Escono di casa per rubare arance: ladri in arresto

Approfittando della situazione di emergenza sanitaria, sono usciti dalle loro abitazioni per compiere un furto nelle campagne del siracusano. I carabinieri li hanno scoperti ed arrestati

Escono di casa per mettere a segno un grosso furto di arance, ma vengono scoperti ed arrestati. Sono tempi particolari quelli che tutta l’Italia sta vivendo per via dell’ emergenza sanitaria dettata dall’allarme sui contagi da coronavirus. Molti cittadini con grande senso di responsabilità per la salute propria e per quella pubblica si stanno comportando in maniera responsabile rispondendo all’appellativo di rimanere a casa. Purtroppo, alcuni cercano di sfuggire alle disposizioni contenute nel decreto firmato dal presidente del Governo e fanno i furbetti. Fra questi, i malviventi. Nei giorni che stanno facendo seguito all’emanazione delle ferree regole per il contenimento del virus, sembra proprio che per alcuni di loro valga il detto “il lupo perde il pelo ma non il vizio”.

Fra i vari casi segnalati,vi è quello che riguarda cinque delinquenti catanesi che hanno tentato un colpo su un fondo agricolo a Xirumi nelle campagne di Lentini, in provincia di Siracusa. I ladri, non attenendosi alle disposizioni sul contenimento del coronavirus, si sono allontanati dalla città di Catania, dove hanno la propria residenza, per recarsi in quel terreno. Volevano approfittare dell’assenza dei lavoratori, rimasti in casa proprio in osservanza alle sopradette disposizioni per portare via un ingente carico di agrumi. Proprio la contrada Xirumi è quella zona dove, alcune settimane fa, si è consumato l’omicidio nei confronti dei due ladri intenti a compiere gli stessi reati.

Come risaputo, in queste giornate le forze di polizia stanno intensificando le attività di controllo sul territorio per evitare la circolazione dei furbetti ma anche il compimento di attività criminose. Ebbene, i carabinieri della stazione di Lentini stavano proprio effettuando, insieme ai colleghi dello squadrone eliportato cacciatori di Sicilia, un apposito servizio di controllo del territorio. Hanno dunque sorpreso i cinque mentre cercavano di riempire un camion dalle arance che avevano asportato dagli alberi, circa una tonnellata.

I ladri sono stati bloccati. Si tratta di Giovanni Pellegrino di 44 anni, Gaetano Pellegrino di 65 anni, Domenico Sciuto di 32 anni, Gaetano Venuto di 31 anni e Salvatore Querulo di 64 anni. Tutti sono stati accompagnati in caserma per le formalità di rito che precedono l'arresto e dopo condotti nella casa di reclusione di Noto, così come stabilito dall’autorità giudiziaria aretusea. Nei prossimi giorni verrà inoltre avanzata al questore la proposta di emissione del foglio di via obbligatorio.

Non si fermano i controlli delle forze dell’ordine volti a prevenire e reprimere la commissione dei reati da parte dei malviventi che, soprattutto in questo periodo, approfittano di quelle persone scrupolose che si attengono ai comportamenti ispirati al principio della prudenza.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.