Cosa chiuderà dopo il Dpcm (e cosa non potremo più fare)

Misure più restrittive potrebbero essere inserite nel Dpcm che sarà firmato nelle prossime ore. Si ipotizza la chiusura di bar e ristoranti nelle zone più a rischio e coprifuoco anticipato

È ormai imminente una nuova stretta del governo per tentare di contenere l’epidemia di coronavirus. Tra oggi e domani sarà, infatti, firmato un nuovo Dpcm che conterrà alcune misure mirate ad evitare un lockdown a livello nazionale sul modello di marzo-aprile. Nella giornata di ieri c’è stato un lungo incontro tra esecutivo, Regioni, Province e comuni per studiare le mosse da adottare per fronteggiare il forte aumento del numero di contagi. Una riunione riservata, come ha sottolineato la Conferenza delle Regioni che ha invitato a prendere con le molle le indiscrezioni trapelate. Al momento le notizie emerse sono solo ipotesi. Un qualcosa di più certo lo si potrà capire nella serata di oggi dopo il nuovo incontro tra le istituzioni.

Secondo alcune voci nel prossimo Dpcm potrebbe essere prevista la chiusura di bar e ristoranti anche a pranzo e alla serrata dei negozi nelle Regioni, come Lombardia, Piemonte, Calabria, Campania, Veneto e Liguria, dove l’indice di trasmissione Rt supera l’1,5. Dovranno, però, essere i governatori a firmare le ordinanze, d’intesa con il governo, che potrà indicare le aree di rischio e sollecitare gli interventi.

A meno di imprevisti si procederà con un regime differenziato basato su tre livelli costruiti in base agli scenari e al grado di rischio del sistema elaborato dall’Iss, l’Istituto superiore di sanità. Come ricorda il Corriere della Sera in questa graduatoria il terzo livello è quello nazionale, il secondo include misure più severe riservate a Regioni considerate "critiche". Il primo, invece, prevede provvedimenti ancora più duri per le Regioni che sono nel cosiddetto "scenario 4" e che presentano un rischio alto. In queste ultime si prevede un vero e proprio lockdown.

C’è ancora molto da discutere. Si prevede che saranno chiusi i locali pubblici, negozi al dettaglio (tranne alimentari, farmacie, parafarmacie e tabaccai) e i musei. Nella pubblica amministrazione lo smart working sarà applicato per intero, ad eccezione dei servizi pubblici essenziali.

Il governo starebbe pensando anche ad estendere la didattica a distanza alla seconda e terza media. Su questo punto i governatori non sarebbero contrari. "Dobbiamo salvaguardare le scuole, soprattutto le elementari e medie ma credo che fare la dad per un mese può salvare l'anno scolastico", ha affermato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Inoltre previsto l’obbligo di indossare la mascherina sempre per le lezioni in presenza che si terranno regolarmente in prima media e alle elementari.

Il coprifuoco e gli spostamenti

Per tutto il territorio nazionale dovrebbe scattare il divieto di circolazione e chiusura di tutti i negozi a un orario uguale. Su questo tema, però, governo e Regioni sembrano avere posizioni distanti. Sembra tramontata l’ipotesi del coprifuoco alle 18. Probabile, invece, che l’ora x scatti alle 20 o alle 21. Da quel momento sarà possibile uscire dalla propria abitazione solo per "comprovate esigenze" che possono essere motivi di lavoro, di salute o di urgenza. La misura sarebbe sostenuta con forza dal governatore dell'Emilia Romagna e presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. Gli spostamenti dovranno essere giustificati con il modulo di autocertificazione. In caso di visita a persone non dovranno essere indicate le loro generalità per tutelarne la privacy. Non rientrano nelle chiusure anticipate le farmacie e i negozi di alimentari.

Mobilità tra Regioni

Previsto anche il divieto di spostamento tra le Regioni, a meno che non ci siano "comprovate esigenze". In questo caso, tra le urgenze ci sono anche i danni gravi alle seconde case che, ovviamente, dovranno essere dimostrati. In ogni caso si dovrà avere con sé il modulo di autocertificazione. Chi si trova fuori dalla propria regione al momento dell’entrata in vigore del Dpcm potrà fare ritorno nel proprio domicilio anche nei giorni successivi. Il ministro Boccia ha spiegato che "ogni presidente di regione può intervenire in base alle esigenze e criticità del proprio territorio". La misura è stata decisa per limitare i passaggi dalle aree a più alto contagio a quelle dove invece la circolazione del Covid-19 è minore.

Cosa accadrà ai centri commerciali

I centri commerciali rimarranno chiusi nel fine settimana e nei giorni festivi. La limitazione, che fino ad ora riguardava bar e ristoranti dopo le 18, si dovrebbe estendere a tutti i negozi inseriti nelle grandi strutture e varrà nei giorni di maggior affollamento. Nel resto della settimana rimangono le regole già in vigore. Gli altri negozi al dettaglio non inseriti nei centri commerciali non dovrebbero subire limitazioni. Nei centri commerciali sempre obbligatorio l’uso della mascherina, quello del distanziamento di un metro così come la misurazione della temperatura agli ingressi.

Stop a slot machine in tabaccherie e bar

Le sale giochi e quelle bingo sono state già chiuse in base al Dpcm firmato dal premier Conte lo scorso 24 ottobre. Ora saranno vietate le slot machine e le altre macchine per il gioco d’azzardo che si trovano nei tabaccai e nei bar. Il divieto vige anche nelle ore in cui i negozi possono rimanere aperti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 02/11/2020 - 11:45

chissà se chiuderanno anche i porti e le frontiere.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 02/11/2020 - 11:57

Egregio LANZI MAURIZIO, ovviamente NO

fedeverità

Lun, 02/11/2020 - 12:41

Rispetterò i COPRIFUOCO appena cesseranno gli sbarchi di CLANDESTINI! Non chiamateli MIGRANTI!

Ritratto di mark_mark

mark_mark

Lun, 02/11/2020 - 13:41

ristoratori, baristi in c al governo, vi fanno fallire. Non siete voi gli untori ma il governo stesso. Non ha fatto nulla per i mezzi pubblici, non ha fatto tamponi, ha pensato solo ad attaccare Salvini per tenersi le poltrone. Fanno 200 mila tamponi al giorno da marzo tutta Italia dovrebbe risultare testata covid: fanno i tamponi sempre alle stesse persone?

Cambiamoatteggi...

Lun, 02/11/2020 - 13:50

Si può fare solo una cosa con questi incompetenti, aprire tutto e fregarsene delle multe, coordiniamoci per assistere gli anziani a casa.

Ritratto di Italia_libera

Italia_libera

Lun, 02/11/2020 - 14:50

Queste leggi comuniste rendono il popolo italico schiavo! Ma non per le tribù' di africani che vengono accolti a porti aperti a 30 euro al giorno! Ma quando arriverà l'opportunità di andare al voto, con una croce porremo fine a questo governo dei clandestini. “Noi, quindi, proteggeremo i nostri confini e lasceremo la nostra patria ai nostri figli – non ai migranti.

ambrogiomau

Lun, 02/11/2020 - 15:05

Spero che non chiudano i Tribunali! Sbaglio ?

Scirocco

Lun, 02/11/2020 - 15:14

Mi auguro che con il nuovo DCPM vengano anche chiusi IMMEDIATAMENTE anche i porti affinché non possano sbarcare migranti od attraccare navi ONG a scaricare persone infette e le frontiere così nessuno potrà entrare od uscire se non per esigenze di lavoro o di salute.

NoMoreBllsht

Lun, 02/11/2020 - 15:24

Per favore non stampate e compilate l'autocertificazione. Fatelo fare a quelli che vi fermano: almeno nei 10/15 minuti che spendono per riempirlo non possono fermare e vessare qualcun altro. Al quinto modulo che devono scrivere poi si stancano pure loro. Cerchiamo almeno di non collaborare e di ostacolare al massimo queste idiozie

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/11/2020 - 15:24

@LANZI MAURIZIO ... - ma scherzi? Sperano i ntanti nuovi voti che non verranno e sperano pure di sfasciare il capitalismo occidentale. Forse non sanno che saranno loro a perdere tutti i privilegi loro non dovuti.

Nicola48ino

Lun, 02/11/2020 - 16:09

Non ho capito i musei aperti, chi è che andrà a visitare i musei con questa emergenza. Forse Sudario e i suoi clienti?

Eii

Lun, 02/11/2020 - 16:57

MEN SANA EN CORPORE SANO..

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 02/11/2020 - 17:22

Cari amici del governo,forse credete di importare migranti per i voti,ma quando saranno in numero sufficiente vi butteranno fuori dal parlamento.

patrizx

Lun, 02/11/2020 - 17:53

il governo degli incapaci porti aperti riapertura scuole bnus vacanze che poi sono tornati con il virus

Cambiamoatteggi...

Lun, 02/11/2020 - 18:21

Io parlo solo per quello che vedo con i miei occhi in Lombardia, non c'è nessun affollamento in ospedale dalle mie parti. Esorto i cittadini a verificare di persona con i loro occhi.

paco51

Lun, 02/11/2020 - 18:43

i clandestini sono tutti mussulmani e formeranno un partito islamico che ooccuperà il parlamento! Forse qualcuno reagirà , mah!!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 02/11/2020 - 18:45

@LANZI MAURIZIO ... Come si "chiudono i porti"? Praticamente intendo. Arriva un barchino (sfiga vuole che c'è pure qualche donna e qualche ragazzino), gli diciamo che il porto é chiuso e quelli si scusano e tornano indietro? E se invece non lo fanno che facciamo? Li abbordiamo (perfetto e una volta che siamo a bordo che facciamo?). Li lasciamo senza acqua e cibo sperando che se ne tornino a casa? Gli spariamo? A tutti? Solo a qualcuno così gli altri imparano? Li ficchiamo a forza dentro un container e li facciamo scaricare in qualche posto sulla costa africana (mi sfugge perché il governo di quella nazione dovrebbe consentircelo peraltro). Mi illumini oppure la smetta di ripetere slogan come uno sciocco pappagallo ...

killkoms

Lun, 02/11/2020 - 18:51

danno a danno!

zen39

Lun, 02/11/2020 - 19:04

Incomprensibile il motivo di escludere la prima media dalla didattica a distanza anche per chi ha già fatto esperienza nella quinta elementare. Tutti questi distinguo dimostrano l'assoluta incapacità di governo e governatori. Scimmiottare gli altri paesi (che hanno realtà diverse) per non "sfigurare" è non solo stupido ma pericoloso. Il governo doveva darsi da fare questa estate nel fornire mezzi per la DAD anche in quelle zone dove non c'era questa pssibilità. Sapeva benissimo della seconda ondata come lo sappevano i governatori ma "tutti al mare". Salvarsi nel citare i mali degli altri e tipico dei deboli. Qualcuno (amico dei cinesi) si è dedicato ad altro appositamente. Gli è stato infatti promesso "arrivano i nostri); e si i nostri col sole non si sono abbronzati ma sono "ingialliti" .

guy

Lun, 02/11/2020 - 19:08

el presidente......basta fare come faceva salvini....chi è sciocco?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 02/11/2020 - 19:55

@guy Perché lei ha notizia di qualche migrante che non sia alla fine sempre e comunque sbarcato? A me risulta giusto qualche ritardo per quei pochi delle ONG e assolutamente nessun problema per i tanti di barchini e barconi? Di cosa sta parlando?