"Due settimane fa si è pagata il funerale": il retroscena choc sul femminicidio di Genova

Emergono ulteriori tasselli nel femminicidio di Clara Ceccarelli, la negoziante di Genova accoltellata dal suo ex compagno nel cuore di Genova

Si scoprono nuovi dettagli inquietanti dietro la morte di Clara Ceccarelli, la donna di 69 anni assassinata nel suo negozio di Genova dall'ex marito. L'uomo, un artigiano con gravissimi problemi economici, ieri ha raggiunto la donna nel centro di Genova e all'interno dell'attività commerciale che gestiva ormai da molti anni le ha sferrato 30 coltellate, di cui 2 mortali al collo e al petto. Clara Ceccarelli è stata l'ennesima vittima dell'amore malato, di un uomo che non vuole saperne di una relazione finita e che pur di non lasciare la donna libera di rifarsi una vita si macchia le mani di sangue. Un femminicidio sul quale continuano a indagare le forze dell'ordine dopo l'ammissione di responsabilità dell'artigiano, per il quale ora si valuta anche l'ipotesi della premeditazione.

Ma tra i tanti retroscena di questa triste vicenda ce n'è uno agghiacciante raccontato dal commesso saltuario del negozio di calzature di Clara Ceccarelli. "Clara due settimane fa si era andata a pagare il funerale. Non voleva gravare sull'anziano padre e sul figlio. Forse aveva capito che sarebbe finita male", ha detto il ragazzo che di tanto in tanto aiutava la donna a gestire i clienti. Una sensazione, forse la consapevolezza che con quell'uomo non sarebbe potuta finire bene. Un dettaglio sul quale le forze dell'ordine stanno lavorando per capire se possa esserci l'aggravante della premeditazione, eventualmente sostenuta da minacce o da altri atti che l'uomo avrebbe potuto compiere per intidimidire la donna. Intanto il commesso, così come hanno fatto tantissimi altri genovesi nella giornata di oggi, ha deposto un mazzo di fiori davanti alla saracinesca del negozio chiuso, forse per sempre. "Ieri è arrivata alle quattro e ci siamo dati il cambio, in realtà avrei dovuto fare il la chiusura ma lei aveva dovuto fare una commissione e così...", ha detto il commesso a La Repubblica.

Pare che il ragazzo fosse a conoscenza dei gravi problemi familiari di Clara Ceccarelli: "Sapevo tutto, mi diceva non ce la faccio più. Lui passava tutti i giorni e quando c’ero io non entrava ma ieri purtroppo l’ha trovata da sola. Clara qualche giorno fa mi aveva detto che era andata a pagarsi il funerale perchè aveva avuto dei sogni strani. Che io sappia lui non era mai stato violento però la ossessionava...". Pare che da circa un anno l'artigiano la perseguitasse ma Clara non aveva mai sporto denuncia contro quell'uomo che aveva amato, nonostante tutto. In queste ore il pubblico ministero, Giovanni Arena, ha disposto la perizia psichiatrica sull'artefice del femminicidio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 21/02/2021 - 11:23

Se l oliberate, uccidete quella donna 2 volte.