De Magistris: "Virus da Campania? Ci avrebbero sparato addosso"

Il primo cittadino di Napoli ha espresso le proprie opinioni sull'allarme Coronavirus, attaccando alla conclusione dell'intervista anche l' "indegno sistema politico" che negli ultimi anni ha comportato la drastica riduzione del numero di medici, infermieri, posti letto e rianimazioni

Stanno facendo discutere alcune dichiarazioni rilasciate dal primo cittadino di Napoli Luigi De Magistris relativamente all'allarme Coronavirus durante un intervento effettuato ai microfoni di "Radio Crc".

"Immaginate che sarebbe stato se questo virus invece che partire dalla Lombardia fosse partito dalla Campania. Il primo decreto legge sarebbe stato schierare l'esercito sul Volturno e sparare a vista ogni meridionale che si permetteva di superare il Volturno", ha attaccato il sindaco, commentando l'emergenza nazionale.

Uno sfogo che si inserisce in un discorso relativo alla pandemia che accomuna tutte le regioni del nostro Paese, e che sta portando serie conseguenze anche dal punto di vista economico. "Se non ci uccide il coronavirus, potrebbe ucciderci il dissesto economico se alcune attività non vanno avanti. La paura può causare più vittime dell’infezione stessa. Gli uffici comunali sono quasi tutti aperti", ha aggiunto per tranquillizzare i suoi concittadini. "Chiaramente, gran parte del personale sta facendo un lavoro da casa, ma il servizio non si ferma. Portare avanti il resto della macchina che non deve crollare è davvero difficile. I comuni sono al collasso perché non abbiamo avuto nessun sostegno. I servizi essenziali vanno avanti". Un vero e proprio allarme, che richiede sforzi maggiori: "Non stiamo ricevendo nessun aiuto. Noi non siamo la Cina, siamo un paese che va più a rilento e ci serve una mano da tutti gli organi dello Stato", ha chiesto ancora De Magistris.

Una situazione da cui si potrà uscire solo rispettando delle regole, aggiunge il sindaco di Napoli. "Un popolo unito non si vede nei giorni di festa ma in situazioni come questa e sono convinto che ne usciremo vittoriosi. Dobbiamo rimanere uniti e solidali ed osservare davvero le norme messe in atto", aggiunge ancora. "Più le osserviamo con precisione più si riduce il tempo per tornare alla normalità".

L'orgoglio cittadino riemerge quando si tocca il tasto del farmaco sperimentato da un'equipe medica dell'ospedale Cotugno. "Mi auguro che un domani potremmo raccontare la storia che siamo stati infettati da altri, ma che noi abbiamo contribuito a risolvere l'infezione. Noi al sud stiamo dando una grande mano e dobbiamo esserne orgogliosi, come napoletani, meridionali ed italiani", afferma De Magistris, che poi rende onore a tutti gli operatori impegnati nel gestire questa crisi. "Voglio ringraziare i tanti medici, quelli che sono rimasti, che insieme al personale sanitario, stanno facendo un lavoro incredibile, rischiando, ammalandosi, e questa notizia è davvero molto bella", ha concluso. Non viene risparmiato un attacco nei confronti delle politiche sanitarie del Paese, a partire dai tagli selvaggi che hanno incrementato la portata dell'emergenza odierna. "La vera cosa che fa rabbia di questi giorni è che se oggi siamo così preoccupati e siamo arrivati al punto che in alcuni ospedali del nord si deve scegliere chi intubare prima rispetto a un altro, è perché in questi anni un sistema politico indegno ha cancellato medici, infermieri, posti letto, rianimazioni, terapie intensive e pronto soccorso.", ha commentato. "Non ci si dimentichi di questo quando, finito tutto, si faranno queste battaglie che non saranno solo ideologiche, ma costituzionali: battaglie per l’uguaglianza nei confronti di tutti, affinché tutti possano essere curati. Favorire una privatizzazione selvaggia è stato un danno non indifferente".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Lissa

Lissa

Ven, 13/03/2020 - 19:43

De magistris, il sottoscritto da Napoletano DOC, è orgoglioso di essere ITALIANO!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 13/03/2020 - 19:44

guarda caso sono 8 anni che governa la sinistra...

federik

Sab, 14/03/2020 - 13:39

Napoli non merita una persona così, mandatelo a lavorare!

enzolitti

Sab, 14/03/2020 - 17:19

Beh, ha ragione, ma chi ha ridotto le spese della Sanità? La Sinistra, no? Per quanto riguarda l'affermazione che se il virus fosse nato in Campania, ha pienamente ragione. A quest'ora chissà quante accuse di lassismo, incapacità del Sud, ecc.

fifaus

Sab, 14/03/2020 - 17:39

enzolitti: capisco e ha ragione, però non dimentichiamo che la diffusione di questo virus non è favorita, fino ad ora, da situazioni di sporco di degrado.

emigratoinfelix

Dom, 15/03/2020 - 10:39

stavolta De Magistris ha veramente ragione

Ritratto di Giusbe

Giusbe

Dom, 15/03/2020 - 11:02

Ha ragione da vendere, anche se il suddetto personaggio non lo voterei neanche morto. Sarebbe stato bello è facile vituperare Napoli, mentre se in Lombardia si fanno sfuggire il paziente zero e l'epidemia si espande come in nessun posto del pianeta... tranquilli, è tutto ok. Che vergogna questa Italia.

hellas

Dom, 15/03/2020 - 13:11

Giusbe....in Lombardia " si fanno sfuggire..... in nessun posto del pianeta...." rileggi quello che hai scritto e rifletti su quanto è vergognoso...

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Dom, 15/03/2020 - 14:30

Qualcuno ha spiegato a questo fenomeno dell'intelligenza napoletana che il virus e' partito dalla Cina?

dredd

Dom, 15/03/2020 - 14:43

Ma taci e vai a vedere cosa succede nella tua citta. Nessuno che rispetta le raccomandazioni e i divieti di uscire, bravi

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 15/03/2020 - 15:23

Finora vedo solo sinistri che sparano senza motivo contro Salvini , Fontana e suoi assessori. A dire il vero il motivo c'è, ma hanno vergognaa dirlo?

Popi46

Dom, 15/03/2020 - 17:40

Un tantino squallido,mi sembra....in una situazione pesante per tutti, in cui tutti gli italiani consapevolmente razionali agiscono con un’unita’ di intenti inaspettata, lui che fa? Recrimina? E quando ha recriminato, il piccolo coroncino si spaventa e scappa?

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Lun, 16/03/2020 - 10:39

E' vero,ma mio cognato che guida un tram a Napoli, mi dice che la gente gira senza mascherina e si raduna ovunque.E' un vero schifo. Oggi 16/3 2020.

Giorgio5819

Lun, 16/03/2020 - 11:31

Pensi a gestire l'abitudine consolidata dei suoi cittadini a violare qualunque regola....

Epietro

Lun, 16/03/2020 - 11:33

Sparato? Come per il passato colera? Costui non sa quello che dice.

Ritratto di vomitino

vomitino

Lun, 16/03/2020 - 11:39

pover'uomo...accecato dal suo stesso razzismo...

liberale#32

Lun, 16/03/2020 - 13:46

Vergognati hai una delle più belle città d'italia e non hai e non fai nulla per migliorarla ! A striscia la Notizia su 10 servizi 7 riguardano Napoli ma fa mi faccia il piacere.....fortuna che la Lombardia esiste lo chieda ai milioni di napoletani che ci abitano come si stà e che efficenza hanno gli ospedali spendendo un terzo di quelli campani Le formiche sui malati erano a Napoli no a Milano !

Jon

Lun, 16/03/2020 - 14:28

HA ragione purtroppo..!! Una volta tanto..!! Gia' sono stati distrutti da Peppino Garybaldi, che al servizio dei Savoia ha occupato il Sud e ridotto a brandelli quel regno tra i piu' floridi in Europa..Che altro devono sopportare ? Se sono in queste condizioni e' colpa di Francesi ed Inglesi..