Firenze, arrestato 70enne: abusi sessuali su una bimba di 11 anni

L'anziano era riuscito ad ottenere la completa fiducia dei genitori della piccola. Dopo aver riaccompagnato altri bambini di cui si occupava, il 70enne abusava della minore, offrendole addirittura dei soldi per comprare il suo silenzio

È finito agli arresti domiciliari un uomo di 70 anni residente a Firenze accusato di aver commesso abusi sessuali nei confronti di una bimba di soli 11 anni. Stando alle accuse, l'anziano aveva elargito anche del denaro alla piccola, sicuro di riuscire in questo modo a comprare il suo silenzio.

Il fermo, stando a quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, è stato eseguito durante la mattinata di ieri, giovedì 13 febbraio, dai carabinieri della compagnia di Firenze, che hanno reso effettivo il provvedimento emesso dal giudice per le indagini preliminari.

Secondo quanto emerso dall'attività investigativa condotta dagli uomini dell'Arma, i fatti contestati risalgono all'autunno dello scorso 2019. L'uomo era riuscito a guadagnarsi la completa fiducia dei genitori della bambina, così da poter restare da solo con lei. Presentatosi come un anziano impegnato nel volontariato, il 70enne si era proposto di accompagnare la piccola a scuola e di riportarla a casa dopo le lezioni, insieme ad altri bambini di cui si occupava. Non nutrendo alcun dubbio in merito alle sue intenzioni, la famiglia della giovane vittima aveva acconsentito, senza minimamente immaginare che cosa sarebbe accaduto alla piccola.

Durante uno dei pomeriggi trascorsi insieme all'anziano, che talvolta badava ai bambini portandoli al parco dopo l'orario scolastico, la minorenne era stata infatti vittima di violenza sessuale. L'orco aveva atteso di restare da solo con l'11enne, prima di colpire. Riaccompagnati a casa gli altri bambini di cui si occupava, aveva portato la piccola in un luogo appartato per poi commettere abusi sessuali su di lei. Baci e palpeggiamenti nelle parti intime, si legge nei verbali redatti al termine delle investigazioni, che hanno portato alla gravissima accusa di violenza sessuale su minore.

Pare inoltre che il 70enne abbia tentato di comprare il silenzio della piccola, offrendole dai 5 ai 10 euro. Una “precauzione” rivelatasi poi inutile, dato che la bambina si è fortunatamente confidata con la madre, raccontandole quanto le era accaduto. Da qui la denuncia alle autorità locali, e le indagini dei carabinieri di Firenze, coordinati dal pubblico ministero Giacomo Pestelli. L'attività investigativa ha presto portato alla luce una serie di violenze commesse dal 70enne nei confronti della piccola, a partire dall'autunno 2019.

Ieri mattina, dunque, l'arresto, come disposto dal gip del tribunale fiorentino Silvia Romeo. L'anziano è ristretto ai domiciliari, a disposizione dell'autorità giudiziaria ed in attesa di processo.