Cronache

Ecco i discendenti di Leonardo Da Vinci: c'è anche Zeffirelli

Sono 35 i discendenti viventi di Leonardo Da Vinci. È questo il risultato della ricerca iniziata nel 1973 che Alessandro Vezzosi e Agnese Sabato hanno presentato questa sera al Teatro di Vinci in occasione dell'evento Leonardo Vive

Ecco i discendenti di Leonardo Da Vinci: c'è anche Zeffirelli

Sono 35 i discendenti viventi di Leonardo Da Vinci. È questo il risultato della ricerca iniziata nel 1973 che Alessandro Vezzosi e Agnese Sabato hanno presentato questa sera al Teatro di Vinci in occasione dell'evento Leonardo Vive a cui hanno partecipato anche alcuni dei discendenti stessi. Lo studio ha permesso non solo di rintracciare i discendenti ancora in vita del padre e della famiglia di Leonardo, ma anche di trovare un nome sorprendente nell'albero genealogico di Leonardo: si tratta di Gianfranco Corsi in arte Franco Zeffirelli.

Zeffirelli è infatti figlio di Ottorino Corsi (nato e vissuto a Vinci e successivamente trasferitosi a Firenze), nipote di Olinto Corsi, uno dei personaggi più noti della Vinci di fine Ottocento. Secondo la ricostruzione dell'albero genealogico da parte di Vezzosi e Sabato la famiglia Corsi si è imparentata con la famiglia Da Vinci nel 1794 grazie al matrimonio fra Michelangelo di Tommaso Corsi e Teresa Alessandra Giovanna di Ser Antonio Giuseppe Da Vinci, diretta discendente di Ser Piero, padre di Leonardo. "Dopo alcune dichiarazioni dello stesso Zeffirelli - spiega Vezzosi - in occasione del Premio Leonardo che nel 2007 gli venne consegnato dal Presidente Napolitano, ho fatto una serie di ulteriori ricerche per definire esattamente il rapporto tra la famiglia di Leonardo Da Vinci e quella dei Corsi, e quindi di Zeffirelli. E anche sulle due case appartenute in antico alla famiglia di Leonardo e poi agli antenati di Zeffirelli nel borgo e nella campagna di Vinci".C'è un precedente importante. Quando nel 2007, al Quirinale, il presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano consegnò al maestro Franco Zeffirelli (ovvero Gianfranco Corsi) il 'Premio Leonardò, il grande regista pronunciò quella che sembrò un mot d'esprit, una battuta scherzosa: "I Corsi, che sono la mia famiglia, sono anche una famiglia che discende da Leonardo".

Commenti