Domenico Diele resta agli arresti domiciliari: la procura chiedeva il carcere

L'attore Domenico Diele, che tamponò e uccise una donna lo scorso giugno, resterà agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico a Roma

Domenico Diele resta agli arresti domiciliari: la procura chiedeva il carcere

L'attore Domenico Diele, che nella notte tra il 23 e il 24 giugno scorsi tamponò lo scooter di una 48enne uccidendola, resta agli arresti domiciliari e non dovrà tornare in carcere.

Il tribunale del riesame di Salerno ha infatti respinto l’appello della procura, contro l’ordinanza del gip che, lo scorso 26 giugno, aveva disposto la custodia cautelare ai domiciliari con braccialetto elettronico per l’attore.

Quella notte Diele era infatti alla guida della sua Audi A3 sulla carreggiata nord della A/2, l’autostrada del Mediterraneo, all’altezza dello svincolo di Montecorvino Pugliano (Salerno). Il violento impatto con lo scooter di Ilaria Dilillo provocò la morte della donna. L'attore guidava senza patente che era stata sospesa per un anno il 6 dicembre 2016.

Domenico Diele è rimasto in carcere a Salerno fino al 6 luglio scorso, giorno in cui si rese disponibile il braccialetto elettronico così come stabilito dall’ordinanza del gip. Da quel giorno si trova ai domiciliari con il braccialetto elettronico a Roma nell’abitazione della nonna.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti