Coronavirus, Gattinoni: "Se si attacca ai polmoni diventa letale"

Luciano Gattinoni è specialista di rianimazione di fama mondiale: "Il coronavirus è incurabile senza terapia intensiva"

"Il coronavirus? È un microrganismo che nella maggioranza dei casi non fa danni, ma in alcuni si attacca ai polmoni e diventa letale". Luciano Gattitoni, specialista di terapia intensiva di fama mondiale, inquadra così l’incubo Covid-19, sottolineandone un aspetto non di poco conto: "L’infezione, che porta a una grave carenza di ossigeno, si presenta in modi diversi…".

Il luminare della rianimazione, forse il più importante specialista al mondo nel suo campo, è stato intervistato da La Stampa e al quotidiano spiega quelle che sono le sue intuizioni sul coronavirus: "Mentre la polmonite colpisce gli alveoli, questa polmonite virale interstiziale tende a interferire sulla parte vascolare. Così i vasi sanguigni del polmone perdono potenza e causano l'ipossiemia, ovvero la carenza di ossigeno nel sangue".

L’attuale presidente della società mondiale di terapia intensiva, quindi, alza avverte: "Se viene l'ipossiemia il cervello compensa aumentando la respirazione, per questo i malati arrivano in ospedale apparentemente in forma. In realtà, si ha già una saturazione bassa dell'ossigeno nel sangue. Per aumentare il respiro si fa più pressione, il polmone si infiamma e il plasma filtra nell' interstizio. Un meccanismo che si interrompe solo con un'intubazione di dieci-quindici giorni".

Ecco, l’intubazione, (quasi sempre) necessaria per garantire la sopravvivenza. Così come trovare un letto e tutti i macchinari e dispositivi medici della terapia intensiva: "Bisogna trovarlo perché casco e pronazione, lo dico io che l'ho ideata, sono palliativi. Intubando si permette al paziente di mantenersi dormiente finché le difese immunitarie vincono il coronavirus. Al momento è l'unica cura. E infatti, non a caso, muoiono di più quelli fuori dalla terapia intensiva che dentro".

Quindi Gattinoni sostiene che ormai negli ospedali non vi è più troppo tempo e si decide come in guerra e che è vero che si fa una scelta anche in base all’età dei pazienti: "Chi dice il contrario mente, ma è naturale con poco tempo e molto afflusso. Si valuta la probabilità che un paziente anziano possa sopravvivere a due settimane di intubazione. Ho sempre insegnato a provare per tutti un trattamento intensivo per 24 ore, ma ora non si riesce…".

Le ultime battute della chiacchierata con La Stampa sono dedicate alle cure farmacologiche – "al momento non ce ne sono di realmente efficaci" – e l'alto numero dei morti: "Gli oltre 8mila decessi italiani sono dovuti al coronavirus".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di theRedPill

theRedPill

Ven, 27/03/2020 - 10:39

Quanto dice il dr. Gattinoni è coerente con le notizie che arrivano dagli ospedali quindi o in Cina l'età media è molto più bassa che in Italia oppure il numero dei morti è tenuto nascosto. Ora sta per esplodere l'India, paese con età media bassa: o è vero che il virus è mitigato dal caldo oppure sarà un disastro e l'India diventerà il serbatoio di virus del mondo, in attesa dell'Africa.

killkoms

Ven, 27/03/2020 - 10:53

l'ospedalizzazione forse avrebbe salvato alcuni di quelli rimasti in isolamento a casa con febbre ed altro,ma purtroppo nessun paese può garantire posti ospedalieri per tutti.

diegom13

Ven, 27/03/2020 - 10:57

@theRedPill: India ed Africa subsahariana probabilmente non esploderanno dal punto di vista epidemiologico, ma funzioneranno da riserva del virus, che si nasconderà lì in attesa di essere reimportato negli altri paesi. C'è da sperare che nel frattempo si modifichi, finendo per essere meno letale.

antonmessina

Ven, 27/03/2020 - 10:59

ossigenozono sarebbe da testare visto cio che dice il luminare

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Ven, 27/03/2020 - 11:33

chi specula sui ventilatori,deve tassativamente chiudere l'azienda epagare le penali..se fossimo un parse normale.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Ven, 27/03/2020 - 12:02

Quale sarebbe il senso di questi articoli? Anche se vero penso sia meglio evitare questi pezzi fatti ad hoc per spaventare ancora di piu' in una situazione di paura e dolore in tutta la Nazione.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Ven, 27/03/2020 - 12:26

Il senso di questi articoli è quello di informare la popolazione, che è lo scopo principale della libera stampa; in Cina l'informazione è stata inizialmente nascosta e il mondo è stato infettato. In Italia c'era chi minimizzava invitando agli aperitivi e ai ristoranti, specie cinesi. L'informazione è potere, chi sa può salvarsi, chi non sa è facile che soccomba.

6077

Ven, 27/03/2020 - 14:09

a questo punto l'avevano capito anche i lombrichi. diteci qualcosa che non sappiamo già.

morello

Ven, 27/03/2020 - 14:27

Tanti professori ..morte certa . Mai detto fu piu' vero. Nessuno va in Germania a vedere come curano i contagiati fin dai primi stadi della malattia?

rasiera

Ven, 27/03/2020 - 14:35

a me piacerebbe sapere quanto influisce il fumo nelle probabilità di decesso. Perché non lo dicono mai?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 27/03/2020 - 15:38

E' UN VIRUS TATTICO STAGIONALE CON 22 GRADI IN SU' SPARIRA' DA SOLO, E' STATO CREATO PER DESTABILIZZARE L'ECONOMIA E RIPULIRE IL PIANETA DA GENTE GIA' MALATA ED ANZIANA CHE SECONDO IL NEOLIBERISMO ESSENDO IMPRODUTTIVI E CON SCARSA PROPENSIONE AL DEBITO SONO INUTILI. NON AVETE IDEA DI COSA VI ASPETTA SE NON CAMBIATE LINEA TEMPORALE CARI UMANI DEL PIANETA TERRA

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Ven, 27/03/2020 - 16:10

@rasiera -- Lo hanno già detto: il fumo aumenta del 300% la possibilità di non sopravvivere.

ilguastafeste

Ven, 27/03/2020 - 16:38

Qualche giorno fa dicevano che nei pazienti guariti aveva creato danni ai polmoni. Oggi, quest'altro esperto, dice che non fa danni, ma se si attacca i polmoni diventa letale. Eh già, io credevo che diventasse letale attaccandosi alle scarpe...

rasiera

Ven, 27/03/2020 - 17:20

@Straiè2015 eh però, mica poco. Grazie per l'info, me la sono persa.