Fase 2, pronta la bozza del dl. ​Da lunedì spostamenti "liberi" nella regione

Pronta la bozza del dl Rilancio che oggi verrà presentata in Cdm. Il testo prevede un allentamento nelle misure sugli spostamenti

Spostamenti tra le regioni consentiti dal 3 giugno, visite agli amici dal 18 maggio e monitoraggio quotidiano dei contagi. Sono i punti emersi dalla bozza del dl Rilancio, che oggi alle 12.00 verrà portato in Consiglio dei ministri. Secondo AdnKronos, che ha visionato la bozza, si tratta di un "decreto quadro", composto solamente da tre articoli, che contengono le regole generali che le Regioni dovrano seguire nell'allentamento o nel restringimento delle misure contro il Covid-19.

Dal 18 maggio la fase due

Il dl Rilancio potrebbe prevedere un ulteriore allentamento nelle misure di contenimento all'interno delle singole regioni. "A partire dal 18 maggio 2020 gli spostamenti all'interno del territorio regionale non sono soggetti ad alcuna limitazione, fatte salve le misure di contenimento più restrittive adottate, ai sensi degli articoli 2 e 3 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, relativamente a specifiche aree del territorio regionale, soggette a particolare aggravamento della situazione epidemiologica". Da lunedì, quindi, sarà possibile rivedere gli amici e raggiungere le seconde case, sempre che si trovini all'interno della stessa regione, e non sarà più necessaria l’autocertificazione. Ma restano alcuni paletti: "È fatto divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora - si legge nel testo- per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena per provvedimento dell'autorità sanitaria in quanto risultati positivi al virus, fino all'accertamento della guarigione o al ricovero in una struttura sanitaria". Restano fermi anche i poteri del sindaco, che può "disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile garantire adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro".

Dal 3 giugno spostamenti tra regioni

"Fino al 2 giugno 2020 sono vietati i trasferimenti e gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova", a meno che non vi siano le ormai note "comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute". In ogni caso, rimane la possibilità di cambiare regione per tornare al proprio domicilio, alla propria abitazione o residenza. Ma la situazione cambia "a decorrere dal 3 giugno 2020". Nella bozza, infatti, si legge che, a partire da quella data, "gli spostamenti sul territorio nazionale possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree". Significa che, a meno dell'esistenza di zone rosse o limitazioni decise dai governatori, si potrà viaggiare in tutta Italia.

Le imprese

Per quanto riguarda le "attività economiche e produttive", la bozza specifica che sono consentite "a condizione che rispettino i contenuti di protocolli o linee guida, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di esercizio o in ambiti analoghi, adottati a livello nazionale". Ma, il mancato rispetto di queste linee guida, che regolano le riaperture, tanto dal non assicurare "adeguati livelli di protezione", determina la "sospensione dell'attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza". Lo stop durerà da 5 a 30 giorni. Viene introdotta, inoltre una "sanzione amministrativa" da 400 a 3mila euro, in caso in cui vengano violate le norme dei decreti e delle ordinanze. "In caso di reiterata violazione" la multa viene raddoppiata e quella aggiuntiva applicata nella "misura massima".

Le Regioni

Compito delle Regioni è quello di monitorare "con cadenza giornaliera l'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e, in relazione a tale andamento, le condizioni di adeguatezza del sistema sanitario regionale". In questo modo, verrà garantito "lo svolgimento delle attività economiche e produttive in condizioni di sicurezza". La bozza del decreto stabilisce anche che i dati del monitoraggio devono essere "comunicati giornalmente dalle Regioni al Ministero della Salute, all'Istituto superiore di sanità e al comitato tecnico-scientifico" e, in relazione all'andamento dei contagi sul proprio territorio, la Regione "può introdurre, anche nell'ambito delle attività economiche e produttive svolte nel territorio regionale, misure derogatorie, ampliative o restrittive, rispetto a quelle disposte ai sensi dell'articolo 2 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19".

Le misure contenute nel dl quadro saranno valide fino al termine dello stato di emergenza, fissato al 31 luglio 2020.

La lite coi governatori del Nord

Ma i governatori del Nord non sembrano aver accolto in modo positivo le misure previste dalla bozza del dl Rilancio. Dai parrucchieri, ai ristoranti, c'è chi punta a una riapertura totale già a partire dal prossimo lunedì, consentendo l'allentamento anche delle misure di spostamento.

In Veneto, Luca Zaia chiede la riapertura di attività commerciali, bar, ristoranti, attività che offrono servizi alla persona, centri sportivi, palestre e piscine: "Inseriremo l'apertura di tutto per 0-14, dalla fattoria didattica, all'asilo, ai centri estivi", nella prossima ordinanza, ha spiegato ieri il governatore. Inoltre, dal 18 maggio, Friuli Venezia Giulia e Veneto intendono consentire "la possibilità di fare visita ai congiunti per i residenti nelle aree di confine tra le due Regioni", data l'evoluzione positiva dei contagi. Anche Massimiliano Fedriga, infatti, aveva espresso l'intenzione di "riaprire tutte le attività, non soltanto il commercio al dettaglio, ristoranti e bar, ma anche le palestre e i luoghi di cultura".

Malumore anche dalla Liguria, dove Giovanni Toti sta organizzando la fase due: "Non possiamo dire 'pronti si riparte', se poi devi saltare su una gamba sola e con le mani legate", ha spiegato in un'intervista alla Stampa, "la ripartenza deve essere prudente, ma effettiva". Per questo, il governatore ha "inviato una lettera al governo" per chiedere "la riapertura di tutte le attività economiche".

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha dichiarato: "Crediamo sia giunto il momento di riaprire i servizi alla persona come parrucchieri ed estetiste, oltre a bar e ristoranti, sia pure nel rispetto delle regole dettate dall'Inail". E ha aggiunto: "Attendiamo il provvedimento del governo per capire le loro decisioni, dopo di che eventualmente integreremo".

Dubbi anche sul documento contenente le linee guida dettate dall'Inail e dall'Istituto superiore di sanità, che è stato definito "inapplicabile, insostenibile per le aziende e debole giuridicamente". Secondo quanto appreso da Agi, nel corso della riunione coi governatori, Giuseppe Conte avrebbe ammesso la possibilità di non dover risopettare alla lettera i protocolli, specificando che le linee guida delle singole regioni devono comunque essere fedeli ai principi fondamentali.

L'accordo con le Regioni

Raggiunto un accordo tra i governatori delle Regioni, che hanno approvato un documento contenete le misure per la fase due. Secondo quanto riporta Agi, che ha visionato il testo, per quanto riguarda il settore della ristorazione sono state predisposte le distanza necessarie alla riapertura. "I tavoli devono essere disposti in modo che le sedute garantiscano il distanziamento interpersonale di almeno un metro di separazione tra i clienti". Si tratta di indicazioni che si applicano "per ogni tipo di esercizio di somministrazione di pasti e bevande, quali ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie (anche se collocati nell'ambito delle attività ricettive, all'interno di stabilimenti balneari e nei centri commerciali), nonchè per l'attività di catering". Inoltre, sarà necessario "rendere disponibili prodotti igienizzanti per i clienti e per il personale anche in più punti del locale, in particolare all'entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al giorno".

Per i locali in cui sono predisposti dei posti a sedere, deve essere privilegiata la prenotazione, "mantenere l'elenco dei soggetti che hanno prenotato, per un periodo di 14 giorni. In tali attività non possono essere presenti all'interno del locale più clienti di quanti siano i posti a sedere". Negli esercizi che non hanno posti a sedere, invece, bisogna consentire l'ingresso solo ad un numero limitato di persone, "in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione". Viene chiesto, inoltre, privilegiare i luoghi all'aperto, dove disponibile.

Il personale di servizio che è a contatto con i clienti "deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche (prima di ogni servizio al tavolo)". Occorre anche "favorire il ricambio d'aria negli ambienti interni ed escludere totalmente, per gli impianti di condizionamento, la funzione di ricircolo dell'aria". Obbligo di mascherina anche per i clienti, quando non sono seduti al tavolo.

Predisposte anche misure per le spiagge e gli stabilimenti balneari. Le regole di prevenzione devono essere comprensibili per tutti i clienti. Devono essere resi disponibili prodotti igienizzanri e "privilegiare l'accesso agli stabilimenti tramite prenotazione e mantenere l'elenco delle presenze per un periodo di 14 gg". Tra gli utenti è previsto il distanziamento di almeno un metro e garantire una superficie di almeno 10 m2 per ogni ombrellone. "Tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio)- si legge ancora nel documento- quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 m". Necessaria anche la pulizia frequente e la "disinfezione delle aree comuni, spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici".

Infine, per quanto riguarda le strutture alberghiere e gli agriturismi sarà necessario "garantire il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro in tutte le aree comuni e favorire la differenziazione dei percorsi all'interno delle strutture, con particolare attenzione alle zone di ingresso e uscita".

Durante l'incontro con i governanti, il governo ha dato l'ok alle linee delle Regioni, che sono state portate al Consiglio dei ministri, per il via libera definitivo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 15/05/2020 - 11:58

Stanno ingabbiando,e privando il 95% della popolazione,della possibilità di usare le naturali difese immunologiche,perchè non sanno prendersi cura del 5%,che non le ha,o che ha una fragilità patologica più o meno evidente. Aspettano le condizioni di "assoluta non circolazione" del virus,....cosa allucinante!!Possediamo varie terapie(che sin dall'inizio potevano essere sfruttate)...e poi,abbiamo o non abbiamo gli anticorpi,le difese immunitarie,che la NATURA ci ha dato?...L'UMANITA' deve passare tutti gli anni a venire,a girare con mascherine,guanti,visiere,disinfettare le mani,i piedi,l'aria che respira,fare bollire l'acqua che beve,la verdura,la frutta,guardarsi con sospetto,tenersi a distanza,etc.etc,distruggendo le sue naturali difese,l'economia,quindi la sua stessa esistenza?.....SIAMO DIVENTATI COMPLETAMENTE MATTI?...I bambini dopo 1-2 anni di "mascherine"e disinfettanti,che anticorpi svilupperanno?

maxfan74

Ven, 15/05/2020 - 12:10

E' il Caos, non si capisce più niente. Deluso dalla mancanza di tatto, solo tante parole. Governare è altro, non è facile ma così è meglio pagarli ma lasciarli a casa.

ruggerobarretti

Ven, 15/05/2020 - 12:13

Zagovian: complimenti, vedo che c'e' ancora qualcuno con il cervello funzionante. La diatriba sui centri sportivi, parlo quanto meno per il tennis: dal 4 maggio sono riaperti in dieci regioni italiane e non mi risulta che il governo abbia impugnato le ordinanze. E' assurdo che quella specie di ministro ancora l'altro ieri parlava di riapertura entro il 25 maggio. Zagovian, non so se tu sei interessato al gioco del tennis, se si allora avrai letto le linee guida per la ripresa in sicurezza se invece non lo sei, vattele a leggere per farti due risate (amare).

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Ven, 15/05/2020 - 12:18

Caro Zagovian 11:58 -Lei ha perfettamente ragione. Concordo in pieno.

agosvac

Ven, 15/05/2020 - 12:18

Un Governo serio non può "litigare" con le Regioni più produttive d'Italia, non lo può fare se non è composto da veri deficienti. In casi di emergenza come quello che stiamo vivendo, le contrapposizioni politiche sono solo di chi non ha abbastanza intelligenza da capire quando fermarsi.

cir

Ven, 15/05/2020 - 12:19

Zagovian Ven, 15/05/2020 - 11:58 : tutto vero e condivisibile..ma devi fare i conti con il Pil , i vaccini , il business , i mercati finanziari , le case farmaceutiche che come avvoltoi si buttano sulla prega ancora viva,gli imprenditori se sentono nell' aria profumo di soldi , e vuoi che pensino alla salute della e agli anticorpi naturali ?

mcm3

Ven, 15/05/2020 - 12:22

Ma è possibile che mentre le Regioni del Sud, dove il virus "non esiste",non dicono niente e quelle del Nord sono contrarie ? Ma dove siamo ? Ma i numeri che giornalmente vengono pubblicati non li conoscono ?non ci sono parole..

Zecca

Ven, 15/05/2020 - 12:30

Per Zagovian, noto virologo, e compagnia bella. Vi risulta che a Londra, Parigi, Madrid, New York, siano tutti in giro a ballare la tarantella.? Sono chiusi quanto noi e hanno anche loro migliaia di morti. Il nostro problema è la Lombardia, senza la quale avremmo già adottato misure molto più aperte

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 15/05/2020 - 12:31

ricordiamocelo: non sono i governatori a litigare con il governo, ma è il governo che cerca la lite! :-)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 15/05/2020 - 12:32

@ruggerobarretti 12:13....non gioco a tennis....mi sono letto le norme...ad occhio e croce sono una 50na....Cosa allucinante!!!Chi potrà "giocare" a tennis rispettandole?...NESSUNO!!...SONO DIVENTATI COMPLETAMENTE MATTI!....ed ogni settimane,le solite "intenzioni di voto" più o meno dimostrano che la maggioranza di "italiani" appoggia questo "esecutivo",con un 40% che non si sbilancia neppure.....agli "italiani" va bene così!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 15/05/2020 - 12:38

@cir 12:19...si continua a parlare di VACCINO,come se fosse la panacea del problema...Il vaccino è di lenta attuazione(per essere sicuro senza effetti collaterali),diventa obsoleto in poco tempo(perchè il virus muta in sei mesi o giù di lì),è un ENORME "business",UN enorme COSTO,ed è un "discriminatore sociale".... Per concludere,allo "stato dell'arte",vista la corsa ai vaccini(pare che siano oltre 100 le Case Farmaceutiche in corsa...,con il rischio di "contaminazioni"(e conseguenze ben più gravi,che verrebbero puntualmente insabbiate),proporrei una moratoria di almeno 5 anni su questi "vaccini"!Abbiamo le alternative,avevamo le alternative...USIAMOLE!...E sopratutto basta catastrofismi!L'umanità si sta creando un'altro problema,annullando tutte le sue naturali difese immunitarie!!Vedrà fra due anni di mascherine e disinfettanti a gogo,come andrà a finire!!

Ritratto di asimon

asimon

Ven, 15/05/2020 - 12:50

l'unico obbiettivo raggiunto da questo governo di incapaci (5stelle) e affaristi (pd) è di aver messo gli italiani che lavorano nei sistemi produttivi in miseria nera, guarda caso gli unici a "godere" sono i dipendenti pubblici, i fruitori di reddito di cittadinanza o di vari benefit e gli immigrati che sono ampiamente la loro base elettorale

moichiodi

Ven, 15/05/2020 - 12:51

Si, LITE.

Malacappa

Ven, 15/05/2020 - 12:53

Zecca 12:30 allora che facciamo bruciamo la lombardia,e l'emilia romagna (corea del nord) dove ci sono morti in numero superiore a quello che dicono tutti al mare VIVA

lolafalana

Ven, 15/05/2020 - 12:54

Visto che quest'anno si erano presentati sul calendario molti ponti, TUTTI HANNO VOLUTO NEGARCELI E TOGLIERCELI st'impuniti...

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 15/05/2020 - 12:55

Mantenere le restrizioni agli spostamenti è una macina che affonda definitivamente una stagione turistica già compromessa. Farebbero ancora in tempo a rimediare, se solo sapessero guardare come va il mondo, invece sono totalmente presi a sfornare migliaia di pagine di decreti insulsi.

moichiodi

Ven, 15/05/2020 - 12:56

Si, LITE. Basta leggere le dichiarazioni dei presidenti: avremmo l’intenzione, faremo, vedremo. Quali liti. È tutto concordato con le regioni. E quelle del nord hanno tutte più motivi ad essere prudenti, a partire dalla Lombardia.

antoniopochesci

Ven, 15/05/2020 - 13:02

Dio non voglia che nei prossimi mesi riprenda virulenza il Coronavirus! Assisteremmo al gioco miserabile dello scaricabarile dove ognuno si presenta issando le proprie insegne con sù effigiato: IO L'AVEVO DETTO! Purtroppo, stando a quanto ci viene raccontato, nella querelle Stato-Regioni confliggono due visioni diametralmente opposte: da una parte l'egocentrismo, il leguleismo, il burocratismo di MISTER 400 MILIARDI DI LIQUIDAZIONE IMMEDIATA e dall'altra la concretezza ed il pragmatismo delle Regioni economicamente più evolute guidate dai rispettivi Governatori che - non dimentichiamolo mai - essendo stati eletti direttamente dal popolo sovrano, ne conoscono meglio di chiunque le problematiche della quotidianità

ruggerobarretti

Ven, 15/05/2020 - 13:05

zecca: e quindi??? Lo sa quanta gente muore tutti i giorni ogni anno nel mondo?? Le risulta che abbiano mai adottato queste assurde disposizioni??? Si puo' avere o no una diversa percezione della cosa???

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 15/05/2020 - 13:07

Zagovian Ven, 15/05/2020 - 11:58 Assolutamente d'accordo.

releone13

Ven, 15/05/2020 - 13:10

.... Visto che ci avete fottuto anche il ponte di giugno fate una cosa.... Fate muovere la gente tra regioni fino al 31luglio poi bloccate dal primo di agosto così il turismo fallisce del tutto.... Tanto che vi frega voi al governo lo stipendio lo avete assicurato no???

pinosala

Ven, 15/05/2020 - 13:11

Zagovian: sono giorni che dico (e scrivo) anch'io gli stessi concetti. Stiamo vivendo una follia, ringraziando gli incapaci M5S e gli anti-italiani PD che, purtroppo, il 51% degli Italiani stessi ha mandato in Parlamento.

silvano45

Ven, 15/05/2020 - 13:11

Questi incapaci incompetenti stanno portando alla rovina.Quello che negli altri paesi hanno già fatto con celerità e senza intralci questi impreparati o peggio che non sono riusciti ad aiutare quasi nessuno con il primo decreto ne varano un altro di 500 pagine ridicoli buffoni.

AmilcareTafazzi

Ven, 15/05/2020 - 13:15

Intanto la Tui ( viaggi tedeschi) riprende i voli e le settimane in Egitto ( non sarà necessario il passaporto sanitario ma bastano controlli tedeschi alla partenza) . Ue ha autorizzato voli a pieno . Solo mascherine e guanti no servizi bordo . In Italia la psicosi dei cagasotto

Maxy71

Ven, 15/05/2020 - 13:28

@Amilcare..vai a vivere in germania .. chi ti trattiene

Iacobellig

Ven, 15/05/2020 - 13:50

La sinistra e M5S non si vogliono rassegnare alla loro fine!!!

Ritratto di .bonoiTaGlia.

.bonoiTaGlia.

Ven, 15/05/2020 - 13:56

cari SERVI, cari SUDDITI, vi dirà TUTTO il REGIME SFASCISTA, dovete solo UBBIDIRE agli ORDINI

Savoiardo

Ven, 15/05/2020 - 14:00

Da quel che si sente al TG1 bisognerebbe far venire tutti in Italia (don Bergoglio) e sarebbe colpa di chi lavora della poverta' in Sud-america e dell'epidemia di covid19.

Ritratto di Adespota

Adespota

Ven, 15/05/2020 - 14:04

Va bene, potremo tornare a frequentare gli amici, ma non è stata specificata nè l'ora, nè la durata minima/massima della visita. Invierò faq al ministero competente...

Maxy71

Ven, 15/05/2020 - 14:18

E' veramente impressionante, leggendo i commenti, realizzare come in Italia la gestione delle cose sia sempre in mano ad inetti ed incapaci...mentre i più grandi visionari, luminari della medicina e della scienza...quelli che avrebbero saggiamente gestito le cose in modo diverso (contendendo il contagi e facendo crescere l'economia), siano invece seduti a casa davanti ad un pc a fare il leone da tastiera... Che ognuno inizi a fare la propria parte uscendo di casa con le dovute protezioni e precauzioni...al posto di continuare a vedere in giro "furbi" e ignoranti che se ne fottono...e poi ci lamentiamo che i contagi salgono! Se i contagi salgono è perchè c'è troppa gente che non fa ciò che dovrebbe fare! Così non se ne esce più! Se la gente si decide a rispettare le regole, si può ripartire con relativa sicurezza e tornare verso la normalità contendo la diffusione dei contagi. Sta a noi, ai nostri comportamenti. Che ognuo si comporti da uomo, non da ixxxxa!

kayak65

Ven, 15/05/2020 - 14:27

Zagovian prfettamente d'accordo con quanto scrivi. del resto la natura fa la selezione naturale anche se e' difficile, duro e crudele ammetterlo. i ns nonni o bisnonni che sono sopravissuti alla spagnola e altre malattie che oggi non consideriamo piu' tali hanno dato origine alla ns epoca. quelli che sono stati decimati un secolo fa non lo hanno fatto. e' dimostrato che i guariti sempre in misura maggiore hanno sviluppato anticorpi e chi e' rimasto a casa blindato probabilmente non ancora e nessuno sa come reagira' al contagio. sicuramente la pandemia della disoccupazione e della miseria fara' piu' vittime per molti anni del covid cinese stesso

kayak65

Ven, 15/05/2020 - 14:33

Zecca posso aiutarti con la matematica per rispondere al problema Lombardia...10 milioni di abitanti con oltre 500mila tamponi! certo se facessimo 100 tamponi al giorno probabilmente sarebbe la regione piu' sana d'Italia...non ti sei mai chiesto perche' regioni con 1/30 della popolazione hanno contagi 3-5 con un numero di tamponi che neanche dichiarano?

pushlooop

Ven, 15/05/2020 - 14:56

Dall'unico studio epidemiologico serio, fatto da dott.Bacco, emerge che gran parte della popolazione è positiva al covid ma del tutto asintomatica. Come mai i giornalai non citano mai questi dati?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 15/05/2020 - 14:57

kayak65 14:27...."sicuramente la pandemia della disoccupazione e della miseria fara' piu' vittime per molti anni del covid cinese stesso"....certo!...Però hanno "sanato" 500.000 clandestini,per raccogliere i pomidoro!!...E il bello è(per modo di dire..) che alla stragrande maggioranza di "italiani"(vedi "intenzioni di voto"),con il 40% che non si sbilancia neppure,sta bene così!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 15/05/2020 - 15:07

pushlooop 14:56...concordo!Ho letto l'intervista!Non ne parlano,come non parlano di Montanari,come di altri "fuori dal coro" dei virologi di grido!

ruggerobarretti

Ven, 15/05/2020 - 15:08

maxy71: e se invece il problema fossi tu e quelli che ragionano come te??? Io credo di stare nel giusto, di essere etremamente razionale e giudizioso, ma non per questo debbo necessariamente bermi tutto quello che ci propinano. Quali sarebbero secondo te le "giuste regole da rispettare" e che invece vengono, secondo te, regolarmente disattese dagli italiani cattivoni, tutti leoni da tastiera???

kayak65

Ven, 15/05/2020 - 15:47

Zagovian temo che quel 40% di presunti votanti sia composto da figuri con reddito di nullafacenza in attesa pure dell'integrazione del reddito di emergenza.

Maxy71

Ven, 15/05/2020 - 15:59

@ruggerobarretti, ovviamente non sto parlando di te, che sarai sicuramente illuminato da virtù e saggezza nei tuoi comportamenti. Sto parlando del fatto che ad oggi, ancora, come se ci fosse bisogno di ulteriori spiegazioni, vedi in giro gente senza mascherine, o messe in fronte, sul collo, sulla nuca, ecc...che bellamente si fanno i comodi propri noncuranti di tutto. Il virus non si diffonde perchè riapri le aziende, perchè cammini per strada, perchè vai in un negozio...ma si diffonde perchè evidentemente c'è troppa gente in giro che non mantiene il distanziamento adottando le dovute protezioni (questo ti è chiaro o bisogna farti un disegno?...mi pare sia stato spiegato in tutte le salse). Purtroppo tornare indietro in questo macello non si può. E' stata intrapresa una strada, giusta o sbagliata che sia. Ora, l'unica cosa che possiamo fare è proteggere noi stessi e gli altri, nel momento della convivenza sociale e sto virus in circolazione.

ruggerobarretti

Ven, 15/05/2020 - 16:35

A ecco la gente in giro senza museruola. E che fa i propri comodi, quali non si sa'. Viviti le tue convinzioni e non rompere le scatole al prossimo.

baio57

Ven, 15/05/2020 - 16:47

@ Maxy71 Tranquillo , ancora qualche mese di CONFINAMENTO !!!! ( anche se fa più figo scrivere Lock down ) ,perchè quelli come te dicono.."ve la siete cercata..", un continuo lavaggio del cervello mediatico tra bollettini di guerra incomprensibili, virologi che non risolverebbero una diagnosi nemmeno col "Piccolo chimico",tra spot pubblicitari idioti dove diventa normalità il mettere mascherine e sfornare crostate e pizze in videoconferenza agli arresti domiciliari.... Poi arriverà come d'incanto la lieta novella ,direttamente dal "filantropo" di Seattle ,che già nel 2018 paventava pandemie future e scenari apocalittici la cui soluzione era la vaccinazione totale del pianeta......

frabelli1

Ven, 15/05/2020 - 16:58

Insomma ancora una volta questo governo usa un sacco di parole, poi per la ripartenza... il nulla i fatto.

barbarablu

Ven, 15/05/2020 - 17:15

cari Fontana, Zaia, Fedriga, Toti e Cirio da lombarda vi propongo semplicemente un'alleanza tra regioni, che il governo non può impedire perchè previsto dalla costituzione. creiamo la macroregione del nord e facciamo da noi! per il resto se a qualcuno non va bene può sempre attaccarsi al tram... come si dice in lombardia!

Maxy71

Ven, 15/05/2020 - 17:40

@baio57..dato che fai parte dell'esercito dei "quelli come te", dall'alto del tuo piedistallo di una maggiore comprensione del fenomeno... illustraci il tuo piano, la tua visione illuminata su come uscire da questo casino. Peccato che nessuno te l'abbia chiesto prima, così non ci saremmo nemmeno finiti dentro! Illuminaci

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 15/05/2020 - 17:42

Una domanda a tutti i sinistrati di questo forum,vorrei delle motivazioni serie da parte vostra perché in piena emergenza sanitaria il governo promette una montagna di soldi a chi è rimasto chiuso per colpa dei decreti di Conte,e per quale motivo sono state regolarizzati circa 500.000 mila clandestini senza documenti con la disoccupazione galoppante e la gente che non riesce a pagare la spesa? Non si poteva chiedere alla gente col c/c in rosso di offrire un lavoro nei campi dando una base salariale ministeriale e poi aggiungere le ore effettivamente lavorate nei campi? Credo che sarebbe stato dignitoso per tutti,anziché vedere la merce ortofrutticola lasciata marcire sulle piante!

ruggerobarretti

Ven, 15/05/2020 - 17:47

baio57: licantropo volevi dire!!!!

Maxy71

Ven, 15/05/2020 - 17:49

Caro ruggerobarretti, probabilmente vivi in qualche zona d'Italia colpita marginalmente da questo fenomeno e ti senti nel diritto di andare in giro senza museruola perchè tanto il problema non si vede ed è tutto un grande complotto! Io vivo in una zona dove, in una azienda di 270 dipendenti, 90 hanno contratto il virus, 25 sono finiti in terapia intensiva, 15 hanno perso genitori e fratelli. Forse viviamo su pianeti diversi. Tu continua a profetizzare da Marte... e se ti beccano in giro senza museruola cavalcando le tue teorie, spero tu possa essere sanzionato.

silvano45

Ven, 15/05/2020 - 17:52

Conte è riuscito a realizzare il sogno dei compagni stato permanente di polizia limitazione libertà individuali e sospensione attività parlamentari controllo dello stato su prezzi e commercio occupazione di tutti i posti PA e creazione di migliaia nuovi inutili.Incremento di regole e burocrazia 500 pagine di decreto.E tutto questo nel silenzio di magistratura troppo impegnata a perseguire Salvini e delle istituzioni.

m50dorato

Ven, 15/05/2020 - 18:01

la solita ignobile mancanza di responsabilità. io non vedo le mie figlie da quasi tre mesi. Ma mi ricorderò di loro ......

Maxy71

Ven, 15/05/2020 - 18:25

Cari Baio e Ruggero, nessuno intende ledere la vostra libertà di comportarvi come volete nonostante vengano indicate delle regole da seguire (..del resto questo è lo specchio del nostro Paese). Fate pure come volete, ma il vostro diritto di andare in giro senza museruola, non è superiore al mio nè a quello di nessun altro. Soprattutto non è superiore al bene della collettività. Nel momento in cui sono in coda al supermercato e quello dietro di me è senza mascherina e tossisce e starnutisce...mi spiace per voi, che magari vorreste essere li ad assaporare senza mascherina, forti di un sistema immunitario superiore, ...Ma quella persona, in quel frangente sta caplestando gli altri che invece, con sacrificio, cercando di fare ripartire il Paese in sicurezza. Saluti.

baio57

Ven, 15/05/2020 - 18:53

@ Maxy71 Ho forse detto che non metto la mascherina DOV E' NECESSARIA ? Spiegami in quale supermercato hai trovato quello che starnutisce senza mascherina,visto che non ti fanno nemmeno entrare....comunque sia non generalizzare con paragoni estremi,e se non afferri il concetto più ampio del mio discorso ,non è affare mio. Buona serata e mi raccomando...solo i professionisti dell'informazione .

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 15/05/2020 - 19:09

Questo governo si agita tanto ma altro non fa che il gioco dell'avversario. Fan di tutto per mettere in difficoltà o far apparire incapaci i governatori del Nord. Assomigliano sempre più alla morte del cigno. Nel caso sembra la morte dell'oca starnazzante. Sanno d'essere alla frutta e usano tutto il sistema informativo, che è al loro servizio, per stravolgere la realtà. Ricordate l'elezione di Trump o la brexit che tutto il sistema informativo dava per sconfitti??

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Ven, 15/05/2020 - 19:09

Maxy71 Ven, 15/05/2020 - 18:25 Macherina,non museruola! La museruola ce l'hanno data quelli del governo incutendo timore e paura. Provi a leggersi un trattato di virologia o di epidemiologia e vedrà quante altre malattie abbiamo affrontato nei decenni passati senza bisogna di essere imbavagliati dal governo Conte. Stia a casa se ha paura di uscire e la spesa se la faccia portare da un fattorino così non rischia una psicosi da assembramento.

bernardo47

Ven, 15/05/2020 - 19:16

non esistono governatori! esistono Presidenti delle Giunte regionali! e non esistono Premier! esiste Presidente del Consiglio dei Ministri! Usiamo i nostri termini,quelli della nostra Carta e non quelli che non ci appartengono....per favore!

ruggerobarretti

Ven, 15/05/2020 - 19:54

baio57: quel tizio e' uno di quelli che da dietro la finestra sfoga le sue frustrazioni facendo segnalazioni anonime contro i camminatori solitari, privi di museruola. Cane da guardia del regime. Poi per farlo contento mi autodenuncio, si sono un complottista, ora fai la nanna piu' sereno, el mi cocco.

milano1954

Ven, 15/05/2020 - 19:57

Smettetela di inventarvi termini per la megalomania di questa casta:ci sono i presidenti delle regioni, non i governatori, e non c'e' nessun premier ma un presidente del consiglio (che e' un primus inter pares con i ministri che a lui NON rispondono). Questo presidente del consiglio continua a gravemente abusare in chiara incostituzionalita' dei poteri attribuitisi con il decreto del 31 gennaio e adesso replica con un dl generico che impedisce qualsiasi valutazione di merito su proporzionalita'e limitatezza temporale, demandan do le decisioni vere all'ennesimo dpcm. Inoltre e' ovvio che non ci sia nessuna ragionevole proporzionalita', essendo i morti attuali inferiori a quelli di una influenza stagionale, e in quanto a limitatezza temporale, l'allungamento dello stato emergenziale a 1 anno e' del tutto insensato. Sara' interessante vedere chi avra' la coscienza di avallare forzature del genere..