Coronavirus, trend dei positivi in calo. 837 morti in un giorno

L'ultimo bollettino sull'emergenza coronavirus: sono 2.107 i nuovi positivi (ieri 1.648), ma nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 6mila tamponi in più. I guariti sono 15.729

Aumenta ancora il numero delle vittime. Nelle ultime 24 ore sono morte 837 persone, un dato superiore rispetto a quello di ieri (812) che fa salire il totale dei decessi a 12.428. Ad oggi, sono 77.635 i positivi nel Paese: 2.107 in più mentre ieri si erano registrati 1.648 nuovi casi. Come spiega Repubblica, si deve tenere in considerazione il fatto che nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 29.609 tamponi, ieri invece poco più di 23mila. I dati vanno quindi letti in chiave positiva: se ieri ogni sei tamponi si trovava un contagiato, oggi uno ogni sette.

Dopo il giorno record di ieri (1.590), oggi calano anche i guariti: sono 1.109 in più, per un totale di 15.729. Dall'inizio della diffusione del virus cinese, il numero complessivo dei contagiati (comprese le vittime e i guariti) ha raggiunto quota 105.792 (4.023 persone in più rispetto a ieri). I pazienti ricoverati con sintomi sono 28.192; 4.023 sono in terapia intensiva (+42, 1,1%), mentre 45.420 sono in isolamento domiciliare fiduciario. Sono questi i dati illustrati dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa quotidiana sull'emergenza coronavirus nel Paese. "Oggi sono stati trasferiti due pazienti in più rispetto a ieri, in totale dall'inizio dell'emergenza sono stati trasferiti 96 persone dalla Lombardia", ha aggiunto Borrelli che ha poi ricordato le tre nuove vittime tra il personale sanitario e ringraziato "tutti coloro che sono in prima linea".

"Cala l'incremento dei ricoverati, da 1.276 il 26 marzo a 409 ieri a 397 oggi, e lo stesso in terapia intensiva, dai 120 del 26 ai 42 di oggi. È una fotografia generale dell'andamento e di come il sistema ospedaliero fa fronte a questi numeri, che sono in via di contenimento", ha aggiunto Roberto Bernabei, geriatra del policlinico Gemelli e membro del comitato tecnico scientifico.

Per quanto riguarda le vittime, Bernabei ha spiegato che "l'età media dei deceduti è di 79 anni, per il 70% si tratta di uomini, le donne sono più forti. Il coronavirus colpisce organismi con delle fragilità". In particolare, ha aggiunto, "il 52% ha tre patologie, il 25% ha due patologie, il 21% ha una patologia e il 2% ha nessun patologia associate. Ci sono 23 deceduti sotto i 40, 15 hanno patologie associate".

Sui tamponi, Borrelli ha spiegato che "da alcuni giorni abbiamo avuto questa esigenza della scarsità di reagenti per i tamponi. Ho invitato il ministero della Salute a fare un tavolo per individuare soluzioni. È una delle esigenze che stiamo andando a soddisfare e che necessita di un coordinamento a livello nazionale". Inoltre, il capo della Protezione civile ha aggiunto che il numero di tamponi effettuai non dà una misura esatta delle persone controllate, perché "una persona ne fa almeno tre: uno quando si viene dichiarati positivi, poi altri due per essere dichiarati negativi".

Lombardia

Rallentano i contagi e cala il numero delle vittime. Il numero dei positivi cresce di 1.047 persone, mentre ieri l'aumento sul giorno precedente era stato di 1.154. Le vittime hanno raggiunto quota 7.199 persone (+381 rispetto al dato di ieri, quando l'aumento era stato di +458). 11.883 (+68) i ricoverati, 10.885 (+548) i dimessi. Migliora inoltre il dato relativo agli accessi in terapia intensiva: ieri c'erano infatti 1.330 pazienti ricoverati in rianimazione, mentre oggi sono 1.324 cioè 6 in meno. "I dati di oggi sono una conferma di una speranza che diventa qualcosa di più anche se non dobbiamo abbassare la guardia. Ma la nostra battaglia sta dando ogni giorno dei risultati positivi", ha dichiarato l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, nel corso dell'aggiornamento quotidiano su Facebook sull'emergenza coronavirus.

Per quanto riguarda le province, a Bergamo i casi di coronavirus sono arrivati a quota 8.803 (139, mentre ieri erano stati +137). Nella provincia di Brescia, invece si sono accertati 154 nuovi casi e il totale è arrivato a 8.367 (ieri +200). Nella provincia di Milano ci sono 8.911 positivi, più 235 casi rispetto a ieri (+347): "Una netta riduzione", ha commentato Gallera. A Milano città, i casi sono arrivati a quota 3.656 (+96, mentre ieri l'aumento era stato di +154).

Lazio

"Oggi registriamo un dato di 181 casi di positività e un trend in decrescita per la prima volta al 6%. Non bisogna però abbassare la guardia. In continua crescita il numero dei guariti che sale di 24 unità nelle ultime 24ore arrivando a 291 totali. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 8.985 e i decessi sono in totale 162 (+12)". Lo ha dichiarato l'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 31/03/2020 - 18:21

bene. allora queste misure stanno funzionando! ci voleva la strigliata di berlusconi per far cambiare idea a conte e alla sinistra !! :-)

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 31/03/2020 - 18:29

Il TITOLO dice che il TREND dei positivi cala. Poi nell'occhiello c'è scritto che i nuovi positivi sono 2107 e ieri erano 1648!!! Non ci ho capito niente!!! AUGH.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 31/03/2020 - 18:34

Ma come si fa a dire trend positivo in calo quando sono il 30% più di ieri?

Redfrank

Mar, 31/03/2020 - 18:34

a mortimerro...........ieri 30 marzo 1609 nuovi infettati.......oggi 31 marzo 2019 nuovi infettati............ci voleva la strigliata..................ma per favore taci

Cicaladorata

Mar, 31/03/2020 - 18:36

Per le prime uscite libere a livello nazionale, potreste creare uno SLOGAN invitando ogni italiano che esce dopo così tanti giorni, a COMPERARE un qualsiasi oggetto pur che NON sia alimentazione visto che x gli alimentari già si è speso molto. Questo slogan x invitare la gente ad aiutare tutti i negozi rimasti chiusi e a comperare solo italiano x aiutare le aziende che a monte della produzione hanno dovuto chiudere. SLOGAN FIDUCIOSO E FELICE !!!

Redfrank

Mar, 31/03/2020 - 18:40

c'è troppa gente incompetente che spara bufale.........c'è troppa gente pseudo esperti che non sanno nulla e dicono fesserie........ci sono troppi scienziati che non conoscono ancora quasi nulla di questo virus mai visto e dicono quello che pensano senza saperlo........poi ci sono i morti che lo sanno ma non sono in grado di dirlo a nessuno...........poi i giornalisti............ma basta basta basta basta....................

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 31/03/2020 - 18:43

Hernando, 18:29, lei non si è accorto che i tamponi sono aumentati di 6000 unità: più tamponi + positivi però il "trend" è migliorato rispetto a ieri perché ci volevano 6 tamponi per trovare un positivo mentre oggi ce ne vogliono 7.

savonarola.it

Mar, 31/03/2020 - 18:54

Non capisco tutto questo entusiasmo. E capisco ancor meno chi espone ai balconi drappi con scritto ANDRÀ TUTTO BENE. Con già 12.000 morti sicuri non vedo come possa andar bene. Togliete questa scritta. Abbiate pietà per chi ha perso la vita.

bernardo47

Mar, 31/03/2020 - 18:55

aumentando il numero dei tamponi, aumenta anche il numero dei caontagiati individuati. Quindi, il numero dei contagiati vero e' di gran lunga superiore al dato ufficiale,come molti medici affermano. Purtroppo continua il grande numero di morti anche se inferiore a ieri mi pare. Dovrebbero essere persone contagiatesi da almeno una quindicina di giorni o piu'(sarebbe interessante sapere da quanti giorni questi defunti sono stati contagiati, per vedere se operazione di allontanamento sociale, comincia dare risposte); ...sara' ancora dura temo.

timoty martin

Mar, 31/03/2020 - 18:58

Sono ancora troppi i morti, restiamo a casa il più possibile!! Le misure devono essere mantenute ancora a lungo. Conte e Renzi non pensino all'economia, la salute di tutti in primis.

bernardo47

Mar, 31/03/2020 - 18:58

sarebbe interessante sapere da quanto tempo, queste persone defunte, sono state contagiate e se cioe' trattasi di casi di infezioni risalenti a periodo precedente alle misure ministeriali di allontanamento tra le persone....

steluc

Mar, 31/03/2020 - 18:58

Non mi intendo di plateau trend picchi , a me sembra solo una continua ecatombe, chi ne è in buona parte responsabile non chiede scusa ne paga dazio, un governo di colore diverso sarebbe già stato sostituito e pure indagato, qui procure in letargo, al massimo la pagherà qualche medico.

bernardo47

Mar, 31/03/2020 - 18:59

vorrei sbagliare ma a me pare che questo corona, continua a menare e molto.....ripeto che spero di sbagliare.

jaguar

Mar, 31/03/2020 - 19:01

Ma è più importante il trend in calo dei positivi o il trend stabile dei decessi? Tutti parlano di un barlume di luce in fondo al tunnel, ma con più di 800 morti al giorno mi sembra una presa in giro.

vtrgsgcdg

Mar, 31/03/2020 - 19:19

Ma veramente i peraccottari del governo romano-meridionale pensavano di usare il coronavirus per impietosire i tedeschi e scroccare un pò di soldi? Ah ah ah. Si sono abituati troppo bene nei decenni a scroccare soldi ai bonaccioni lombardi, piemontesi, veneti e emiliani. Aldilà delle alpi la musica cambia. Quelli sono cattivi, i tedeschi, soprattutto se tenti di fregarli. Una cosa è certa i contagi sono direttamente proporzionali ai soldi che arrivano dalla germania e dall'europa. Zero soldi dalla Germania, zero contagi. Le riaperture di aziende vedrete che saranno inversamente proporzionali ai soldi che arrivano dalla germania e dall'europa. Aumentano al diminuire dei soldi ricevuti. Elementare Watson...

baio57

Mar, 31/03/2020 - 19:20

Visto che ormai date i numeri come ad una lotteria,con sondaggi e proiezioni varie,tanto da rimbecillire ancor più la gente, mi piacerebbe un'analisi sui deceduti per altre patologie gravi, e magari fare un confronto nel periodo gennaio-aprile con gli anni scorsi . Grazie.

KaterinaRozmajzl

Mar, 31/03/2020 - 19:28

Contagiati e morti che continuano ad aumentare e guariti che continuano a diminuire. Un giorno i dati sono confortanti e il giorno dopo rigettano nello sconforto! Ci vorranno mesi prima che i numeri scendano, altri mesi perché arrivino presso lo 0, e probabilmente altre settimane dopo tutti questi mesi perché la gente si senta abbastanza coraggiosa da riprendere la vita di prima! Di questo passo, ne avremo almeno fino al prossimo anno! E continuo a chiedermi che senso abbia rimanere chiusi in casa da settimane e per Dio solo sa quante altre settimane ancora, visto che i numeri continuano a scoppiare con migliaia di infettati e quasi 1000 morti al giorno IN OGNI CASO! Bah!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 31/03/2020 - 19:48

forse i babbei comunisti grulli non sanno nulla della scienza delle statistiche :-) presto o tardi capiranno . forse.... in questo o nel prossimo secolo....