Cosenza, disabile aggredito e torturato: un arresto

L'uomo, incapace di difendersi, è stato aggredito, torturato e filmato all'interno della sua abitazione: l'episodio è avvenuto in provincia di Cosenza

Sono entrati a casa di un uomo indifeso, un disabile psicofisico che viveva assieme al fratello, deridendolo, umiliandolo e prendendolo a schiaffi. L'episodio è accaduto in provincia di Cosenza. Sulla base degli accertamenti compiuti dai carabinieri secondo e quanto reso noto dai referti medici, il Gip ha ottenuto che i reati contestati comprendano, senza alcun dubbio, il reato di tortura, recentemente riconosciuto dal codice penale italiano. Come è possibile leggere dall'agenzia AGI, la vittima era costretta a subire trattamenti degradanti per la dignità umana. Dopo essere stato torturato, il branco avrebbe girato video ritraenti le miserabili condizioni del malcapitato. I filmati in questione sarebbero stati in seguito diffusi sul web.

Il disabile veniva circondato dai suoi aguzzini i quali senza scrupolo alcuno, lo avrebbero terrorizzato, deriso, schiaffeggiato e spinto in uno stato di confusione e disorientamento. Arrestato un giovane di 19 anni al quale, tra le varie accuse, è stata contestata quella di violazione di domicilio, in quanto entrato all'interno della proprietà privata della vittima senza il consenso di questi. Il giovanissimo e i suoi sodali avrebbero aggredito l'uomo in casa travisando i volti con sciarpe ed altri indumenti. Nel corso dell'esecuzione dell'ordinanza i militari del nucleo operativo e radiomobile di Corigliano hanno tuttavia acquisito elementi utili per l'identificazione degli altri componenti del branco. Ciò è stato possibile ricavando alcune importanti informazioni dal cellulare dell'arrestato, sequestratogli nel corso della perquisizione all'interno dell'abitazione, in seguito avvalorate dalle confessioni del giovane rese alla presenza del suo legale. Gli altri esponenti della banda sarebbero tre ragazzi, due coriglianesi ed un romeno, tutti pregiudicati e di età compresa tra i 19 e i 26 anni. I tre sono stati segnalati alla procura.

Disabile aggredito nella sua abitazione

Un gruppo di balordi di età compresa tra i 19 e i 26 anni è entrata nell'abitazione di un uomo affetto da disabilità psico-fisica, aggredendolo e umiliandolo. L'uomo risulta vivere assieme al fratello, anche lui con ritardi mentali, in uno stato di degrado sociale. L'uomo è stato percosso e schiaffeggiato. La vittima è stata filmata durante le torture e i video pubblicato in seguito sul web. Un giovane di 19 anni è stato tratti in arresto dai carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro in esecuzione di un'ordinanza del Gip di Castrovillari. Attualmente si trova ai domiciliari. I tre compagni del giovane sono stati invece segnalati alle autorità, in quanto ritenuti responsabili di violazione di domicilio e tortura aggravata. Secondo quanto reso noto dalle indagini, la vittima sarebbe stata maltrattata e schernita in almeno due occasioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.