Firenze, scontro a sangue tra due pusher marocchini con precedenti per droga

Alla Fortezza da Basso due spacciatori nordafricani si sono scontrati in un duello all’ultimo sangue, seminando panico tra i passanti con scene da far west.

Botte, sangue, grida, violenza fisica e tutto per la droga. Alla Fortezza da Basso due nordafricani si sono scontrati in un duello all’ultimo sangue, impaurendo i passanti con scene da far west. Il complesso con l’enome parco, a due passi dal duomo di Firenze conferma, ancora una volta, di essere ormai diventato una delle piazze di spaccio più pericolose del capoluogo toscano. Centro di compravendita di sostanze stupefacienti gestito degli immigrati spacciatori dove le aggressioni sono all’ordine del giorno, come abbiamo raccontato nei giorni scorsi.

É succeso di nuovo, all’alba di domenica. Quando due uomini marocchini e con precedenti legati alla droga e al reato contro la persona, sono stati fermati dalla polizia in gravissime condizioni. Secondo le ricostruzioni degli agenti, tra i due sarebbe scattata una furiosa lite, si presume per debiti legati alla droga. Niente ha fermato l’ira dei due connazionali che hanno iniziato a colpirsi senza sosta con pugni, bottiglie di vetro e coltelli. Salvati dal 118 i due - come riporta La Nazione - sono stati portati negli ospedali di Santa Maria Nuova e Careggi dove i medici sono dovuti intervenire d’urgenza a causa delle gravi lesioni. Per il primo: trauma cranico e facciale con frattura ossea del naso, ferite multiplo laterocervicali e una profonda ferita al gomito destro. Secondo i medici le ferite potranno guarire in venti giorni. Mentre l’avversario, colpito dal coltello all’avambraccio sinistro è stato curato per un trauma cranio-facciale, ferite nella parte frotale del capo e trauma contusivo al collo. I carabinieri del comando stazione intervenuti insieme ai colleghi della radio mobile e la polizia municipale dopo aver effettuato gli accertamenti hanno fatto scattare la denuncia d’ufficio. Resa possibile grazie alle gravi lesioni riscontrato sui corpi dei due uomini.

Poteva essere un omicidio e se nessuno fosse intervenuto saremmo forse stati nuovamente di fronte ad una morte per motivi di droga. Una situazione allarmante che vede la città del rinascimento sprofondare nel baratro dell’illegalità e salire così sul podio - come riportano i dati aggiornati di GeOverdose.it - tra le città con il maggior numero di decessi da sostanze stupefacienti. Un degrado che sembra inarrestabile per il Comune a guida dem. Intanto gli irregolari continuano ad espandere il loro busines seminando panico tra i cittadini e occupando intere zone della città.

Commenti

VittorioMar

Mar, 26/11/2019 - 13:40

...BENE !...si prepara la STRADA in DISCESA per il Centro-Destra....!!

ilrompiballe

Mar, 26/11/2019 - 15:43

Mi raccomando, abbiatene cura : sono risorse. Pubblicità per la Lega anche in Toscana.

Libertà75

Mar, 26/11/2019 - 17:09

la colpa è nostra che non abbiamo saputo dividere le aree di spaccio?