Foggia, ingerisce droga: bimba di un anno in coma, indagati genitori

I carabinieri hanno già condotto le prime perquisizioni nella roulotte dove la piccola vive coi genitori, ma attendono la conferma degli esami tossicologici per poter procedere. La bimba è in gravissime condizioni

Una bimba di solo un anno si trova ricoverata in gravissime condizioni nell'ospedale di Foggia dopo aver ingerito delle sostanze stupefacenti, presumibilmente cannabinoidi.

Questo il sospetto fin dal primo momento del personale sanitario degli Ospedali Riuniti, dove la piccola è stata portata dai genitori durante la tarda serata di ieri. Le condizioni della bambina erano apparse fin da subito disperate, nonostante l'immediata assistenze fornitale al pronto soccorso.

Ad indagare sono i carabinieri, che ora attendono gli esiti degli esami tossicologici per avere una conferma definitiva dei sospetti dei sanitari. I militari hanno tuttavia già dato inizio a dei controlli all'interno della roulotte dove la piccola vive coi genitori in località Incoronata, zona alla periferia di Foggia. Questi ultimi, un 39enne ed una 34enne, sono dei nomadi di nazionalità croata già noti alle forze dell'ordine.

Stando alle ultime notizie, nel caravan non sarebbe stata rinvenuta della droga. Tuttavia i militari avrebbero recuperato strumenti ritenuti compatibili con le attività di preparazione e confezionamento della stessa.

Mentre le indagini vanno avanti a ritmo serrato, la piccola si trova in rianimazione e lotta tra la vita e la morte.