IN GIRO LO STESSO. Ma la vogliamo capire o no che è difficile fare rispettare agli italiani furbetti l'isolamento???? Guardate le code in strada a per sbarcare a Messina questa mattina 23 marzo! IN ITALIA C'È IMPUNITÀ, DOVETE FAR RISPETTARE LE REGOLE CON PENE SEVERE REALI

hectorre

Lun, 23/03/2020 - 12:33

è passato un’altro mese e non si trovano mascherine e disinfettanti...da dicembre si sapeva del virus ma non hanno fatto nulla in prevenzione!!!!...giuseppi a gennaio dalla gruber sproloquiava su prevenzione e paese pronto per ogni evenienza!!!...VERGOGNA!!!! ....nel 2020 in un paese civile non dovrebbe succedere!!!....dovrà rendere conto di tutti questi morti

CarloDei

Lun, 23/03/2020 - 12:34

La verità è che Conte è stato sorpassato dal governatore della Lombardia che ha chiuso tutto per cui ora, per salvare la faccia, dice che l'epidemia è asimmetrica e che bisogna valutare le chiusure regione per regione. Sarebbe divertente la cosa se non stessimo noi cittadini a friggere senza un soldo a fine mese e col rischio di prenderci il coronavirus

lavitaebreve

Lun, 23/03/2020 - 12:47

L'ITALIA È UNA E SIAMO TUTTI FRATELLI D'ITALIA. PERO', SINCERAMENTE, SE QUESTA PANDEMIA AVESSE COLPITO DI PIÙ LE REGIONI DEL SUD , NON SONO SICURO CHE AVREBBERO CHIUSO ANCHE IL NORD.

entropy

Lun, 23/03/2020 - 12:55

è stata valutata la concausa del'inquinamento da polveri sottili stante la specificità territoriale e il tipo di conseguenza (polmonite) ?

AjejeBrazow

Lun, 23/03/2020 - 12:56

Cambio di strategia : chiudiamo del tutto anche i supermercati e invitiamo la popolazione al suicidio, così debelliamo sicuramente il virus.

beowulfagate

Lun, 23/03/2020 - 13:02

In questa come in tante altre vicende,gli "esperti" (ma chi li ha nominati tali?) si stanno distinguendo per le loro castronerie.Palla lunga e pedalare,ecco il rimedio di chi esperto non è ed è fiero di non esserlo.

Iena_Plinsky

Lun, 23/03/2020 - 13:03

Sti esperti stanno cominciando a rompere. Adesso che siamo tutti incarcerati quale sarebbe il piano? Tenerci cosi' finche' non trovano un vaccino o cura. MA SIAMO PAZZI ???? CONTEEEE SVEEEGLIAAA

Lucmar

Lun, 23/03/2020 - 13:04

Qui siamo nel Sud Sardegna; paragone con la città metro. di Milano: Sud Sardegna 6530 km² Abitanti 350.000 Casi positivi al virus, 8 a oggi, da quando è iniziata questa storia. Citta metropolitana Milano 1575 km² Abitanti 3.260.000 Casi positivi al virus, credo più di 8. Qui nel Sarrabus (in provincia Sud Sardegna) siamo un triangolo di tre paesetti di 15.000 abitanti in tutto (Muravera, Villaputzu, San Vito), a distanza di 2 km. uno dall'altro; numero di contagi: zero. Ebbene, siamo agli arresti domiciliari come in Lombardia! Tappati in casa come in una stia. Già la scorsa settimana la Forestale faceva problemi per fare la spesa da un paese all'altro, figuriamoci ora... Tutta la solidarietà più sincera ai milanesi; ma, santa miseria, se piove lì, non vogliamo essere costretti ad uscire con l'ombrello qui.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 23/03/2020 - 13:04

Praticamente un fai da te visto che il governo non ha la credibilità sufficiente per governare il Paese nell'interesse di tutti. A questo punto servirebbe una Italia Federale con macroregioni indipendenti.

ortensia

Lun, 23/03/2020 - 13:12

E bravo bonaccini che ha fatto chiudere i supermercati la domenica. Risultato oggi una fila di un km.al super vicino a casa. Per sopravvivere si rinuncia e si va a comperare nei negozietti a prezzi da borsa nera.

Nonperdiamolasp...

Lun, 23/03/2020 - 13:13

Serve gente con competenze specifiche non burocrati o politici che debbono dimostrare il loro valore

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Lun, 23/03/2020 - 13:14

Propongo di introdurre, oltre la sanzione di 5.000€, anche il sequestro del mezzo! Poi vediamo quanti girano ancora con l'auto per farsi i caxxi propri non rispettando i decreti!!!!

Ritratto di VittorioDettoToi

VittorioDettoToi

Lun, 23/03/2020 - 13:17

L'epidemia del nuovo coronavirus continua a correre senza sosta ?? Noooooo Sogli Italiani che so dementi e continuano a fare Footing a pieni polmoni........... Ma state a casa, non avete Mai fatto Footing e che lo dovete fare ora ???? Ma fate un po di coccole alla Moglie, e' meglio che fa Footing, secondo me........ Vittorio in Lucca

moichiodi

Lun, 23/03/2020 - 13:28

ORA l'epidemia è asimmetrica? Lo è sempre stata. Anche in Cina a Whuan c'erano regole dagli altri posti della Cina. Anche new York è diversa da Boston.! Il giornale manipola come al solito come se avesse fatto chissà quale scoperta

xgerico

Lun, 23/03/2020 - 13:33

Sono curioso di leggere domani Il Giuliani cosa scriverà, nel suo articolo giornaliero, dopo "assimmetrica".

steluc

Lun, 23/03/2020 - 13:39

Il SSN non funziona come dovrebbe. Senza nulla togliere al sacrificio ed impegno eroico degli operatori, non sono gli ospedali da implementare , diventati centri di contagio,ma la terapia ed assistenza domiciliare! E sta fissa del tampone, L influenza stagionale non c’è più, ad aspettare giorni per un referto inutile si fanno danni, iniziare terapia conservativa da subito! Ovviamente, non spero altro che esser contraddetto.

TitoPullo

Lun, 23/03/2020 - 13:45

SIG.RA MINISTRO DELL'INTERNO DOVE SEIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!

morello

Lun, 23/03/2020 - 13:47

Intanto chiariamo che in cina sono stati fatti circa 100.000 test ( meno che in talia .circa 150000 ) ma concentrati nella sola regione di Whuan ed in corea il doppio che in Italia. Chiariamo anche che solo negli ultimi giorni in Lombardia si fanno al ritmo di 8.000 al giorno ,prima molti meno.Per contenere il contagio si devono individuare i contagiati ed isolarli, è lapalissiano.Si ritiene opportuno farli a chi ha sintomi ? Giustissimo , ma chiariamo quali sintomi. In Lombardia fino a ieri (? ) non si sono fatti neanche a chi stava morendo ( ! ) figuriamoci se sono stati fatti ai contatti come ora qualcuno si alza ( Lo Palco ) e " precisa " che si dovrebbe fare. Nessuno si è mai sognato di poterli fare a tappeto ma farli ai tracciati vuol dire farli anche a molti asintomatici e questo è un bel passo avanti da parte di chi fino ad oggi non lo ha sostenuto ( virologi vari, OMS etc )

xgerico

Lun, 23/03/2020 - 13:52

@steluc-Lun, 23/03/2020 - 13:39- Scrive:Il SSN non funziona come dovrebbe.... Non e che non funzioni e che quando ti salta il banco che fai? Dopo questa esperienza, credo, si debba fare in ogni regione degli ospedali per casi del genere, con tanti, tantissimi posti letto per emergenze del genere, per poi tenerli chiusi aggiornando le attrezzature negli anni a venire, onde evitare il sovraffollamento degli ospedali.

jaguar

Lun, 23/03/2020 - 13:56

Anche il governo è a più velocità, ma usa sempre le ridotte.

Ritratto di lettore57

lettore57

Lun, 23/03/2020 - 13:56

@WSINGSING Gazzetta Ufficiale 26 del 01022020. Pochette ha scritto cose molto chiare su cio che ci aspettava sull'epidimia pero, a noi a continuato a raccontare il contrario; e questi sono fatti. Che l'epidemia sia colpa di Conte lo dice la sua coda di paglia, che tanti morti si potevano evitare questo si, è colpa di pochette

Darth

Lun, 23/03/2020 - 14:01

"Secondo gli esperti". Venghino venghino, signore e signori... C'è qualche "esperto" che deve ancora dire la sua?...

Jon

Lun, 23/03/2020 - 14:07

A ROMA per un tampone ti chiedono 150 €..!! Ed a FIrenze manco a pagamento..!! METTIAMO IN ISOLAMENTO IL GOVERNO PER 40 anni..!!

Antonio Chichierchia

Lun, 23/03/2020 - 14:20

La Cina ha adottato QUESTA strategia, ovvero ha bloccato completamente le regioni interessate (Hubei) e tenuto sotto controllo i focolai.A Roma, allo Spallanzani, da un mese i ricoverati non vanno oltre i 200 casi (di media) su 5 milioni di abitanti.I "bloccati "invece sono gli altri 4.990.800.Bene le misure, ma ad esempio in Inghilterra hanno bloccato in casa, per quattro mesi, gli over 70 che sembrerebbero essere i più esposti.

Albegrava

Lun, 23/03/2020 - 14:31

Dato che questo governo vive alla giornata ed è quindi totalmente inaffidabile per risolvere il problema coronavirus, qualche epidemiologi ha già pensato a come impedire, una volta che l'epidemia sarà terminata, un contagio di ritorno proveniente dall'estero? Penso che tenere le frontiere chiuse fino a quando non ci sarà più nessun caso nel mondo, o fino a quando arriverà un vaccino, sia la cosa più sensata

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 23/03/2020 - 14:42

incominciate a fare avere a tutti le mascherine ffp3,ciaparatt!!!

marzo94

Lun, 23/03/2020 - 14:55

Hanno creato un sistema per inviare direttamente per email le ricette, senza recarsi dal medico. Benissimo, diciamo tutti. Peccato che qualche genio abbia vincolato l'invio a due email, una con la password e l'altra con le ricette -stesso indirizzo email-,che senza password non si aprono, tanto per semplificare la cosa ai pensionati. Se poi, come sta capitando a me, arriva una volta solo l'email con le ricette e un'altra solo quella con la password (relative a coppie di ricette e password diverse per cui inutilizzabili) occorre anche una futura ricetta extra per il malox.