L’Oms cambia le linee guida: non serve tampone negativo per considerarsi guariti dal Covid

L’Oms ha cambiato le regole: solo tre giorni senza sintomi e addio isolamento. Indipendentemente dalla gravità dell’infezione

Chi è risultato positivo al coronavirus adesso non dovrà più aspettare di avere due tamponi negativi per poter essere considerato guarito. Dopo tre giorni senza sintomi si potrà infatti dire addio all’isolamento. L’Organizzazione mondiale della Sanità ha infatti cambiato le carte in tavole e ha comunicato che non sarà più necessario avere il doppio tampone negativo per certificare la guarigione, e lasciare quindi i domiciliari. Saranno infatti sufficienti 3 giorni senza sintomi per tornare liberi. Indipendentemente dalla gravità dell’infezione.

Addio al doppio tampone negativo

Come riportato dal Corriere, i nuovi criteri imposti dall’Oms sono essenzialmente due. I pazienti sintomatici dovranno aspettare10 giorni dopo l’insorgenza dei sintomi, e almeno 3 giorni senza sintomi, questo vale anche per febbre e sintomi respiratori. Per i pazienti asintomatici si parla invece di 10 giorni dopo il risultato del tampone positivo. Questo vuol dire che se un soggetto ha avuto sintomi per due giorni, dopo 10 giorni+3, ovvero 13 dall’inizio dei sintomi, potrà uscire dall’isolamento. Se un paziente ha avuto invece sintomi per 14 giorni, potrà dirsi libero allo scadere del 17° (14+3). Se i sintomi hanno invece avuto una durata di 30 giorni, verrà considerato fuori dall’isolamento al 33esimo giorno (30+3).

Questo cambiamento si deve al fatto che il virus attivo, ovvero quello che può replicarsi e infettare altri soggetti, non sarebbe presente, se non in rarissimi casi, nei campioni respiratori del paziente dopo 9 giorni dall’insorgenza dei sintomi da coronavirus. Questo avviene soprattutto in casi di infezione lieve, contestualmente alla formazione di anticorpi neutralizzanti. Il paziente viene quindi reso libero dall’isolamento sulla base di criteri clinici, e non più sulla ripetizione dell’esame del tampone. Questo può infatti continuare a trovare tracce non vitali di RNA per diverse settimane, anche se non pericoloso.

I problemi che crea un periodo di isolamento lungo

Senza contare che restare in isolamento per molto tempo può avere un impatto negativo sia sulla persona stessa che sulla società, che sull’accesso alle cure mediche. Le nuove regole dell’Organizzazione mondiale della sanità servono quindi a ridurre il periodo di isolamento a molti pazienti che non sono rischiosi né per se stessi, né per gli altri individui. In questo modo si andrebbe anche ad aumentare le risorse per i nuovi tamponi per gli asintomatici. Per non parlare del risparmio economico: molti di questi tamponi vengono eseguiti proprio per certificare la guarigione dal coronavirus.

L’epidemiologo Luigi Lopalco ha spiegato che questo tema è molto importante, in quanto “sono moltissime le persone prigioniere in casa per settimane che non manifestano sintomi e capitano anche casi di tamponi positivi dopo due tamponi negativi. Questi esami li stiamo inviando a laboratori specializzati per capire se si tratta di un residuo di Rna non vitale o se il virus cresce in coltura e quindi potrebbe essere ancora contagioso. I Cdc americani hanno recepito le nuove linee guida dell’Oms, vediamo che cosa deciderà l’Italia”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

manson

Dom, 21/06/2020 - 10:23

Benissimo tutti fuori dall isolamento e rientro immediato sul posto di lavoro. Poi mi raccomando movida e tour dei parenti possibilmente anziani. Tutto rigorosamente senza mascherine mi raccomando! Qualcuno ha capito che questi vogliono solo far risalire i contagi per richiudere tutto?!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 21/06/2020 - 10:26

Quest'ultima giravolta farà definitivamente smontare il palco della "rappresentazione",della "commedia mascherata" FUFFAVIRUS?...Continueranno le mandrie di "mucche Italiane con il campanaccio al collo",al pascolo,controllate,terrorizzate,secondo i principi dell'esperimento della "rana bollita" di Chomsky,nella prospettiva apocalittica della "teoria" Kalergi,trascinate,abituate ormai a vivere nel regno della "decrescita infelice",a sollevare la testa,RAGIONARE o continueranno a fare:"MUUUUUU",...e continuare a brucare....finchè c'è erba??...La smetteranno di aspettare il "vaccino salvifico",che a parte la pericolosità,come sempre sostenuto,sarà FARLOCCO nel contenuto?? Questa ISTERIA collettiva,lascierà danni,sociali,psicologici,economici,che ci trascineremo nei prossimi decenni,in modo irreversibile!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 21/06/2020 - 10:32

manson 10:23...a fine mese,vedrà che il "test" di Napoli,smonterà definitivamente il palco del "FUFFAVIRUS"...

ROUTE66

Dom, 21/06/2020 - 10:34

Signori e Signore,nuovo giro nuova corsa,venite tutti ha provare l"ebrezza di questo nuovo gioco ,entusiasmante, SI CHIAMA, CAMBIO IDEA OGNI TRE GIORNI. Provare per credere,voi pagate e IO MI DIVERTO

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Dom, 21/06/2020 - 10:39

@zagovian: se ricordo bene in questi giorni dovevi darci i risultati delle prove della clorichina in Brasile.

cgf

Dom, 21/06/2020 - 10:43

all'OMS quanti uffici/portavoce hanno? metterli d'accordo prima, no? È l'OMS!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 21/06/2020 - 11:12

Il Covid-19" ha "toccato" in Italia lo 0,4% degli abitanti,il 14,5% dei quali è deceduto CON "Covid-19"(Svizzera:0,36%...con il 5,4% di deceduti,...tanto per...sarà l'aria,...l'Emmental...o ALTRO??!!)...Brasile,battuto TERRORISTICAMENTE dai MEDIA: Casi:1.070.000...Morti 50.050 ..rispettivamente come sopra:0,51%...con 4,68% di deceduti(come la Svizzera!) Il bello è che in 8 Stati,con forte opposizione all'uso di "idrossiclorochina",che rappresentano il 34% della intera popolazione Brasiliana,abbiamo: 72% dei totali casi....85% dei decessi!..E in 19 Stati,con debole opposizione/appoggio all'uso di "idrossiclorochina",che rappresentano il 66% della intera popolazione Brasiliana abbiamo:28% dei totali casi....15% dei decessi!Un rapporto 11 volte inferiore!!! La questione attuale è la guerra tra il Presidente della Repubblica e la Corte Suprema. Tutti usano l'idrossiclorochina ma nessuno ne parla,tranne che per sporadici commenti in stile CNN.

cgf

Dom, 21/06/2020 - 11:33

@Zagovian Come lo spiega che SEGUENDO SEMPRE IL SUO SISTEMA DI CALCOLO le percentuali più alte in Brasile sono nello stato di San Paolo mentre praticamente nulle Roraima o Rondònia? Più a sud, Argentina, vi sono provincie che dall'inizio hanno avuto meno di 10 casi e zero decessi mentre nella provincia di Buenos Aires ancora oggi siamo sui duemila nuovi cadi al giorno? Oggi poi nel continente Americano è la festa del padre, simile al ns 19 marzo, vedrà i prossimi giorni... Non si scervelli, la malattia si sviluppa maggiormente dove la gente si muove di più, maggiore è la possibilità di contagio. Guardi NYC, dove in tempi pre-covid nell'arco delle 24h poteva contare anche oltre 1 milione di persone in movimento.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 21/06/2020 - 11:34

manson Dom, 21/06/2020 - 10:23 Se lei è così impaurito grazie al plagio che ha fatto questo governo sono fatti suoi. Nessuno le sta chiedendo di uscire di casa:stia dentro ed esca quando lo riterrà opportuno.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 21/06/2020 - 11:39

Quello che afferma Zangrillo e adesso l'OMS è verità. Molte persone sono state costrette ai domiciliari per mesi perché all'ennesimo tampone risultavano ancora positivi.Francamente non avere sintomi alcuni e stare ai domiciliari come se uno fosse in galera è stato un sopruso violando lo stato di libertà del cittadino. Si spera che il governicchio che ha plagiato i cittadini attraverso i media accetti questi nuovi criteri,pur nutrendo seri dubbi sulla bontà del loro operato.

stefi84

Dom, 21/06/2020 - 14:11

Giustamente bisogna adeguarsi alla nuova situazione del virus, stavolta bravo Oms.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Dom, 21/06/2020 - 17:36

Pensavo che fosse una farsa prima e continuo a pensarlo adesso. L'oms può dire quello che gli pare ma per me è stata tutta una buffonata di cui hanno approfittato in molti per fini politici e personali. Non che pensi che non ci sia stato nessun pericolo, ma dopo un certo punto credo sia stato tutto esagerato.