"Ex maresciallo dell'Arma sviò indagini su Stasi"

Francesco Marchetto, maresciallo dei carabinieri di Garlasco, sviò le indagini sull'omicidio di Chiara Poggi per il quale è stato condannato Alberto Stasi

"Ex maresciallo dell'Arma sviò indagini su Stasi"

Francesco Marchetto, maresciallo dei carabinieri di Garlasco, sviò le indagini sull'omicidio di Chiara Poggi per il quale è stato condannato Alberto Stasi. A dare questa indicazioni sono le motivazioni fornite dai giudici della prima Corte d'Appello per la sentenza con cui hanno dato non luogo a procedere per prescrizione per il militare dell'Arma. Di fatto i giudici hanno considerato false le dichiarazioni rese dal carabiniere proprio nell'ambito del processo con rito abbreviato che poi si concluse con l'assoluzione di Stasi. Poi, come è noto, Stasi è stato condannato in Cassazione a 16 anni di carcere. Marchetto in precedenza era stato già condannato a due anni e mezzo di carcere dal Tribunale di Pavia per aver mentito al gup Stefano Vitelli sul perché non avesse sequestrato la bicicletta che era nella disponibilità di Stasi. Nonostante il reato sia andato in prescrizione i magistrati hanno comuqnue confermato un anticipo del risarcimento di 10mila euro per i genitori di Chiara Poggi e per il fratello della vittima.

Commenti