Coronavirus, i ricercatori israeliani: "Siamo vicini al vaccino"

L'Istituto Migal d'Israele rende noto il passo in avanti nella ricerca di un vaccino anti-Covid-19: i ricercatori sarebbero vicini alla "soluzione"

"Siamo vicini alla creazione di un vaccino anti coronavirus". L'annuncio che rincuora e risolleva il morale arriva da Israele. Sì, perché i ricercatori del Galilee Research institute-Migal hanno reso noto di essere a un passo dall'obiettivo.

L'istituto di ricerca, vera eccellenza sanitaria del Paese e non solo, ha comunicato così i passi in avanti nella ricerca di un "antidoto" al Covid-19, che continua a diffondersi in tutto il mondo. L'ultimo bilancio aggiornato dei contagi e dei morti parla di 110.276 infettati, 62.097 ristabiliti e 3.840 decessi. In Italia abbiamo 7.375 casi confermati dalle istituzioni e autorità sanitarie, 622 soggetti che sono guariti e 366 trapassati. In Israele, invece, sono appena 39 i casi rilevati, con due persone che si sono ristabilite e nessun decesso.

Gli esperti del Migal, come registrato da La Stampa, hanno annunciato di aver ottenuto importanti "risultati scientifici" che possono portare in breve tempo alla "rapida creazione di un vaccino contro il coronavirus".

Gli scienziati scrivono che "questa possibilità è stata identificata come sottoprodotto dello sviluppo di un vaccino contro l'Ibv (virus della bronchite infettiva), una malattia che colpisce il pollame, la cui efficacia è stata dimostrata in studi pre-clinici condotti presso l'Istituto stesso". Il pool di esperti rende anche noto che il "coronavirus del pollame ha un'elevata somiglianza genetica con il Covid-19 umano e che utilizza lo stesso meccanismo di infezione, un fatto che aumenta la probabilità di ottenere un vaccino umano efficace in breve tempo periodo di tempo".

In ultimo, ma non per importanza, i ricercatori del Galilee Research institute fanno sapere che "dopo aver apportato le necessarie modifiche genetiche per adattare il vaccino al Covi-19 (il ceppo umano del coronavirus) sta lavorando per ottenere le approvazioni di sicurezza che consentiranno test in vivo e consentire l'avvio della produzione di un vaccino per contrastare il coronavirus".

Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria – registra TgCom24 – ha dichiarato che il vaccino contro il coronavirus, una volta trovato, costerà quasi un miliardo di euro, 900 milioni per l'esattezza, dal momento di inizio degli studi e delle ricerche in laboratorio al momento in cui il farmaco sarà pronto per il suo utilizzo. Ma ci vorrà tempo, ci vorranno anni: "Mediamente sono necessari uno o due anni per arrivare alla fase finale di sviluppo di un vaccino, ma molto dipende dal momento in cui è disponibile la sequenza virale. Nel caso del SarsCov2 la sequenza del virus è stata subito resa disponibile dalla Cina e, dopo, il nuovo virus è stato anche isolato e sequenziato in Italia, con un'aggiunta di informazioni e conoscenze", dice il numero uno di Farmindustria.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Lun, 09/03/2020 - 12:17

speriamo

obiettore

Lun, 09/03/2020 - 14:26

Sarà obbligatorio ?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 09/03/2020 - 14:40

....e i "no vax"?....E i "musulmani"?.....

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Lun, 09/03/2020 - 14:42

Speriamo facciano presto e soprattutto senza azzeccagarbugli…..come l'U.E.!

Lugar

Lun, 09/03/2020 - 14:47

Ma se in Cina è già in sperimentazione sugli esseri umani, disponibile già da aprile di quest'anno su scala mondiale, perchè noi paliamo di anni?

Dordolio

Lun, 09/03/2020 - 14:47

Le capacità israeliane sono unanimemente e giustamente considerate eccezionali. Questa faccenda però presenta qualche lato...oscuro. I tempi medi e noti per elaborare un vaccino credo siano di un anno e mezzo. E questi come fanno in un tempo così breve? Mi viene in mente quel che ebbe a raccontare mi pare Norton, fondatore della famosa Casa produttrice di antivirus (informatici), parlando dei primordi delle infezioni di computer e delle relative contromisure:" Elaboravamo i virus al piano terra, e il relativo e conseguente antivirus al primo piano"....

lucas2

Lun, 09/03/2020 - 14:59

Tra "siamo vicini a un vaccino" e "ci vogliono due anni" c'è una bella differenza. Sarebbe utile che gli articoli approfondissero un po' meglio il tema.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 09/03/2020 - 15:08

Lugar 14:47....non crederà certo,che lasceranno in mano ai Cinesi,questo lucroso business farmaceutico?!

Raffaello13

Lun, 09/03/2020 - 15:29

Dopo le figuracce fatte dai "Nostri" Scienziati, dapprima lodati ed osannati nelle TV di stato per aver "isolato" a Roma il Virus, come avevano GIA' fatto decine di Laboratori nel mondo, non vedo come si debba credere alle stime "ci vogliono due anni" perchè sono riferite alla ELEFANTIACA Burocrazia e carenze di mezzi cui sono sottoposti qua. Gli "altri" NON hanno limiti di sperimentazione sugli Umani e forse maggior finanziamenti, visto che Trump ha posto un PREMIO di Miiardi di $$ se si sbrigano a trovare farmaco e vaccino.

Raffaello13

Lun, 09/03/2020 - 15:41

Approfitto per diffondere una notizia importante, pubblicata il 3 Marzo, a riguardo di un farmaco EFFICACE a contrastare la crescita del Virus ed a ridurre le lesioni ai polmoni, dal titolo in lingua "Remdesvir promising antiviral against coronavirus" di cui si parla anche su "CAFFEINA" dicendo che lo sta usando il prof. Matteo Bassetti al S. Martino di Genova. E con quello hanno guariti anche i due cinesi di Roma. Questo Remdesvir, assieme all Interferon B sembra aver successo. Dovrebbero usarlo in Lombardia, sarà COSTOSO, ma sennò va in crisi il sistema..

Divoll

Lun, 09/03/2020 - 15:43

Magari lo tenevano gia' pronto da quando gli Usa hanno creato questo virus in laboratorio... Distruzione e guadagno, business as usual.

Raffaello13

Lun, 09/03/2020 - 15:45

Tra due anni il vaccino NON sarà molto utile, perchè molti saranno Morti ed altri Guariti, quindi...

Divoll

Lun, 09/03/2020 - 15:47

Qualunque esperto sa che un vaccino non si puo' creare in meno di un anno, un anno e mezzo. Chi vuole, capisca.

Sempreverde

Lun, 09/03/2020 - 15:53

Adoro questo paese. Israele vi amo! Vi voglio in Europa. Siete un esempio di tenacia. Voi sarete eterni!

Tergestinus.

Lun, 09/03/2020 - 16:07

Dordolio e Divoll: vi siete sbagliati, questo è il sito del "Giornale", non quello del "Manifesto".

FraScassato

Lun, 09/03/2020 - 16:41

Ah sì, la salvezza, guarda caso viene da israele! la Cina non ha debiti biblici o della II guerra mondiale.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 09/03/2020 - 16:43

Chissà se i komunisti, storici odiatori di Israele, accetterebbero un vaccino simile !!! vadano a farselo dare dai palestinesi !!!

herman48

Lun, 09/03/2020 - 17:11

Non e' ironico che uno dei paesi piu' colpiti, l'Iran, forse verra' salvato proprio dalla nazione che vuole distruggere da sempre?

Dordolio

Lun, 09/03/2020 - 17:12

Tergestinus caro, qui nessuno guarda a sinistra (anzi....). Il fatto è che ci piace ragionare, e non mandare il cervello all'ammasso nè in sinagoga e men che mai in moschea.... E a Pechino non ne parliamo neppure!

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 09/03/2020 - 17:37

Dordolio, guarda che il covit-19 è un prodotto della Cina Comunista...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 09/03/2020 - 17:45

@Dordolio e @Divoll - ha ragione l'amico @Tergestinus. Voi vedete nemici ovunque. Fate bene comunsiti, nessuno vi sopporta più.

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Lun, 09/03/2020 - 18:30

Supponiamo che tra un mese Israele riesca a produrre un vaccino. I pidioti, le sardine ed i centri sociali volerebbero tra i primi a farsi vaccinare all'inizio di Aprile; poi, scomparso il pericolo di prendersi la malattia negli assembramenti, dimostrerebbero la loro riconoscenza partecipando in massa con la keffiah al collo alla sfilata del 25 Aprile, e tornando a bersagliare con sputi e bottigliette i rappresentanti della comunita' ebraica milanese che, chissa' perche', continuano stoicamente a presenziare al rituale evento ANPI.

ROUTE66

Lun, 09/03/2020 - 18:31

CI SPIEGATE COME MAI GLI ESPERTI USA HANNO DATO DEL MATTO A TRUMP PERCHè CHIEDEVA IL VACCINO IN 3/4 MESI.E POI ISRAELE CE LO FORNIRà IN POCHI MESI. è ABBASTANZA EDUCATA LA DOMANDA?

gjallahorn

Lun, 09/03/2020 - 19:25

Tranquilli, poi ci vogliono un paio d' anni per renderlo disponibile...se resta qualcuno.

Dordolio

Lun, 09/03/2020 - 19:54

@tomari: ne ero convinto anche io francamente.... Poi scopro che Sion ha il rimedio nel cassetto e allora mi vengono delle idee strane. Mia nonna diceva qualcosa riguardo alla prima gallina che canta....

ruggerobarretti

Lun, 09/03/2020 - 20:24

Dordolio e Divoll: a pensar male diceva il divino e allora quegli strani studi alla universita' di Berkeley, covo liberal, ma finanziamenti Darpa e quel tempestivo forum chiamato event 201 ed i movimenti sempre disinteressati, si intende, di Bill e Melinda.