Italiani al Monte di Pietà ​per avere subito contanti

Nelle prossime settimane si potrà avere un incremento dei clienti che si rivolgeranno ad Affide, società attiva nel credito su stima. Le persone ottengono subito i contanti, dopo aver impegnato beni di valore e gioielli

Italiani al Monte di Pietà ​per avere subito contanti

L’emergenza coronavirus costringe molti italiani a rivolgersi anche al Monte dei Pegni per ricevere un po' di denaro in modo sicuro e rapido, dopo aver impegnato beni di valore e gioielli. La conferma arriva da Affide, la più grande società attiva nel settore del credito su stima in Italia. L’azienda rappresenta l’evoluzione proprio del Monte di Pietà divenuto poi Monte dei Pegni ed è riconosciuta dalla Banca d’Italia. Ha sede a Roma con varie filiali sparse in tutto il Paese.

L’attività

Il direttore generale Rainer Steger fa sapere all’Adnkronos che in questi giorni la società è operativa perché il credito su pegno rientra nelle attività finanziarie considerate essenziali dall’esecutivo. Steger racconta come al momento ci siano nuovi clienti, anche se a livello numerico non ci sono stati grossi cambiamenti. “Tuttavia siamo consapevoli che nelle prossime settimane si possa registrare un incremento della clientela -precisa Steger - anche perché non possiamo escludere che, per molti, possano esserci stati dei dubbi sull'effettiva apertura o meno di attività simili alla nostra e, superata questa prima fase, qualcosa potrebbe cambiare".

Il bisogno di liquidità

Affide è consapevole che in questo periodo i cittadini possano avere la necessità di avere contanti. Come evidenziato da Steger, la società ha deciso di andare incontro alle esigenze dei suoi clienti e, proprio per questo, ha stabilito la sospensione delle aste di tutte le polizze scadute e non rinnovate comprese tra inizio gennaio 2020 e la fine di aprile 2020. Va detto infatti che una volta scadutala polizza sottoscritta, il cliente ha davanti a sé tre opzioni: il rinnovo del contratto, che significa prolungare il prestito, riscattare il proprio bene o mandarlo all’asta. La polizza ha una validità di 3 o 6 mesi.

Affide ha quindi ritenuto “potesse essere utile sospendere la vendita per quelle polizze in scadenza tra gennaio e fine aprile 2020, così da dare a tutti il tempo per decidere e valutare con più calma la scelta da fare". I beni sono conservati in un deposito e assicurati. Le persone che vogliono impegnare un bene possono riscattarlo in qualunque momento.

Durante questa fase delicata, la società ha deciso di applicare un orario ridotto fino alle 13.30 dal lunedì al venerdì, nel rispetto delle indicazioni delle autorità. Per rendere il lavoro più snello, invita i suoi clienti a fissare un appuntamento via telefono con la filiale territoriale o tramite mail.

Commenti