Colpi di moschettone e fratture, violenta rissa tra stranieri: paura in stazione a Firenze

Da una lite per un cellulare i due stranieri sono passati presto alle mani, scontrandosi in mezzo ai passanti. Accorsi sul posto, gli agenti della questura li hanno trovati a terra: entrambi sono rimasti gravemente feriti

Momenti di forte tensione durante la serata della scorsa domenica a Firenze, in pieno centro storico, dove si è verificata una violenta rissa fra cittadini stranieri, che si sono scontrati dinanzi agli occhi esterrefatti di numerosi passanti. La situazione è degenerata a tal punto che i due extracomunitari sono arrivati a ferirsi anche in modo grave.

L'episodio, secondo quanto riportato dai quotidiani locali, si è verificato intorno alle ore 20:00 nel piazzale che si trova nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, quotidiana meta di numerosi viaggiatori e turisti.

Tutto ha avuto inizio quando un 32enne originario della Nigeria ha bloccato un marocchino di 27 anni, accusandolo di avergli rubato il cellulare alcuni giorni prima. Certo che il telefono che il magrebino stringeva in mano in quel momento fosse il suo, il nigeriano ha immediatamente cercato di riprenderselo, dando origine ad un'accesa discussione che è stata presto notata dai passanti.

Dalle urla e gli insulti, i due stranieri sono presto passati al vero e proprio scontro fisico, attaccandosi con calci, pugni e spintoni. La situazione è quindi velocemente degenerata, tanto che ad un certo punto il marocchino ha afferrato un moschettone di metallo trovato abbandonato per terra e lo ha utilizzato per attaccare e ferire il rivale. Colpito in pieno volto, il nigeriano ha reagito con altrettanta violenza, pestando il nordafricano fino ad arrivare addirittura a fratturargli la mandibola.

Una scena allucinante, che ha messo subito in allarme quanti si sono ritrovati, loro malgrado, ad essere testimoni dello scontro. Qualcuno ha pertanto provveduto a contattare le forze dell'ordine locali ed a richiedere il loro immediato intervento.

Gli agenti della questura di Firenze si sono precipitati sul posto, raggiungendo il piazzale della stazione e trovando i due contendenti stesi a terra, a breve distanza dalla zona nella quale vengono posteggiati i taxi. Insieme alle due volanti della polizia, anche i sanitari del 118, che hanno caricato entrambi gli extracomunitari in ambulanza per trasportarli in ospedale.

Giunti al pronto soccorso del Santa Maria Nuova di Firenze, i due sono stati sottoposti ad accertamenti ed hanno ricevuto le cure mediche necessarie. Con una seria frattura della mandibola, il marocchino dovrà restare alcuni giorni ricoverato presso la struttura ospedaliera. Il nigeriano, invece, ha ricevuto una prognosi di 30 giorni per una frattura riportata alla mano.

Il magrebino, personaggio con precedenti di polizia, è stato deferito per il reato di lesioni aggravate, mentre il 33enne nigeriano ha ricevuto una denuncia per esercizio arbitrario delle proprie ragioni e lesioni personali.

Commenti

dagoleo

Mar, 21/01/2020 - 17:22

fiorentini non vi preoccupate sono preziose risorse che scherzano tra loro, talvolta forse troppo vivacemente. state tranquilli il vostro amato sindaco ha tutto sotto controllo.