Cronache

Bastonate, pugni e sassi: folle aggressione all'inviato di Striscia. "Ti uccido"

Momenti di paura per Moreno Morello a Pietra Ligure durante la registrazione di un servizio: la sua troupe è stata accolta da pugni e minacce

Bastonate, pugni e sassi: folle aggressione all'inviato di Striscia. "Ti uccido"

Non sembra esserci pace per gli inviati di Striscia la notizia, che in questi ultimi mesi sono spesso vittime di aggressioni, talvolta molto violente. Dopo quella subita da Vittorio Brumotti nel centro di Milano e le minacce arrivate a Luca Abete, anche Moreno Morello ha vissuto momenti di paura. Il candido inviato del telegiornale satirico di Canale5 si trovava a Ceccano, in provincia di Frosinone, per registrare uno dei tanti servizi-denuncia ma qualcosa è andato storto e lui, insieme ai suoi quattro operatori, sono stati oggetto di lancio di oggetti e minacce.

Tutto è accaduto oggi pomeriggio, 29 maggio, mentre Moreno Morello e la sua troupe erano intenti a registrare un nuovo servizio sull'ormai famigerato Sandokan. L'uomo è da tempo al centro di un'inchiesta condotta dal telegiornale satirico di Canale5, perché pare abbia truffato l'ospedale di Santa Corona di Pietra Ligure, in provincia di Savona. Stando a quanto è emerso dalle indagini, Sandokan avrebbe approfittato del periodo di massima emergenza per il Covid-19 per proporre una partita di mascherine che poi non sono mai state spedite. Questa storia è stata già raccontata da Striscia la notizia con due servizi mandati in onda ad aprile, l'ultimo dei quali ha visto un primo episodio di violenza nei confronti dell'inviato. In quell'occasione un uomo armato di scimitarra aveva minacciato Moreno Morello e la sua troupe, che a quel punto hanno preferito indietreggiare per non subire conseguenze.

Oggi, a seguito di altre segnalazioni, Moreno Morello è tornato sul posto per continuare la sua inchiesta ma il servizio ha preso una piega del tutto inaspettata. Sandokan si è presentato insieme a due parenti e le sue intenzioni si sono dimostrate fin da subito poco inclini al dialogo. I tre uomini sono andati incontro a Morello Moreno e alla sua troupe sferrando pugni e lanciando sassi al loro indirizzo, oltre a vari bastoni e a diversi attrezzi per il giardinaggio. "Sono stati momenti di panico. Un mio operatore è finito a terra dopo un pugno e gli aggressori hanno urlato 'Ti uccido!'", ha dichiarato Moreno Morello non appena raggiunta una postazione sicura. L'aggressione avrebbe avuto risvolti ben più gravi se non fossero intervenute cinque pattuglie dei carabinieri a sedare gli animi. Al termine dell'operazione gli uomini dell'Arma hanno tratto in arresto i tre uomini, che avrebbero potuto arrecare un ingente danno alla troupe di Canale5. Il servizio completo andrà in onda nei prossimi giorni a Striscia la notizia.

Commenti