Firenze, magrebino non rispetta fila alla Lidl e aggredisce vigilante

Stanco di aspettare il proprio turno per accedere al supermercato e totalmente incurante delle norme di sicurezza emanate per rallentare la diffusione del Coronavirus, lo straniero ha cercato di superare la fila per poi scagliarsi contro il vigilante che gli chiedeva di tornare al proprio posto

Momenti di forte tensione nel corso della giornata dello scorso martedì dinanzi ad un centro commerciale di Firenze, dove un cittadino straniero, stanco di aspettare il proprio turno per entrare all'interno del negozio, ha dato letteralmente in escandescenze, arrivando a scagliarsi contro un vigilante che cercava di riportarlo all'ordine. Fuggito subito dopo l'aggressione, il soggetto non sarebbe ancora stato rintracciato.

I fatti, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si sono verificati durante il pomeriggio dello scorso martedì 10 marzo di fronte al supermercato “Lidl” di Novoli, quartiere nella zona nord-ovest di Firenze. Come previsto dal Dpcm emanato dal Governo per contrastare la diffusione del Coronavirus, i clienti erano stati inviatati dal personale ad aspettare il proprio turno in fila ed a distanza di sicurezza, prima di poter accedere in piccoli gruppi ai locali dell'esercizio commerciale e fare la spesa. Qualcuno, tuttavia, ha preferito ignorare le norme vigenti. Determinato ad entrare subito all'interno del supermercato e stufo di starsene in fila come tutti gli altri, un nordafricano ha cominciato a protestare. Abbandonato il suo posto, ha quindi superato le persone davanti a lui per dirigersi a passo spedito verso le porte scorrevoli del negozio.

Immediate le proteste degli altri clienti, che hanno subito richiamato l'attenzione del vigilante addetto ai controlli. La guardia ha raggiunto lo straniero e gli ha pertanto chiesto di fare ritorno al suo posto, spiegandogli nuovamente le procedure di sicurezza da rispettare in questi giorni di piena emergenza. Tutto inutile. Incurante delle norme emanate dal Governo per evitare assembramenti e furioso per essere stato lasciato fuori ad aspettare, il magrebino si è rifiutato di ascoltare il vigilante, arrivando addirittura ad aggredirlo. In quei momenti concitati, infatti, la guardia giurata è stata spintonata con violenza e colpita al petto, riportando anche delle ferite.

Qualcuno ha ovviamente contattato le forze dell'ordine per denunciare l'accaduto e lo straniero, compreso di trovarsi nei guai, si è immediatamente dato alla fuga, riuscendo a far perdere le proprie tracce. Ricevuta la segnalazione, gli agenti della questura di Firenze hanno immediatamente raggiunto via Baracca, dove si trova il supermercato. Con loro, anche i sanitari del 118, i quali hanno provveduto a medicare il vigilante, che ha preferito non farsi trasportare in ospedale. Nonostante l'aggressione subita, l'uomo, un 47enne, non ha fortunatamente riportato serie lesioni. Ancora nessuna traccia, invece, dello straniero.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Gio, 12/03/2020 - 15:07

la vigilanza dei supermercati devono essere muniti di taser. la gente inzia a svalvolare

venco

Gio, 12/03/2020 - 15:57

Ma a Firenze piacciono i migranti, han sempre votato per loro.