Ferrara, rivoluzione sulle case popolari. Nei primi 157 posti tutti italiani

La graduatoria del Comune di Ferrara, a guida leghista: nei primi 157 posti ci sono famiglie italiane o stranieri con cittadinanza. Il sindaco Fabbri: "Ristabilita l'equità sociale"

Era una delle promesse elettorali della giunta di centrodestra. E alla fine è diventata realtà. Sta già facendo discutere la nuova graduatoria di assegnazione delle case popolari resa nota dal Comune di Ferrara: le prime 157 posizioni, contrariamente al passato, sono finite a famiglie italiane in stato di necessità. "Grazie al nuovo regolamento abbiamo raggiunto un risultato rivoluzionario - dice il sindaco, Alan Fabbri - Grazie all'introduzione della residenzialità storica abbiamo ristabilito una equità sociale che era stata cancellata dai finti buonismi delle amministrazioni Pd e abbiamo garantito il diritto alla casa alle famiglie che da più tempo risiedono nel nostro Comune che erano da anni penalizzate".

La 32esima graduatoria, la prima calcolata sulla base dei criteri previsti dal nuovo Regolamento della giunta a guida leghista, parla chiaro: sulle 746 domande ricevute, le prime 157 posizioni sono occupate da famiglie italiane. Non solo autoctoni, ma anche nuclei di origine straniera che però hanno già acquisito la cittadinanza. Dunque che vivono e lavorano in Italia da diverso tempo. In totale, sono state accolte 259 domande in via definitiva, 473 con riserva e solo 14 quelle escluse. Dal richiedente più giovane del 2001 al più anziano di classe 1936, ad aspirare agli alloggi sono 21 giovani coppie, 119 nuclei monogenitoriali e 13 genitori separati con affido congiunto. Il tasso di richieste arrivate da nuclei italiani, fa sapere il Comune, è passato dal 51% della 31esima graduatoria al 58% di quella odierna. A questa graduatoria, alla fine, saranno destinati 100 alloggi.

L'approvazione del regolamento risale al 2 marzo scorso. "Il criterio della residenzialità storica valorizza chi da più tempo abita nella nostra città, italiano o immigrato che sia, e chi lavora e vive Ferrara contribuendo alla sua crescita e al suo sviluppo - spiega Fabbri - assegnando un punteggio per ogni anno di vita a Ferrara. Oltre a questo abbiamo valorizzato le giovani coppie e i nuclei monogenitoriali, compresi quelli separati con figli, andando incontro a quelle che sono le nuove e reali necessità della popolazione. Abbiamo messo in piedi una rivoluzione dolce che porta con se un significato importante: la casa popolare non deve più essere considerata un servizio dedicato quasi esclusivamente alle famiglie immigrate, ma un servizio a disposizione di tutti, utile alle famiglie come momento di passaggio che sostiene le famiglie nella ricerca di una autonomia economica futura". Tra i criteri anche una sorta di "malus", un punteggio negativo, per chi ha morosità in sospeso e la cancellazione dalla graduatoria per chi rinuncia all'alloggio assegnato senza un motivo valido.

"L’Amministrazione ha cercato di accogliere quante più domande possibile, investendo sull’edilizia residenziale pubblica anche risorse del proprio di bilancio (circa 320.000,00 euro tra il 2019 ed il 2020) per recuperare alloggi vuoti - spiega l'assessore alle Politiche Abitative, Cristina Coletti -. A questa graduatoria, infatti, saranno destinati 100 alloggi alcuni recuperati con le risorse del piano straordinario regionale e altri utilizzando i proventi derivanti dal riscatto delle aree peep messi a disposizione dal Comune". E aggiunge: "Con le associazioni sindacali di recente si è condiviso un protocollo di intesa che porta le politiche abitative in primo piano soprattutto in un momento di crisi economico-sociale come questo e rimane aperta la possibilità per chi non ha presentato la domanda entro il 15 ottobre di farlo in ogni momento accedendo sul portale dell’amministrazione. La 32esima graduatoria approvata oggi 4 gennaio 2021, è provvisoria: si arriverà alla graduatoria definitiva decorso il termine di 30 giorni". Chi non ha ancora consegnato tutti i documenti necessari a confermare i punteggi ha dunque ancora un mese per mettersi in regola.

Non sono ovviamente mancate le polemiche. La diversità di vedute col vescovo di Ferrara, monsignor Perego, un tempo a capo di Migrantes, non è una novità. In pochi infatti si sono sorpresi per il comunicato firmato dall'Arcidiocesi poco dopo la pubblicazione della notizia sulle case popolari. "La Chiesa di Ferrara-Comacchio, che in diversi modi è attenta al problema della casa - si legge - esprime la propria soddisfazione per il fatto che 157 famiglie abbiano ottenuto una casa". Poi la stoccata: "La speranza è che nessuna famiglia che ne aveva diritto sia stata esclusa per ragioni di razza e nazionalità. Se così fosse, il nuovo bando non aiuta a costruire la città di domani che non potrà che vedere convivere persone di diversa provenienza, con nuove risorse ed esperienza di cui ha bisogno il futuro di una città diversamente destinata a morire più che ad attrarre nuove persone e famiglie". All'orizzonte si prevedono anche ricorsi in Tribunale: sul piede di guerra, come riportano i quotidiani locali, ci sono le associazioni Sunia e Asgi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 05/01/2021 - 11:52

ben detto! e ben fatto!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 05/01/2021 - 11:59

Era ora che si cominciasse, seppure molto lentamente, a ritornare un Paese NORMALE

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 05/01/2021 - 12:00

Ahahahahah.evvai lega! Nessun commento dei sinistri?

utherpendragon

Mar, 05/01/2021 - 12:04

naturalmente sua eccellenza i Vescovo di Ferrara accoglie nella sua sontuosa magione frotte di rom , clandestini e pseudopoveri con ISE farlocco

amedeov

Mar, 05/01/2021 - 12:14

Nelle case del vaticano quanti finti profughi ci sono?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 05/01/2021 - 12:17

... io ho qualche dubbio! cosa intendete per italiani? nel nostro paese ci sono almeno tre tipi di italiani quelli autoctoni, quelli arrivati è inglobati e quelli in attesa di essere inglobati!... scommettiamo che se ci mostrate la lista almeno il 50% sono italiani della seconda e terza maniera?

Libertà75

Mar, 05/01/2021 - 12:22

ci voleva un sindaco leghista per una iniziativa di sinistra?

Libertà75

Mar, 05/01/2021 - 12:23

@giovinap, è spiegato perfettamente nell'articolo, scommettiamo che se lei lo legge e riflette, forse lo capisce anche? Non mi dica che non ha la quinta elementare conclusa.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mar, 05/01/2021 - 12:27

Le case popolari devono essere PRESTATE per qualche anno (5) e non diventare definitive dimore. Una sorta di aiuto per un momento difficile fintanto che non ci si rimette in sesto. Solo cosi' le persone si possono impegnare a non vivere solo di aiuti. Ci sono case popolari dove vivono carabinieri, infermieri, impiegati comunali con tanto di fuoristrada.

Ritratto di Trinky

Trinky

Mar, 05/01/2021 - 12:41

Vescovo di ferrara, dia l'esempio, spalanchi le porte dell'Arcivescovado e ospiti i clandestini che gironzolano per la città, faccia assegnare loro gratis tutti gli appartementi che la sua curia possiede......

MammaCeccoMiTocca

Mar, 05/01/2021 - 12:41

Ma non facevano meglio ad escludere gli extracomunitari? Un bel giorno ci arriveremo.

ItaliaSvegliati

Mar, 05/01/2021 - 12:44

Fazizi Razizi....

Indifferente

Mar, 05/01/2021 - 12:58

Oggi brindiamo e godiamoci il risultato. Domani ci penserà il solito magistrato schierato ad annullare tutto. Invasione, meticciato e cancellazione di secoli di storia e cultura sono le basi della nuova società feudale disegnata dalle elite.

Savoiardo

Mar, 05/01/2021 - 13:09

Provvedere ai figli degli altri prima che ai propri Non è cristiano Non è umano ed è contro natura.Caro don Beroglio facci su un pensierino finalmente.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 05/01/2021 - 13:23

libertà75, scusi se la mia ignoranza non è pari alla sua! ma di solito le esternazioni intellettualoidi leghiste non le leggo le "odoro" e spesso puzzano, come il suo commento!

ItaliaSvegliati

Mar, 05/01/2021 - 13:29

Per ripicca i 4 komunisti al governo in 2 anni che restano ci faranno invadere da tutto il mondo pur di continuare con la DITTATURA!!!

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Mar, 05/01/2021 - 13:38

NESSUN PROBLEMA GLI ESCLUSI FARANNO IL RICORSO, LO VINCERANNO (in particolar modo se sono stranieri clandestini) E RITORNERA' TUTTO COME PRIMA

ItaliaSvegliati

Mar, 05/01/2021 - 13:46

@indifferente hai perfettamente ragione, aggiungo solo il colore all'elite: rosso komunista!!!!

ziobeppe1951

Mar, 05/01/2021 - 14:03

giovinappo... sicuramente tu sei quello in attesa di essere inglobato

g.barnes

Mar, 05/01/2021 - 14:21

Il Monsignor pensi alla chiesa che alla città ci pensa il sindaco. Se farà bene sarà riconfermato altrimenti sarà bocciato. Siccome pagano i cittadini ferraresi è giusto che il sindaco risponda ai cittadini e non ai fedeli del Monsignor. Va bene che l'occidente è per sua natura cristiano ma questi preti politicizzati dovrebbero fare altro invece di interessarsi di case popolari.

Ritratto di saggezza

saggezza

Mar, 05/01/2021 - 14:31

è normale che un genitore aiuti prima i suoi figli. o no? le coop sinistre non assumono prima i loro tesserati? ed agevolano prima i loro simpatizzanti nelle loro colossali attività economiche? qual'è il comportamento più razzista?

Malacappa

Mar, 05/01/2021 - 14:34

Niente di strano,Ferrara citta leghista li gli italiani hanno la precedenza su tutto

Libertà75

Mar, 05/01/2021 - 14:48

@giovinap, che digressione intellettuale e di erudita profondità culturale... le chiedo profondamente scusa per aver presunto che lei avesse finito la quinta elementare. Chiedo venia. Il guaio è che poi lei vota, pur non avendo cognizione di causa, né di se stesso. In ogni caso si rallegri, se odora vuol dire che non ha il covid, anche se il livello intellettuale lascia presagire che lei lo abbia passato, sia questo che altri più gravi prima di questo. Buone cose.

anna30554

Mar, 05/01/2021 - 15:04

Non fate i buffoni voi leghisti che facendo cosi svegliati i giudici che stanno dormendo se sanno che e' cosi allora diranno che e' incostituzionale e inquisisce il Sindaco e anzi propongono di rimetterli ai primi posti perche' sono stranieri e hanno la precedenza.

carpa1

Mar, 05/01/2021 - 15:09

All'orizzonte si prevedono anche ricorsi in Tribunale: sul piede di guerra, come riportano i quotidiani locali, ci sono le associazioni Sunia e Asgi.--- Ho l'impressione che ne abbiate dimenticate diverse facenti parte dell'universo ARCIGAY, ANPI, triplice CGIL CISL UIL, SUNIA e compagnia cantante. In ogni caso attendiamo di vedere come sarà sovvertita la grdauatoria in seguito all'inevitabile "intervento" della magistratura, cioè quella di sx, che è l'unica, per definizione, chiamata a valutare questo genere di cose (a dimostrazione che .... senza un totale adeguamento della magistratura alla carta costituzionale, che le assegna come compito l'applicazione e non la personale interpretazione o, peggio, la stesura delle leggi, non si va da nessuna parte e si continua a girare in un circolo vizioso che ingigantisce sempre più burocrazia e malaffare).

Santorredisantarosa

Mar, 05/01/2021 - 16:58

BELLISSIMA NOTZIA DI NATALE. CHE DIO BENEDICA LE PERSONE ONESTE E GIUSTE.

Ritratto di Smax

Smax

Mar, 05/01/2021 - 17:29

Dura minga. Salterà fuori il classico magistrato d’assalto stampo pd che cancellerà tutto.

Ritratto di blues188

blues188

Mar, 05/01/2021 - 17:53

Quando siete giù di morale e la vita sembra senza colori, o avvertite netta l'arrivo della depressione, è il momento di combatterla energicamente: andare a leggervi GIOVINAP e avvertirete un senso di euforia invadere il vostro malandato umore. Ripete la cura anche più volte al giorno (possibilmente prima dei pasti). Non ci sono controindicazioni.

Massimo Bernieri

Mar, 05/01/2021 - 19:03

Faranno ricorso a qualche TAR,la Consulta lo giudicherà anticostituzionale e tutto tornerà come prima !

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 06/01/2021 - 10:16

"Ma un servizio a disposizione di tutti"...la frase non è completa, manca: "gli italiani", cioè, quelli che pagano le tasse e quindi anche la costruzione delle case popolari. Per troppi anni siamo stati (e lo siamo tuttora) ostaggio delle autolesioniste politiche dei comunisti. E' l'ora di riacquistare le nostre posizioni. Fuori i comunisti dal territorio nazionale!

giancristi

Mer, 06/01/2021 - 10:28

Benvenuta la residenzialità storica! Chi abita da più lungo tempo a Ferrara deve avere la precedenza! Il vescovo? Lo ascoltano in pochi. La maggioranza è d'accordo con la Lega.

maurizio50

Mer, 06/01/2021 - 10:29

Mi associo a quanto detto da Smax e da Massimo Bernieri. Il PD e compagnia non si adegueranno e faranno mille opposizioni e ricorsi fino a trovare un Giudice , della loro fazione, che annullerà tutto. Il PD è il Partito delle scelte anti Italiane e farà tutto secondo tradizione!!!

killkoms

Mer, 06/01/2021 - 11:48

tranquilli!i sinistri si stanno già attivandosi per affossare (manu judiciari) tale norna perché "favorisce gli italiani"!

killkoms

Mer, 06/01/2021 - 11:55

koerentia,meglio quelli che i roms che vi ricreano l'ambiente dei loro campi!

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 07/01/2021 - 10:33

blues188 grazie dell "belle" parole... a proposito di umore, quello in foto al nick sei tu al naturale?... ti descrive a puntino! ah ah ah!