"È un mal di pancia": ma il bimbo di 2 anni muore qualche ora dopo

A Rimini, un bimbo di soli 2 anni è morto dopo essere stato dimesso dall'ospedale Infermi per un mal di pancia. Procura indaga per omicidio colposo

I medici avevano rassicurato i genitori che si trattasse di un comune mal di pancia, nulla di più. Fatto sta che un bimbo è morto qualche ora dopo essere stato dimesso dal Pronto Soccorso dell'ospedale pediatrico Infermi di Rimini. Aveva solo 2 anni.

Una tragedia assurda e inaccettabile. Il piccolo avrebbe dovuto compiere gli anni tra qualche giorno e, invece, non ci sarà alcuna festa di compleanno in suo onore. È accaduto tutto molto in fretta, tanto che la paura dell'ignoto ha lasciato rapidamente il passo alla disperazione più profonda: il dolore di una perdita senza consolazione. Così, nel giorno di Halloween, ad una giovane coppia riminese veniva data comunicazione della morte del proprio figlio di quasi 2 anni, nella sala d'attesa del reparto di Rianimazione. Senza una spiegazione.

Il drammatico calvario è iniziato lo scorso martedì quando il bambino avrebbe cominciato a lamentare dolori lancinanti all'addome. Credendo si trattasse di un malessere temporaneo, i genitori hanno telefonato al pediatra di base affinchè potesse prescrivergli un lenitivo. Ma, col passare delle ore, la sofferenza del piccolo si è acutizzata tanto che, allarmati dalle circostante, mamma e papà hanno deciso di trsportarlo in ospedale. Dunque, pressapoco alle ore 8 di mercoledì 30 ottobre, la famiglia ha raggiunto il Pronto Soccorso dell'Infermi. Dopo aver effettuato le lastre e tutti gli accertamenti del caso, i sanitari hanno ritenuto superfluo il ricovero dato che gli esiti degli esami non avrebbero rivelato alcun dato preoccupante. Così, il piccolo è stato rispedito a casa. Ciononoste, durante il pomeriggio, il dolore si è intensificato al punto da tramutarsi in un'atroce sofferenza fisica attorno all'una di notte. A quel punto, i due genitori sono ritornati al Pronto Soccorso. La situazione, stavolta, era pressoché drammatica. Il piccolo era visibilmente in affanno, a corto di energie e completamente disidrato: urgeva una ricovero in Rianimazione. Ma, d'untratto, verso le ore 3 del mattino, il suo cuoricino ha smesso di battere.

A seguito dei fatti, i familiari della giovane vittima hanno presentato subito un esposto in Procura e il magistrato di turno, Davide Ercolani, ha immediatamente aperto un fascicolo a carico di ignoti. Stando a quanto riferisce l'edizione odierna de Il Resto del Carlino, l'ipotesi di reato formulata è quella di omicidio colposo. La cartella clinica del bimbo e i relativi referti medici sono già stati sequestrati dalle autorità coinvolte nelle investagazioni del caso. Nei prossimi giorni, sarà disposta l'autopsia sulla piccola salma.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

nino49

Ven, 01/11/2019 - 15:00

troppe le morti inspiegabili di pazienti, piccoli o adulti, dimessi frettolosamente dai vari PS italiani! La giustificazione più frequente dei medici: "dagli accertamenti non era emerso nulla di grave" come se la diagnosi fosse un semplice e puntuale algoritmo! "L'osservazione" quando la clinica ovvero la sintomatologia non combacia con gli esami, sarebbe il metodo più importante e utile per dirimere certe situazioni.; purtroppo però mancano le strutture, i posti letto, i professionisti e, in definitiva, le risorse economiche ... ed ecco che il paziente viene rispedito a casa e puntualmente e sempre più frequentemente accade il dramma!!!!

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Ven, 01/11/2019 - 18:44

Non va bene, non va bene, non va bene! Abbiamo troppo personale disincentivato, inesperto, impreparato e privo dell'immaginazione necessaria per indovinare e curare anche un'unghia incarnita... eppure, a Rimini, ce ne sono, bravi e capaci, che hanno salvato anche la vita di mio nipote.

Gianni11

Ven, 01/11/2019 - 19:07

Per caso era plurivaccinato il piccolino?

Giorgio Rubiu

Ven, 01/11/2019 - 19:29

Peritonite fulminante? Oppure ha ingerito qualche sostanza tossica? L'autopsia lo dirà; ma queste dimissioni che si traducono in morte dopo poche ore, per adulti e bambini, cominciano ad essere un po' troppe. Sorgono dubbi sulla preparazione clinica dei medici ed il loro desiderio di approfondire cause ed effetti. "Avanti un altro, il primo si è rotto!"