Esodo, primo weekend da bollino nero

Traffico intenso e code. Ma al Nord si viaggia al fresco

Esodo, primo weekend da bollino nero

Traffico intenso e code lungo la rete stradale e autostradale primo weekend di esodo estivo da bollino nero. Secondo l'Anas è un "trend di significativa crescita" quello dei flussi di circolazione dell’esodo 2015 rispetto allo stesso periodo del 2014. I sensori di traffico Panama, collocati lungo la rete, hanno rilevato nel corso dell’intera giornata di ieri un incremento di circa l’11% rispetto al corrispondente venerdì del 2014. Solo sulla A3 Salerno-Reggio Calabria, in particolare, è stato registrato un numero di veicoli pari 31.120, mentre lo scorso anno nello stesso momento il numero era pari 28.470, segnando un + 8,5%.

I principali disagi per il traffico si registrano in Veneto e nella zona di Trieste: intorno alle 11 è arrivato il bypass autostradale lungo le autostrade A27 Venezia-Belluno fino a Conegliano, e da lì lungo la A28 fino a Portogruaro, per permettere il deflusso dei veicoli diretti verso Trieste. Sull'A4 lunghe code, in particolare ai caselli per l'est Europa e le spiagge. Disagi fin dal mattino anche sulle autostrade dell'Emilia Romagna, con rallentamenti e code a tratti sull'A1 tra Campegine e Bologna e in A14, da Bologna fino a Castel San Pietro Terme. Traffico intenso al Traforo del Monte Bianco dove, sul lato francese, il tempo di attesa per entrare in Italia è di tre ore. Regolare invece la viabilità verso la Francia. Il traffico è destinato ad aumentare in entrambe le direzioni nella giornata di sabato, fino ad azzerarsi dalle 18, secondo la società di gestione Geie-Tmb.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti