Così l'Europa si prepara ad "avvelenare" il nostro riso

Bruxelles propone il dimezzamento dei limiti di cadmio nel riso, col rischio di accrescere però la concentrazione di arsenico

Dopo la minaccia "asiatica" al riso italiano, ecco un nuovo allarme per i risicoltori e i consumatori, nostrani ed europei. Già, perché secondo le nuove disposizioni della Commissione Europea, l'Ue si è impegnata a dimezzare il limite di cadmio presente nel riso. Col rischio di aumentare però la concentrazione di arsenico nella pianta erbacea stessa.

Spieghiamo. Il cadmio è un elemento chimico di aspetto metallico, con riflessi bianchi, azzurri e argentei. Si trova nei minerali dello zinco, viene utilizzato per le pile ricaricabili ed è tossico. Per questa ragione è considerato essere un contaminante del cibo, comunque meno pericoloso dell'arsenico (noto veleno, oltre che sostanza utilizzata per creare erbicidi e insetticidi).

Ora la proposta di Bruxelles: abbassare i limiti di cadmio negli alimenti, riso compreso. Per farlo, Bruxelles ha sottoposto agli stakeholder un progetto che parla di 0,10 mg/kg per il riso. Una stretta frutto della valutazione di un gruppo di lavoro su contaminanti industriali ed ambientali che mira a modificare il Regolamento Europeo numero 488 del 2014 relativo ai tenori massimi di cadmio nei prodotti alimentari.

Nel dimezzare nel riso l'attuale limite tollerato di cadmio si corre però un rischio - probabilmente peggiore - e si fa pure uno sgarbo al primato del Made in Italy, già minacciato dall'arborio in arrivo dal Myanmar, a seguito del ritorno dei dazi europei sulla pianta erbacea stessa. L'europarlamentare della Lega Gianna Gancia ha presentato un'interrogazione all'attenzione della Commissione Europea per protestare contro la scelta: "Il dimezzamento del limite di cadmio costringerebbe i nostri produttori ad attivare strategie quali l'aumento del periodo di sommersione delle risaie nelle diverse fasi produttive. Tale proposta di modifica, in corso di valutazione da parte della Commissione Europea, potrebbe causare limitazioni per la risicoltura italiana: si stima che con la modifica di questo parametro, l'11% della produzione di riso nazionale sarebbe fuori norma per la mancata diminuzione del cadmio".

Ma c'è di più, visto che la proposta causerebbe un effetto negativo di aumento dell’arsenico, elemento anch'esso cancerogeno per l'uomo e altamente velenoso. L'esponente in Ue del Carroccio, dunque, sostiene che proprio per questa ragione "sarebbe più adeguato, in questa fase, mantenere inalterato il limite di 0,2 mg/kg, consentendo ai risicoltori di trovare la giusta strategia agronomica nella gestione delle acque per permettere una riduzione del cadmio e, al contempo, evitare aumenti di arsenico fuori i limiti normativi".

Commenti

kallen1

Mer, 15/01/2020 - 16:23

E' una proposta troppo di buon senso perchè l'Europa la faccia propria

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 15/01/2020 - 16:28

La sinistra si agita come un animale in trappola. Loro stessi non sanno cosa succederà dopo il voto. Una cosa è sicura, voleranno gli stracci e la caccia al colpevole.

fabiotiziano

Mer, 15/01/2020 - 16:31

Spiegato benissimo! si capisce perché ridurre il cadmio faccia aumentare l'arsenico...

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 15/01/2020 - 16:55

IO MANGIO IL RISO COLTIVATO A 12 KM DA CASA MIA, DEL RESTO DEL RISO, FREGA NULLA.....SORRY

Iacobellig

Mer, 15/01/2020 - 17:07

Con la complicità della maledetta sinistra! Che schifo di gente!

Giorgio Rubiu

Mer, 15/01/2020 - 17:18

@ 98NARE 16:55 - Non tuti hanno una risaia a 12 Km da casa e, se l'Europa decide di costringere a ridurre il Cadmio, anche la "sua" risaia dovrà farlo o sarà passibile di sanzioni. Quella che si dovrebbe ridurre è l'interferenza europea sulle nostre produzioni agricole. Un Europa che non riesce ad impedire che le "Mozzarelle di Bufala Campana" fatte in Cina vengano vendute liberamente (per non parlare dei falsi Parmigiani ed altri prodotti!) dovrebbe sparire dalla nostra vita. Siccome ciò non è possibile, scompariamo noi dalla vita Europea! Italexit oppure disobbedienza assoluta a tutte le imposizioni dell'Europa per costringerla a cacciarci dalla UE!

Divoll

Mer, 15/01/2020 - 17:46

Uscire dalla UE dev'essere la nostra battaglia N.1

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 15/01/2020 - 17:52

Il solito articolo in cui non si capisce niente con la solita frase ad effetto pro cagnara. 1) Non si capisce da dove verrebbe il cadmio che non si vuole dimezzare, forse i risicoltori italiani e di tutta Europa forzano i cicli produttivi con l'irrorazione di composti contenenti Cadmio? 2) Non si capisce perché meno Cadmio = più Arsenico, qual'è il legame tra i deu elementi?. Ma spiegarle le cose è troppa fatica?

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Mer, 15/01/2020 - 17:55

@Giorgio: l'UE NON può cacciare, come dice lei, nessun paese membro. Ciò che può fare è decidere se farlo entrare oppure no, ma una volta dentro è solo lui che può decidere se restare o andarsene (vedi Brexit). Se fosse possibile ciò che dice lei, verrebbe meno la possibilità per l'UE di continuare a imporre multe ad oltranza, visto che è meglio mungere le mucche disubbidienti piuttosto che buttarle fuori dalla stalla.

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Gio, 16/01/2020 - 00:02

Evviva il cadmio, se c'è in quei limiti già fissati e ben tollerati perchè toccarlo?

Ritratto di computerinside

computerinside

Gio, 16/01/2020 - 01:16

ITALEXIT!

francoilfranco

Gio, 16/01/2020 - 06:43

Quelli che ancora inneggiano all'Europa o sono quelli che mangiano su piatti d'oro e che si riempono le tasche, oppure sono emeriti Cog..ni indottrinati che per fare 1+1 hanno bisogno della calcolatrice.

Ramese

Gio, 16/01/2020 - 07:36

Articolo di un'idiozia surreale dal momento che esistono anche limiti massimi normativi sull'Arsenico, come evidente dall'ultima frase ...

silvano.donati@...

Gio, 16/01/2020 - 08:15

i nosti risicoltori riducano il livello di cadnmio che e'un po' alto (tutti i metalli dovrebbero stare sotto le 20..50 ppm, siamo a 200) e la UE dia contributi per risolvere il problema tecnico senza aggravio di prezzo sdel prodotto finale...altrimenti e' un autogol a favore del riso extracomunitario !

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Gio, 16/01/2020 - 08:23

l'europa in tema gastronomico...è quella che ci consiglia vivamente di mangiare le cavallette impanate! poi il succo d'arancia in polvere...l'olio puzzolenmte tunisino,e la cioccolata senza cacao....ragazzi,questi a 20milaeuro/mese,dovranno pure fare qualcosa,no??

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 16/01/2020 - 09:19

@Divoll, per volere uscire dalla UE dovrebbe Salvini strombazzare ai quattro venti, che lui non vuole uscire. Di contro, la sx che fa sempre il contrario di Salvini farebbe di tutto per uscire. Ed il gioco è fatto.