"Ecco come sconfiggere il virus". La lettera di 100mila medici al governo

L'appello dei medici a Speranza: "Il trattamento precoce può fermare il decorso dell'infezione verso la malattia conclamata"

Centomila firme indirizzate al ministro Roberto Speranza, ai governatori delle Regioni, ai presidenti di tutti gli Ordini dei Medici. Una lettera per chiedere che, nella lotta contro il coronavirus, i pazienti vengano "trattati il più presto possibile sul territorio", prima che arrivi la "polmonite interstiziale bilaterale, che quasi sempre porta il paziente in Rianimazione".

"Siamo un gruppo di circa 100.000 medici, di tutte le specialità e di tutti i servizi territoriali e ospedalieri sparsi per tutta Italia, nato in occasione di questa epidemia - si legge nella missiva - che da quasi 2 mesi ormai, sta scambiando informazioni sull'insorgenza della malattia causata dal Coronavirus, sul come contenerla, sul come fare, a chi rivolgersi, come orientare la terapia, come e quando trattarla". Il gruppo di sanitari intende apportare un contributo per sconfiggere il virus che ormai ha spezzato migliaia di vite. "Dagli scambi intercorsi e dalla letteratura mondiale - scrivono - si è arrivati a capire probabilmente la patogenesi di questa polmonite, con una cascata infiammatoria scatenata dal virus attraverso l'iperstimolazione di citochine, che diventano tossiche per l'organismo e che aggrediscono tutti i tessuti anche vascolari, provocando fenomeni trombotici e vasculite dei diversi distretti corporei, che a loro volta sono responsabili del quadro variegato di sintomi descritti".

I firmatari fanno delle richieste chiare e precise ai decisori politici per "non vanificare l'abnegazione di medici e personale sanitario". "Oltre ai Dispositivi di Protezione e ai tamponi - scrivono i 100mila firmatari - chiediamo di rafforzare il territorio, vero punto debole del Servizio Sanitario Nazionale, con la possibilità per squadre speciali, nel decreto ministeriale del 10 Marzo, definite USCA, di essere attivate immediatamente in tutte le Regioni, in maniera omogenea, senza eccessiva burocrazia, avvalendosi dell'esperienza di noi tutti nel trattare precocemente i pazienti, anche con terapie off label, alcune delle quali peraltro già autorizzate dall'AIFA". I medici sono "giunti alla conclusione che il trattamento precoce può fermare il decorso dell'infezione verso la malattia conclamata e quindi arginare, fino a sconfiggere l'epidemia. Il riconoscimento dei primi sintomi, anche con tamponi negativi (come abbiamo avuto modo di constatare nel 30% dei casi) è di pura pertinenza clinica, e pertanto chiediamo di mettere a frutto le nostre esperienze cliniche, senza ostacoli burocratici nel prescrivere farmaci, tamponi, Rx e/o TC, ecografia polmonare anche a domicilio, emogasanalisi, tutte cose che vanno a supportare la clinica, ma che non la sostituiscono".

L'appello è stato redatto nella speranza che le istituzioni permettano ai medici di "svolgere il proprio ruolo attivamente e al meglio, dando un contributo alla collettività nell'interesse di tutti". "Lo chiediamo - si legge nella missiva - perché tutti gli sforzi fatti finora col distanziamento sociale, non vadano perduti, paventando una seconda ondata di ricoveri d'urgenza dei pazienti tenuti in sorveglianza attiva per 10-15 giorni, ma che non sono stati visitati e valutati clinicamente e che ancora sono in attesa di tamponi. La mappatura di questi pazienti, asintomatici o paucisintomatici, e di tutti i familiari dei casi conclamati è oltremodo indispensabile per non incorrere in un circolo vizioso, con ondate di ritorno dei contagi appena finirà il 'lock down'".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Dom, 19/04/2020 - 10:39

al governo si attengono alle altalenanti decisioni dell'OMS, questo la dice lunga sulle proprie capacita intrinseche. La lettera [di licenziamento] dovrebbe mandarla Mattarella

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 19/04/2020 - 11:04

@cgf La famosa OMS che ha voluto Mugabe come suo ambasciatore e che riceve mazzette da fondazioni private. Ottim consogli, soprattutto disinteressati.

FD06

Dom, 19/04/2020 - 11:09

Il Ministro della Salute non è medico....ha una laurea sociale presa nel Sud Non può gestire tecnicamente la crisi sanitaria, per esempio in Francia il Ministro Véran è un oncologo di 39 anni che ha passato molti anni negli ospedali e ha una conoscenza del sistema, quindi lettere inutili, firme inutili ...., nessuno darà un seguito logico a una domanda leggitima essendo ignoranti, purtroppo !

sbrigati

Dom, 19/04/2020 - 11:35

Figuriamoci se ascolteranno questi medici, meglio puntare sulla vaccinazione di massa, obbligatoria naturalmente.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 19/04/2020 - 11:38

Figuriamoci se il governo prende a cuore la lettera firmata dai 100.000 medici che intendono salvaguardare la salute pubblica prevenendo piuttosto che curando.Il governo pensa solo a farci stare agli arresti domiciliari e prenderanno ordini solo dalle 15 task force messe in atto o dagli sceriffi di turno come il governatore della Campania De Luca.

Pigi

Dom, 19/04/2020 - 11:47

La situazione ricorda quella dello scoppio dell'AIDS, ormai quarant'anni fa. Qualcuno ricorda la "peste del 2000"? Qualcuno ricorda i primi malati, che morivano come mosche? Lo vogliamo ricordare che le prime morti per l'AIDS erano dovute alla cura cervellotica, cioè l'AZT? (ne hanno fatto anche un film). Quindi c'è da prevedere che questa infezione seguirà la stessa strada: pian piano, senza clamore, verranno eliminate e aggiustate le terapie sbagliate, fino a quando le infezioni e i decessi saranno trascurabili. Come per la ormai ex "peste del 2000".

Papilla47

Dom, 19/04/2020 - 12:05

Parole al vento loro non faranno nulla il virus agisce a favore dell'INPS. Se continua così presto la loro cassa deborderà al punto di poter fare volantinaggio con monete da 100 euro.

pbellofi

Dom, 19/04/2020 - 12:11

Questi la faccia e la pelle ce le hanno messe e continueranno a mettercele. Altri no.

cgf

Dom, 19/04/2020 - 12:43

@FD06 mi scusi, ma il ministro degl'esteri, quello dell'economia ed altri senza contare i vari viceministri? Forse l'unica veramente qualificata per essere ministro, nonostante non sia laureata, Teresa Bellanova e poi e poi...

mimmo1960

Dom, 19/04/2020 - 12:45

Cosa dicono i consulenti del governo???

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Dom, 19/04/2020 - 12:55

Se i medici hanno scritto una lettera con i termini riportati nell'articolo, hanno fatto un bel buco nell'acqua... nessun attuale politico è in grado di capire qualcosa di più drammatico di "dita nel naso" e/o "raffreddore"... però tutti riescono a capire "denaro" e "poltrona".

ruggerobarretti

Dom, 19/04/2020 - 13:12

II tentativo: ometto di citare il nome del cancro, altrimenti il censore non pubblica. Ritengo che l'appello di chi opera direttamente sul campo non sara' accolto. Comandano i televisivi. Gente che magari in corsia non sono mai entrati, chissa'!!!

Ritratto di Walhall

Walhall

Dom, 19/04/2020 - 13:17

@cgf: giusta riflessione la sua, soltanto che ciò che promulga la WHO è a sua volta ciò che i loro padroni Gates, Bezos, Soros, Rockefeller, Rothschild, JP Morgan, Goldman Sachs, ecc...gli hanno detto di proferire.

Una-mattina-mi-...

Dom, 19/04/2020 - 13:26

PREVENZIONE: ATTIVITA' ALL'ARIA APERTA E PURA, SOLE, ALIMENTAZIONE CORRETTA, NIENTE MARTELLAMENTO TERRORISTICO DELLA PROPAGANDA = SISTEMA IMMUNITARIO POTENTE...

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Dom, 19/04/2020 - 14:00

Ammucchiare tutti i malati negli ospedali non sembra una buona idea vedi Lombardia e Piemonte Inoltre le persone con patologie come cardiopatie e diabetici peggiorano tenendoli chiusi in casa Non ci sono solo i malati di Coronavirus ma anche altre patologie che sono la maggioranza

Unoamareggiato

Dom, 19/04/2020 - 14:30

Ci sarebbe da ridere se non fosse una situazione tragica. Sono ultrasettantenne ho superato sulla mia pelle il virus della difterite, quello del tifo, quello dell'asiatica. Grazie a Dio, sono ancora vivo ed in salute. Forse nessuno degli esperti e medici attuali ha titolo per parlare. A quei tempi esistevano medici e specialisti che parlavano di meno ma si sono impegnati di più a curare e a prevenire senza tanto clamore.

f35

Dom, 19/04/2020 - 14:30

cosa aspettano da speranza che ha studiato scienze politiche in basilicata e pensa che il modo di combattere il virus e creare uno stato comunista autoritario?

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Dom, 19/04/2020 - 14:35

Che si svegliassero questi burocrati..... dare ascolto ai medici e non fare orecchie di mercante! Speranza......mah!

morello

Dom, 19/04/2020 - 14:46

Questa verità solo oggi evidenziata è vecchia ma non tutti l'hanno voluta sentire .In Germania e anche in Veneto è risultata subito evidente . Non altrettanto in Lombardia dove Fontana ha lasciato migliaia di persone al loro destino a casa nonostante l'appello dei medici di famiglia . Ancora oggi in Lombardia prima di riconoscere ufficialmente un malato (tampone ) bisogna che stia per morire ..fine che molti come abbiamo visto fanno.Solo pochi "famosi " hanno ricevuto tempestivamente soccorso. Da qualche giorno in L si fanno quasi 12000 t. cosa "impossibile per mancanza di laboratori ,mancanza di reagenti, mancanza di tamponi " ( cito Fontana ). Tutte queste difficoltà erano evidentemente dovute a impreparazione.Cure preliminari ? certo , ma non illudiamoci, non in Lombardia . Il governo caro Giornale non c'entra niente

leone006

Dom, 19/04/2020 - 15:07

Se questi 100.000 medici ai pazienti dessero meno farmaci veleni, antibiotici, pillole per la pressione alta, tachipirina etc. e consigliassero una alimentazione meno pestifera, nel mlondo sarebbero miliardi di malati in meno, anche di questa nuova influenza, causata appunto dalle cure mediche. Non dò la colpa a questi medici, la cui colpa è solo l'ignoranza, ma agli scienziati medici che non hanno capito quasi niente delle malattie che stanno uccidendo, o facendo ammalare tante persone.

buonaparte

Dom, 19/04/2020 - 16:03

mi vergogno per i medici che la hanno scritta e per quelli che la hanno firmata- quello che chiedono dovevano farlo già 5 mesi fa era il loro lavoro invece di fare gli impiegati dietro ad un computer.manovali pagati come super tecnici- le mascherine le ho fatte mettere io in ospedale perchè dall'alto arrivavano ordine di non metterle perchè si spaventava la gente seguendo le ideologie di sinistra che attaccavano fontana e la lega che la aveva messa per primo la mascherina - siete medici e non politicanti - avete giurato di aiutare la gente non il pd nei sondaggi. vergogna ..

buonaparte

Dom, 19/04/2020 - 16:08

morello morello-- fare propaganda sui morti è una cosa vergognosa -- il materiale lo deve procurare il consip in mano saldamente al pd come dimostrano le indagini già insabbiate su lotti e babbo renzi..

ruggerobarretti

Dom, 19/04/2020 - 16:16

buonaparte, rispetto la tua considerazione, ma non l'approvo minimamente. Perche' dovrebbero vergognarsi??? Perche' dicono che seguendo protocolli "off label" riescono a salvare vite umane??? Perche' e' questa la realta' che ormai sta venendo a galla, alla faccia di tutti i soloni che ancora oggi infestano i media con la loro vergognosa campagna pro "cancelli".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 19/04/2020 - 17:26

L'avranno buttata nel cestino? Sarebber ocapaci. Oppure non la ritovano più?

ilguastafeste

Dom, 19/04/2020 - 17:53

Perchè nella home c'è scritto lettera inviata a Conte e qui c'è scritto che è inviata a Speranza?

oracolodidelfo

Dom, 19/04/2020 - 17:58

Morello 14,46 - come il Governo in questa ecatombe non c'entra niente? Il Governo c'entra in tutto! Basta fare qualche ricerca sul web che è un'arma formidabile per sbugiardare i mistificatori.