Crollano calcinacci da viadotto dell'A10 nell'Imperiese

Per fortuna, non ci sono stati danni a cose e persone, ma il sindaco di Camporosso, Davide Gibelli, di concerto con i vigili del fuoco, la polizia municipale e i carabinieri, ha chiuso, per circa due ore e mezza, la sottostante strada

Calcinacci sono crollati, verso le 16.30, dal viadotto dell'Autostrada dei Fiori (Ventimiglia-Savona), che attraversa il Comune di Camporosso, in provincia di Imperia, poco lontano dal confine italo francese di Ventimiglia.

Per fortuna, non ci sono stati danni a cose e persone, ma il sindaco del piccolo centro della val Nervia, Davide Gibelli, di concerto con i vigili del fuoco, la polizia municipale e i carabinieri, ha chiuso, per circa due ore e mezza, la sottostante strada Braie, a scopo precauzionale. La via, infatti, è stata riaperta soltanto alle 19, all'esito di un primo sopralluogo dei tecnici dell'Autofiori.


"Abbiamo allertato i tecnici e nel frattempo è stata chiusa la strada - ha spiegato il primo cittadino -. Per non isolare chi abita dall'altra parte del viadotto, abbiamo anche creato un bypass, deviando il traffico veicolare in via Oberto Doria, quindi all'interno del parco commerciale. Appena abbiamo ricevuto, per ora solo telefonicamente, la notizia che si trattava di problemi superficiali e non strutturali, abbiamo riaperto la strada.

Il "conglomerato cementizio" - termine tecnico - è crollato nei pressi di una chiesetta. L'episodio si è verificato nelle vicinanze del parco commerciale delle Braie, solitamente frequentato da molti clienti, nel fine settimana. Domani sono previsti ulteriori accertamenti, da parte dei tecnici che hanno utilizzato una sorte di ponteggio semovibile per raggiungere il punto in cui è stata segnalata la lesione.