Coronavirus, i guariti sono quasi 80mila

Il bollettino sull'emergenza coronavirus: un nuovo caso ogni 29 tamponi fatti. Continua il calo dei malati (-239). 28.710 le vittime in totale

Coronavirus, i guariti sono quasi 80mila

Il numero delle vittime torna ad aumentare: nelle ultime 24 ore sono stati 474 decessi per un totale di 28.710. Si tratta però di un dato falsato dalla comunicazione di 282 decessi avvenuti già ad aprile in Lombardia e registrati solo oggi. Il totale delle vittime cresce quindi di 474 unità, ma il dato reale delle ultime 24 ore sarebbe in ulteriore calo rispetto a ieri: 192 morti (ieri +269).

Gli altri indicatori continuano a muoversi verso la riduzione del contagio. In discesa il numero degli attualmente positivi al coronavirus: ad oggi, i malati nel Paese sono 100.704 con un calo di 239 unità (ieri erano stati 608 in meno rispetto al giorno prima). Prosegue anche il calo della pressione sugli ospedali. Ad oggi in terapia intensiva si contano 1.539 pazienti, 39 meno di ieri. Scende ancora il dato sui ricoverati con sintomi che hanno raggiunto quota 17.357 persone (-212). 81.808 persone, pari al 81% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Cala il numero dei guariti: nelle ultime 24 ore si registrano infatti 1.665 unità che fanno salire il totale a 79.914 (ieri +2.304)

Dall'inizio della diffusione del coronavirus in Italia, il numero complessivo dei contagiati (comprese le vittime e i guariti) è salito a quota 209.328 (+1.900 rispetto a ieri). Oggi sono stati fatti 55.412 tamponi (ieri 74.208): il rapporto tra tamponi eseguiti e casi individuati è di 1 malato ogni 29,2 test (il 3,4%).

In particolare, i casi attualmente positivi sono 36.667 in Lombardia, 15.719 in Piemonte, 9.323 in Emilia-Romagna, 7.431 in Veneto, 5.365 in Toscana, 3.598 in Liguria, 4.452 nel Lazio, 3.205 nelle Marche, 2.721 in Campania, 1.282 nella Provincia autonoma di Trento, 2.954 in Puglia, 2.186 in Sicilia, 1.109 in Friuli Venezia Giulia, 1.879 in Abruzzo, 703 nella Provincia autonoma di Bolzano, 196 in Umbria, 730 in Sardegna, 98 in Valle d’Aosta, 713 in Calabria, 191 in Basilicata e 182 in Molise.

Lombardia

Dall'inizio della diffusione del coronavirus in Lombardia sono stati registrati 77.002 casi, con 533 positivi in più rispetto a ieri quando l'aumento sul giorno precedente era stato di 737. I ricoverati sono 6.529, 99 in meno rispetto a ieri. In terapia intensiva ci sono 545 pazienti (-18). In calo anche il dato dei decessi: nelle ultime 24 ore in regione si sono registrati 47 morti (ieri +88). A questi, si legge sul sito di Regione, per quanto riguarda il computo totale, ne vanno aggiunti 282 relativi all'aggiornamento complessivo che ogni fine mese forniscono i Comuni della Lombardia. Il totale delle vittime è quindi di 14.189.

Nella provincia di Bergamo i casi di coronavirus sono arrivati a quota 11.394. Rispetto a ieri, la crescita è di 34 unità. A Brescia invece si sono accertati 70 nuovi casi e il totale è arrivato a 12.999. Per quanto riguarda Milano, in provincia i positivi sono 19.950, 249 più di ieri quando si erano registrati 364 casi sul giorno precedente. In città invece i casi sono saliti a quota 8.450 (+115, mentre ieri l'incremento era stato di 177).

Lazio

"Oggi registriamo un dato di 84 casi positivi nelle ultime 24 ore con un trend al 1,2%", ha annunciato l'assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato. "Ci vuole cautela in questa fase, la riapertura non significa che il virus sia stato sconfitto", ha dichiarato aggiungendo che "nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 15".

Commenti