Il coronavirus non è affatto come l'influenza: ecco il grafico che lo dimostra

Un grafico elaborato dall’Associazione nazionale biotecnologi italiani smonta una leggenda metropolitana: il coronavirus non è come l’influenza. Ecco perché

Il nuovo coronavirus non è letale come l’Ebola eppure sarebbe un grave errore abbassare la guardia considerandolo soltanto una sorta di influenza.

È vero, i due virus sono parenti strettissimi: il Covid-19, infatti, fa parte della famiglia dei coronavirus, la stessa della classica influenza stagionale. Eppure le differenze tra i due agenti patogeni sono enormi. Lo dimostra un grafico elaborato dall’Associazione nazionale biotecnologi italiani, che si basa sui dati dell’Iss e della Protezione civile.

Il confronto tra Covid-19 e influenza, riproposto anche dal Messaggero, appare impietoso fin da subito. Nell’elaborazione si nota come solo nella seconda settimana dalla comparsa dell’epidemia di nuovo coronavirus in Italia, la quota dei morti abbia già raggiunto quota 131 contro i soli 29 decessi fatti registrare dall’influenza del 2019 nel suo picco massimo.

Come se non bastasse, il Covid-19 è decisamente molto più contagioso dell’influenza che siamo abituati a conoscere e per la quale – altro aspetto non secondario – il nostro organismo ha già gli anticorpi. Scendendo nel dettaglio, il contagio del nuovo coronavirus va incontro a un aumento esponenziale mentre quello dell’ultima influenza del 2019 segue un decorso assai più graduale.

Un confronto impari

Il picco massimo dell’influenza, infatti, un anno fa è arrivato alla quinta settimana dalla sua comparsa. Nell’arco di quei giorni 29 furono i pazienti morti mentre 93 i casi in terapia intensiva. Il coronavirus, invece, ha già superato questi valori in appena due settimane. Le morti si attestano già intorno alle 131 unità mentre i pazienti in terapia intensiva sono 351. I numeri rischiano di aumentare sempre di più ogni giorno che passa.

Il governo, per porre un freno al contagio, ha lanciato al popolo italiano delle raccomandazioni da seguire, come evitare assembramenti e luoghi affollati, lavarsi le mani e restare in casa se abbiamo più di 75 anni o 65 con problemi pregressi. A quanto pare non è bastato visto che i casi continuano ad aumentare giorno dopo giorno. L’ultimo bollettino parla di oltre 1000 nuovi casi. E secondo alcuni esperti il picco del nuovo coronavirus deve ancora arrivare.

Le certezze sono poche. Di vaccini, per adesso, neanche l’ombra. Molti virologi consigliano di limitare le interazioni per questo periodo speciale e fare attenzione perfino nei gesti quotidiani più banali. Le scuole resteranno chiuse per due settimane ma non è detto che l’esecutivo non decida di prorogare lo stop. I prossimi giorni saranno cruciali per capire la direzione che prenderà questa epidemia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cesare caini

Sab, 07/03/2020 - 19:49

Mettere in galera chi diceva " è poco di più di un influenza " e buttare la chiave ! Stessa sorte a chi ha dato dei fascisti a chi voleva chiudere le frontiere e metter in quarantena chi arrivava dall'estero ! ! Adesso saranno i soliti innocenti a pagare queste scelleratezze di esseri incapaci ed imprevidenti ! Il responsabile che ha regalato le mascherine alla Cina , lasciando gli Italiani senza difese , deve essere punito esemplarmente per rispetto alla popolazione che sta rischiando la salute per colpa sua !

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Sab, 07/03/2020 - 20:04

Continuate, continuate col terrorismo mediatico. Non vi basta un paese allo sfascio, va affossato ancora un po’. Bravi, avete guadagnato un click, il mio. Altri arriveranno. Belle soddisfazioni...

ulanbator10

Sab, 07/03/2020 - 20:17

A me risulta che i morti per polmonite quale aggravante di malattia pregressa e quasi tutti influenza stagionale siano stati oltre 11.000 nel 2019. Cio' significa che la media dei morti neii sei mesi nei quali si sviluppa l'influenza è di oltre 60 morti al giorno. O no?

claudioarmc

Sab, 07/03/2020 - 20:24

Pigliamo a calci in bocca ci diceva con numerose comparsate in tv "è come l'influenza" oppure "Salvini crea allarmismo"

d'annunzianof

Sab, 07/03/2020 - 20:54

Sbattere in galera chi ragliava al razzismo e xenofobia a cominciare con il presidente della Toscana per omicidio plurimo colposo CHE SI E` RIFIUTATO DI METTERE IN QUARANTENA TUTTI GLI ARRIVATI DALLA CINA PER MOTIVI IDEOLOGICI INVECE CHE MEDICO-SCIENTIFICI E DI BUON SENSO! Questa non e` una influenza e` una polmonite virale DALLA CINA e ci stiamo avvicinando velocemente dall'epidemia alla pandemia. LE MANI SPORCHE DEL SANGUE DI CHI MORIRA` DI QUESSTA POLMONITE CINESE SONO DI TUTTI GLI ACC0GLI0NI DI SINISTRA! CHE DIO VI STRAMALEDICA!

jaguar

Sab, 07/03/2020 - 21:05

Dovrebbero spiegarlo ai luminari che affermavano il contrario.

salvochi

Sab, 07/03/2020 - 21:17

Il virus della "influenza stagionale" (Influenzavirus A) non fa parte della stessa famiglia del Coronavirus. Coronaviridae per uno e Orthomyxoviridae per l´altro.

nunavut

Sab, 07/03/2020 - 21:25

@ ulanbator10 20:17 Non conetsto le sue cifre ma c'é un però i suoi numeri si basano su tutta l'Italia quelli odierni si concentrano solo sui pazienti di alcune regioni,se lei lasciasse libero sfogo al covid-19 e si rispandesse in tutta la nazione quanti morti ipotizzerebbe ??

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 07/03/2020 - 21:28

Boycottpoliticalcorrectness, da ieri ci son stati 36 morti in più. Basta ragliare cazzate sull'allarmismo fatto dal giornale.

Ritratto di Unicum68

Unicum68

Sab, 07/03/2020 - 21:57

Io da dati presi dati da più fonti ho gli stessi dati di ULABANTOR10 Nel 2019 i morti per influenza correlata a malattie preesistenti o per fascia d'ètà elevata superano i 11000 che diviso 150/180 (i cinque/sei mesi in cui prevale e c'è lo sviluppo di sindromi influenzali)fa circa dai 60 ai 70 morti al giorno! Nei morti da covid-19 ci sono quasi tutti casi di questo genere! Per cui il grafico è un dato messo li e deconestualizzato!

LorisDalPoz

Sab, 07/03/2020 - 22:50

Ma ci scrive questi articoli? I morti per patologie correlate a stato influenzale nel 2019 sono stato oltre 10.000. Basta sensazionalismo paranoico

mikiz

Sab, 07/03/2020 - 23:03

Radiare dall'Ordine dei Medici quei fenomeni che hanno detto in TV e sui giornali che il focus 19 era come un'influenza! Ma non succederà...

GeoGio

Sab, 07/03/2020 - 23:11

anno scorso sono morte 2000 persone per influenza in Italia. Per il coronavirus nell'apice del contagio sono previste 6000 morti. Su una popolazione di 60.000, non e' esagerato bloccare l'economia per poi considerare che il contagio non si puo comunque fermare? Quanti saranno i morti di fallimenti? disoccupazione, cartelle esattoriali? Leggo che sono 700.000 le morti di Aids nel mondo, 6000 solo in Italia. Questo non preoccupa? aahh ma forse non bisogna criticare il fatto che aumentano a dismisura i sieropositivi che convivono con la malattia e con le costose medicine...

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 07/03/2020 - 23:49

Per chi spara numeri sui morti per influenza senza indicare fonti. Epicentro-ISS, "Influenza: un primo bilancio per la stagione 2019-2020" Dati dal 14/10/2019 fino alla 7° settimana del 2020: stimati 5.632.000 influenzati, i decessi sono stati 30 (TRENTA) e di questi "il 97% dei decessi da influenza confermata segnalati al sistema presentano almeno una patologia cronica preesistente.", perciò solo il 3%, che vuol dire 1 (UNO) sui 30, è morto solo per influenza. Non faccio la divisione 30/5.632.000 per carità di Patria.

ruggerobarretti

Sab, 07/03/2020 - 23:49

Ma i partecipanti all' event 201 conoscevano o no la pericolosità del coronavirus?? Ma gates e consorte che dicono ora a riguardo??

fert64

Sab, 07/03/2020 - 23:52

Non sapevo che Federico Giuliani fosse un virologo di fama internazionale.

0rl4nd0

Dom, 08/03/2020 - 00:11

Ma chi raglia ancora con la storia della semplice influenza! Ma lo volete capire che le persone che si infettano di semplice influenza sono 7/8 milioni in Italia e per anno ? Con la virulenza del CV solo se fossero gli stessi, al momento (preciso, al momento) si stimerebbero ben 238/272.000 morti, praticamente una spagnola 2!!!

gc03

Dom, 08/03/2020 - 04:12

Ma per capire se e'seria o no basta(va) guardare chi ce l'ha gia'avuta... le nostre autorita' fino ad oggi hanno messo in campo misure blande. Quindi non c'e nessuna ragione di pensare che l'Italia sara' diversa da Wuhan...

Popi46

Dom, 08/03/2020 - 07:13

Filosoficamente parlando è stupefacente come questo magnifico bipede pensante,capace di raggiungere vette vertiginose nella conoscenza,nell’arte,nella tecnologia (ed altrettanti vertiginosi abissi nella malvagità,nella violenza,nell’ignoranza), sia messo in ginocchio da un “coso” ( non un animale,non un vegetale, non un minerale.... un “coso”) venuto dallo spazio

Dordolio

Dom, 08/03/2020 - 07:22

Questi calcoli statistici - in un senso come nell'altro - lasciano il tempo che trovano. L'unica cosa credo certa è che di questo virus (ex DEI PIPISTRELLI pare...) si sa ancora troppo poco. L'unico flash mi pare intelligente - sulla faccenda - è stato di quell'infettivologo mi pare ligure che ha detto più o meno: "C'è della gente morta che aveva il coronavirus.... Ma è morta CON quello o A CAUSA di quello?" Chiaro, no?

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Dom, 08/03/2020 - 07:23

Temo che far crollare il nord e svendere le imprese del nord sia l'obbiettivo.

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 08/03/2020 - 08:08

Ha detto fino a ieri che era una influenza. ci credo che la gente va in giro!

eroncelli

Dom, 08/03/2020 - 08:11

Come al solito, un resoconto "giornalistico", ma non scientifico. I danni da "influenza normale" sono ridotti perché c'è la vaccinazione, non perché la malattia è meno pericolosa. Appena ci sarà il vaccino, presumibilmente in estate, si ridurrà la pericolosità. Peraltro, le misure di contenimento vanno attuate, ma, al momento, non vi è evidenza di un incremento del tasso annuale di mortalità (o, per lo meno, non ce lo dicono).

kyser

Dom, 08/03/2020 - 08:31

uardate che l'unica cosa vera dell'analisi è che il virus è molto più contagioso dell'influenza. Poi certo che se l'influenza, per cui esiste un vaccino e si diffonde con meno facilità, contagia 1/10 delle persone, anche i decessi saranno un decimo a parità di pericolosità.

kyser

Dom, 08/03/2020 - 08:38

GeoGio i numeri che ha riportato sono un po' sballati, ma i concetti li condivido...non dico di non fare prevenzione, il pericolo di questo covid è la facilità di diffusione (e noi siamo un popolo che ci si saluta sempre con baci e abbracci anche con semisconosciuti), ma ammazzare l'economia porterà solo maggiori danni. La mortalità di sto covid comunque non è dissimile dall'influenza dato che i morti maggiori per settimana sono legati solamente ai maggior n. di contagi.

salvochi

Dom, 08/03/2020 - 08:46

X Unicum e Ulanbator: i numeri intorno a 10000 credo provengano dalla somma di tutti i decessi inclusi quelli dovuti a polmoniti & co provocati da virus simili a quello dell'influenza (o a virus non meglio identificati). Fa una differenza ai fini di questa discussione?

Ritratto di Civis

Civis

Dom, 08/03/2020 - 09:14

INFORMATEVI, INVECE DI PESTARE SULLA TASTIERA A CASO !!

gigi0000

Dom, 08/03/2020 - 09:54

DATI ISTAT: Morte per Influenza e Polmonite anno 2003 8.878 - anno 2014 9.413. Qualcuno non la racconta giusta. Vogliamo considerare quelli per alcolismo, per cancro, per suicidi, per tutto il resto? Non facciamo i supermen, ma evitiamo di chiuderci nel bunker antiatomico, poiché il contagio potrebbe già essere avvenuto, ovvero potremmo contrarre il virus da 100 altri fattori, dal cibo, all'acqua, ecc.

ClioBer

Dom, 08/03/2020 - 10:10

Lasciando perdere la Spagnola, perché si parlerebbe di un mondo che non ha nulla a che vedere con quello attuale, l’unico riferimento da prendere in considerazione è quello più vicino, ovvero la pandemia suina/ H1N1 del 2009/2010. La storia ci dice che, nella sola Europa e in base ai parametri che si considerano, i decessi furono da 2.900 a 16.000.Ma ancora più significativo è il dato che riguarda l’Italia: Dunque, a fine novembre 2009 si contavano ca. 1,5 mln di contagiati, con 70 decessi. Passando ai giorni nostri, quindi al Covid-19, i dati di ieri li conosciamo, mentre quelli di oggi, con stima previsionali, che tuttavia non sarà troppo distante da quella che verrà comunicata ufficialmente, probabilmente saranno: Contagiati ca. 6.000, guariti 600/650, decessi 270/300. Se ciò non è sufficiente per far capire quanto sia diversa questa pandemia, e quanto sia pericolosa, vuol dire che non si vuol capire, perché non ben sintonizzati con la realtà.

Savoiardo

Dom, 08/03/2020 - 10:31

Ovviamente, non c'e' immunita' nella popolazione essendo il Covid19 un virus nuovo. Cervelloni !!! Chi ci guadagna da tutto cio'?

ecomago

Gio, 12/03/2020 - 13:33

equiparo il sistema di trasmissione di questo virus come i virus conosciuti dall'influenza,e so che è 20 volte più virulento,aggiungiamo anche che stiamo mettendo in atto comportamenti,limitazioni personali,e utilizzo di ogni sistema per contrastare il contagio.le domande che mi pongo sono: - come mai il contagio da influenza è praticamente immutato nelle tre ultime stagioni nonostante stiamo lavorando a evitare l'infezione di un virus più virulento? - come mai , visto che i blocchi sanitari funzionano meglio dei blocchi del traffico, la qualità dell'aria nelle città resta appena accettabile? - come mai gli odierni inasprimenti sui blocchi alle attività non colpiscono le attività dello Stato, quali tabaccherie e distributori, equiparati da Conte come beni di prima necessità al pari di una Farmacia? - come mai viene indirettamente imposto alle aziende che hanno intenzione di sopravvivere, di adeguarsi al porta-porta mentre a supermercati,tabaccherie,farmacie no?