Coronavirus

Coronavirus, a Genova è (quasi) pronta la prima nave-ospedale

L'idea della compagnia Gnv sta diventando realtà: il traghetto sarà organizzato per accogliere i contagiati dal coronavirus. Toti: "Pronta in cinque giorni"

Coronavirus, a Genova è (quasi) pronta la prima nave-ospedale

Per fare fronte all'emergenza sanitaria nazionale del coronavirus, e alleggerire i reparti di rianimazione e terapia intensiva degli ospedali italiani, a rischio collasso per il gran numero di positivi al Covid-19, stanno arrivando le prime navi-ospedali.

Pioniere di questo importante progetto è la compagnia di navigazione GNV (Grandi Navi Veloci) che a Genova pensato di trasformare un suo traghetto in un nosocomio per sopperire appunto alla carenza di posti letto nelle strutture del Sistema sanitario nazionale.

L'idea è nata dai vertici della compagnia stessa (che fa parte del gruppo Aponte) ed è stata in seguito approvata dalla proprietà e dalle istituzioni locali: il primo cittadino Marco Bucci, il presidente della regione Liguria e la Protezione Civile hanno dato il loro benestare al progetto, ora affidato – come riportato dal Secolo XIX – dal Rina-Registro italiano navale, al quale spetta il compito di rilasciare la certificazione alla nave-ospedale. Gnn ha reso noto che "sta lavorando con le istituzioni per affrontare tutti gli aspetti inclusi i piani operativi" circa la metamorfosi del ferry "anti-coronavirus". Sempre secondo quanto riporta il quotidiano locale, il piano dovrebbe prevedere anche la possibile adozione di una nave da crociera (probabilmente di Msc) per eventuali ulteriori necessità.

Le tempistiche? In prima battuta si era parlato di una settimana o di dieci giorni e nella giornata di oggi, venerdì 13 marzo, il governatore Giovanni Toti ha annunciato l’accelerata. Ospite del salotto televisivo di Mediaset di Mattino 5 (sulla rete ammiraglia del Biscione), il fondatore e leader di Cambiamo! ha dichiarato: "La nave potrà essere utilizzata in molti modi: da chi viene dimesso dall'ospedale per continuare la sua convalescenza a quelle persone che non possono fare l'isolamento a casa e hanno bisogno di cure per il coronavirus. Nel giro di cinque giorni saremo pronti ad utilizzarlo". Manca ormai poco, insomma, per il primo ospedale attrezzato galleggiante.

Plaude all'iniziativa l'ex ministra e attuale capogruppo alla Camera di Italia Viva Maria Elena Boschi, che sui propri profili social scrive: "Ieri ho proposto di usare le navi da crociera e i traghetti fermi nei porti come ospedali d'emergenza. Oggi Toti annuncia che a Genova la prima nave ospedale sarà pronta in una settimana. Bene così, avanti tutti insieme".

Commenti