"Ecco perché rischiano di non riaprire": tre scenari per le Regioni

Il più probabile è il secondo, che vede slittare di almeno una settimana la riapertura dei confini

La Lombardia rischia di restare chiusa. Ancora in forse la possibilità di spostarsi da una regione all’altra. Almeno fino a fine mese, quando si avranno in mano i nuovi dati relativi alla ripartenza. Solo in quel momento il governo deciderà quali regioni potranno riaprire i confini e quali dovranno invece aspettare tempi migliori. L’ipotesi peggiore è che si richiuda tutto ancor prima di riaprire.

Come riportato da Repubblica, fondamentalmente sono 3 i possibili scenari che potranno delinearsi, tutti, ovviamente, basati sui dati che saranno disponibili dal 30 maggio. Difficilmente tutte le regioni del Nord potranno fin da subito sperare nel via libera. I soggetti positivi, almeno per il momento, sono ancora un numero troppo elevato. Il rischio di rovinare tutto quanto fatto fino a questo momento è molto alto. Possibile quindi, almeno per quanto riguarda la Lombardia, che si dovrà aspettare il 10 giugno per riaprire i confini con una maggiore sicurezza. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, d’accordo con la presidenza del Consiglio e gli Affari regionali, aspetta di vedere quali effetti abbia provocato la scorsa riapertura del 18 maggio. E questo si potrà sapere solo tra qualche giorno. Intanto, una prima notizia positiva era già arrivata in seguito all’uscita dal lock-down del 4 maggio: contagi in calo e pazienti in terapia intensiva dimezzati. Appuntamento quindi al 30 maggio per i nuovi dati. Per essere ancora più sicuri però dovremo attendere quelli del 10 giugno.

Tre gli scenari possibili

Tre gli scenari che si potranno avere. Solo il primo ipotizza una riapertura immediata da mercoledì 3. Questo prende in considerazione un valore dell’R0 sotto controllo, con un numero di positivi sempre minore, anche nelle regioni che ancora preoccupano.

Più probabile però la seconda ipotesi, quella che vede una situazione positiva quasi ovunque ma non in alcune regioni d’Italia. Se ciò avvenisse realmente, si dovrà pensare a fare un distinguo tra le regioni a basso rischio e quelle a rischio medio-alto. Per queste ultime, la chiusura dovrà durare ancora almeno una settimana. Le altre potranno invece rendere possibili gli spostamenti con regioni confinanti, purché presentino anch’esse un rischio basso.

Il terzo scenario è il peggiore. In questo caso viene ipotizzato che, già dai prossimi giorni, la curva torni a rialzarsi a causa della ripartenza del 4 maggio, e ancora di più per via delle riaperture del 18. In questo caso il governo potrebbe valutare un passo indietro, trovando un accordo con le varie regioni. Anche se la situazione in Lombardia è migliorata, raggiungendo un R0 a 0,51, vi è ancora molto rischio per il numero di contagi. La Lombardia è al primo posto, seguita da Trento, Piemonte e Liguria.

L'ultima parola agli esperti

Il premier Conte ha comunque ribadito che l’ultima parola spetterà agli esperti e al ministero della Salute. Decisioni non facili se si tiene conto che le regioni del Nord sono stanche e chiedono a gran voce di poter lasciare libera la popolazione di varcare i confini e raggiungere le altre regioni. Non di meno le regioni del Sud, che pressano in modo diverso, chiedendo maggiore cautela. In primis, i governatori di Campania e Puglia, Vincenzo De Luca e Michele Emiliano, che auspicano un ritardo nella riapertura delle regioni settentrionali, anche di solo una o due settimane. In questo modo non vi sarebbero ripercussioni sul turismo estivo delle regioni meridionali. A questo proposito il ministro Francesco Boccia sarà a Milano mercoledì prossimo, quando probabilmente incontrerà anche Fontana.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

magnum357

Dom, 24/05/2020 - 14:16

E basta con gli allarmismi !!!!!!!! Dicevano che il RO doveva scendere sotto il valore 1 e in Lombardia siamo a 0,51, quindi è solo volontà di distruggere l'economia lombarda !!!!!!!!!!!!

Una-mattina-mi-...

Dom, 24/05/2020 - 14:21

BASTA CON QUESTA TRUFFA!

Smax

Dom, 24/05/2020 - 14:23

Le ultime parole agli esperti. Esperti non ce ne sono, solo ciarlatani.

agosvac

Dom, 24/05/2020 - 14:23

Che questo Governo per motivi esclusivamente politici, spererebbe in una ulteriore chiusura, ormai è chiaro. Ma non vedo su che dati si potrebbero basare se non dati falsificati. Quelli certi parlano di un generale miglioramento. Quando alcuni virologhi dicono che i guanti obbligatori sono una follia, o che le mascherine servono a ben poco, allora c'è qualcosa che non funziona nella testa dei politici che obbligano a portarli.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 14:25

Questi al governo prevedono solo scenari apocalittici,come il dossier segreto di 55 pagine,da scenario choc,profetizzato dalla prima task force al governo col ministro Speranza che rimase all'oscuro di tutti arrivando a dire che ci sarebbero state,addirittura,tra le 600/800 mila vittime.

NoMoreBllsht

Dom, 24/05/2020 - 14:26

"Il premier Conte ha ribadito che l'ultima parola spetterà agli esperti.." eh no, caro mio, non è così che funziona. Come premier tu puoi sentire pareri e accettare consigli da tutti, ma alla fine la decisione è TUA e te ne devi assumere la responsabilità. Questo è il lavoro di un politico. Non sei in grado o hai paura di perdere la poltrona se sbagli? Vattene a casa che è meglio per il paese. Questi non conoscono il significato della parola "vergogna"

walter viva

Dom, 24/05/2020 - 14:41

Al di là degli aspetti sanitari, comunque fondamentali, lascia sconcertati vedere migliaia di persone, in gran parte giovani, spendere e spandere per la cosiddetta movida il cui scopo principale è tracannare quanto più alcool possibile fino al rimbambimento. Ciò porta alla considerazione che, con i dovuti distinguo per le sacche di disagio sociale indubbiamente esistenti, la maggior parte degli italiani ha nella propria disponibilità ingenti quantità di denaro da buttare letteralmente dalla finestra.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 14:54

NoMoreBllsht Dom, 24/05/2020 - 14:26 Esattamente,Conte non vuole assumersi la responsabilità di governare e per questo ha portato in campo più di 15 task force,solo per dirci che dobbiamo rimanere in casa chiusi fino a che l'ondata del male non passi. Concordo anche sul fatto che non vogliono rischiare la cadrega ,tenendosela stretta stretta sotto il d......commissionando esperti di qua ed esperti di là.

Giorgio5819

Dom, 24/05/2020 - 15:01

"A questo proposito il ministro Francesco Boccia sarà a Milano mercoledì prossimo, quando probabilmente incontrerà anche Fontana."... chissà se metterà la mascherina appesa all'orecchio destro come fece nella conferenza stampa nella quale scherniva Fontana ?

Malacappa

Dom, 24/05/2020 - 15:08

magnum357 14:16 parole sante

Maxy71

Dom, 24/05/2020 - 15:55

È completamente insensato che ci si debba mettere mascherine, guanti, ti misurano la febbre per andare al supermercato...fare code su code per ogni cosa...e poi si lascia che migliaia di imbecilli si assembrino senza protezioni per alcolizzarsi. Ma che diritto hanno questi fenomeni, superiore al bene e all'interesse della collettività?

Edmond65

Dom, 24/05/2020 - 16:06

BASTA ..BASTA ...vi siete già presi tre mesi della mia vita ora BASTA, sono un agente di commercio che opera in triveneto ,ma residente in Lombardia.....SONO STUFO.....sono fermo dal 13 marzo, non sto fatturando nulla .....ora basta io dal 3 giugno ricomincio......CI AVETE STANCATO.........siete dei geni , chiudete la Lombardia ......un sesto dei cittadini italiani, un terzo del fatturato italiano.....ma avete studiato economia sul monopoli...e poi...fate il test a 150.000 abitanti su 60.000.000 ....si proprio sul monopoili o allegro chirurgo....

Maxy71

Dom, 24/05/2020 - 16:10

Ma qui stiamo a discutere di task force, esperti, indicatori, per disegnare scenari con la sfera di cristallo...e vincere la guerra contro il nemico invisibile...quando non si riesce nemmeno a disperdere l'assembramento di quattro idioti scappati di casa che si alcolizzano senza protezioni davanti a un locale ... Soccombiamo addirittura a sti irresponsabili identificabili uno per uno

bernardo47

Dom, 24/05/2020 - 16:20

magnum357 studi di piu e si auguri che quella malattia, non tocchi mai a lei o a persona a lei cara.....almeno aspetti i primi giorni di giugno prima di lasciarsi andare a considerazioni cosi' poco equilibrate....

trasparente

Dom, 24/05/2020 - 16:26

Sanno già (loro i sapientoni)che ci sarà una nuova ondata di epidemia a settembre o ottobre. Non bastavano le previsioni metereologiche...

Ritratto di anno56

anno56

Dom, 24/05/2020 - 16:33

Il regime grillo comunista ha in mente solo di punire la Lombardia ed i lombardi per non aver votato i 5s,per essere interessati a lavorare e non essere parassiti sfaccendati e nullafacenti. La Lombardia lavora e produce,paga allo stato centrale per avere in cambio servizi degni della Libia attuale,la sanità lombarda funziona sia pubblica che privata, ragione per cui va smantellata e ricondotta sotto il disastro romanocentrico. Un virus mal gestito da protocolli ministeriali idioti ha colpito pesantemente dove la gente si sposta sempre per lavoro,il Che di Massa ha mai provato a vedere il traffico da e per Milano? Ultima considerazione fase 1,2 e forse 3 piantiamola lì con le idiozie

ilrompiballe

Dom, 24/05/2020 - 16:34

E' un incubo quotidiano.Tra mascherine, guanti, occhiali, distanziamento, mi sono rotto. Quindi non vado da nessuna parte, con giovamento per le mie finanze e fame per chi dei miei soldi avrebbe potuto giovarsi per tirare a campare. E' un discorso da str... ma non me ne sento responsabile. Certo i responsabili di tutto questo se ne fregano, visti i lauti compensi che percepiscono ogni mese.

Mr Blonde

Dom, 24/05/2020 - 16:36

bolsonaro trump jhonson... tutti a minimizzare e a ammazzare propri cittadini in nome di cosa non lo sanno più neanche loro. Che Fontana non si aggreghi, poveri lombardi già colpiti abbastanza, non bastano 16000 morti ancora?

sr2811

Dom, 24/05/2020 - 17:27

Se riapri poi non ti puoi lamentare se la gente è in giro, piuttosto c'è da chiedersi se tutto questo era necessario, personalmente questo virus lo paragono a un nuovo ceppo d'influenza un pò più aggressivo e niente più. c'è da chiedersi quanti sarebbero morti comunque senza virus? per me 80% e forse più, se fosse così chiudere ha fatto morire i posti di lavoro, negozi e imprese.

Maxy71

Dom, 24/05/2020 - 17:43

Tanti commenti sullo stato di polizia che ammazza l'economia e i cittadini. Primo nessuno giova da questo stato di cose. Quandi basta con questo complottismo. Secondo, non è uno stato di polizia ma di emergenza. Quando

Maxy71

Dom, 24/05/2020 - 17:46

Quando uno ha un infarto e l'ambulanza non esce..si chiama stato di emergenza non di polizia. Terzo,non appena si da alla gente un po' di normalità...troppa gente dimostra di non meritare fiducia con componenti irresponsabili

ilrompiballe

Dom, 24/05/2020 - 17:47

bernardo47: Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur. Se continuiamo in questa attesa non ne usciremo bene. Forse Lei non capisce che a questo mondo non tutti sono disposti a farsi terrorizzare e a rinunciare a vivere perché domani si potrebbe morire (speriamo di no).Anche le malattie peggiori vanno affrontate con positività e una certa grinta (ne so qualcosa). Questo clima è troppo carico di negatività.

bernardo47

Dom, 24/05/2020 - 17:48

Temo che i primi di giugno....per colpa di scellerati,avremo una ripresa dei contagi e delle morti.....anche se mi auguro di no.....