"Quarantena anche di un anno": adesso l'Australia ha paura

In Australia il primo ministro Scott Morrison ha avvertito i cittadini che il blocco dovuto al contenimento del coronavirus che limita i movimenti potrebbe durare per un anno

Il premier australiano Scott Morrison ha avvertito che il blocco ai movimenti e gli isolamenti per contenere il coronavirus potrebbe perdurare anche per un anno. Lo stesso ha spiegato, rivolgendosi ai suoi cittadini che: “È qualcosa alla quale ci si deve abituare", seguendo un'intervista radiofonica al canale 3AW: “Non voglio fare speculazioni in merito ma il blocco imposto ai movimenti potrebbe perdurare anche per 12 mesi". Non si sa se si possa arrivare veramente ad un anno di lockdown ma ciò che è sicuro è che il blocco durerà per almeno quattro settimane.

Alla domanda sulle scuole Scott Morrison ha detto che: "Le scuole, al contrario delle attività economiche, potrebbero ripartire molto presto”. Ciò ha suscitato la preoccupazione dei genitori che temono un rilancio dei contagi. La premier del Nuovo Galles del Sud sta studiando un piano per far tornare gli studenti in classe a scaglioni: "Non vogliamo che gli studenti restino a casa per più di un anno". La decisione di Morrison di far ripartire le scuole deriva anche dalle consulenze che in questi giorni sta ascoltando. Non tutti gli stati però sono felici di riaprire le scuole. Ad esempio lo stato di Victoria ha invitato tutti i genitori a tenere i propri bambini a scuola.

Grazie alle misure molto rigide del paese australiano il paese è riuscito a tenere a bada la diffusione del virus. Il primo ministro Scott Morrison non è nuovo ad uscite del genere. Soltanto qualche settima fa disse che: "È tempo per gli stranieri di tornare a casa. Lo stato ora deve occuparsi degli australiani".

In tutta l'isola sono 6515 gli infetti e soltanto 64 i decessi. Tuttavia l'accertamento di nuovi positivi al coronavirus non superano i cinquanta al giorno e va scemando giorno dopo giorno. Sembra che quella del lockdown, per ora, sia l'unica risorse che si ha per combattere il coronavirus. Gli australiani potrebbero doversi abituare alle restrizioni imposte dal governo sul movimento e al distanziamento sociale a cui il virus costringe.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio Rubiu

Sab, 18/04/2020 - 10:42

L'Australia, paese sovrano che, nonostante i moltissimi errori commessi in passato importando animali domestici dall'Europa a danno della fauna autoctona, è riuscita a tenere fuori il Tarlo da legno, l'Afta Epizotica ed alcune altre calamità di importazione, ha tutte le ragioni per estendere la quarantena quanto gli pare e perfino di bloccare gli arrivi di stranieri a tempo indeterminato. Ha bloccato le navi di migranti clandestini (cosa che noi non abbiamo voluto fare) ed ha dimostrato di gli attributi necessari per far valere le proprie regole e decisioni.