Francesco Bellomo è stato destituito ma insegna ancora

Francesco Bellomo, destituito dall'Adunanza del Consiglio di Stato, continua ad insegnare: "Che problema c'è?"

Francesco Bellomo è stato destituito, ma ibnsegna ancora. Lo fa negli hotel, come sempre prima che la bufera si abbattesse su di lui e sulla sua "Diritto e Scienza", la scuola per aspiranti magistrati in cui venivano sottoposti contratti "particolari" alle borsiste, tra minigonne, tacchi alti e divieto di materimonio.

"Io con lei non parlo. Continuo a insegnare, sì. Qual è il problema?", dice Bellomo al cronista della Stampa che si è "infiltrato" in un albergo poco fuori dal centro della Capitale. All'Holiday Inn Eur Parco dei Medici, infatti, secondo il giornalista " erano in tante a seguire le sue parole e a prendere appunti con abiti attillati e tacchi alti". "Non ho minimamente intenzione di parlare con lei, quindi può anche andare", dice Bellomo. E ancora: "Aspettate alcuni giorni e vedrete. Ci saranno delle sorprese. Abbiate solo un po' di pazienza".

Di certo per adesso si sa che Bellomo, considerato da molti un "genio" nel suo campo, è stato destituito dalla giustizia amministrativa con un voto quasi unanime (un solo astenuto) dell'Adunanza del Consiglio di Stato. Bellomo farà ricorso al Tar, ma intanto deve vedersela con tre inchieste aperte da altrettante Procure che vogliono vederci chiaro su quel dress code imposto alle borsiste e le rivelazioni sulla vita privata di alcune di loro finite nella rivista della scuola.

Gli aspiranti magistrati al momento, però, non sembrano curarsene poi molto di quanto successo. "A me non interessa ciò che fa Bellomo. È considerato un genio del diritto e il mio obiettivo è solo quello di passare questo concorso", spiega una ragazza al cronista della Stampa. E un'altra: "Credo che sia tutto vero. Ma a me non interessa. Come può vedere sono vestita in modo normale. C' è un' ampia libertà di scelta. Chi vuole vestirsi in quel modo lo fa".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

tonipier

Mar, 23/01/2018 - 10:53

" SONO TUTTI COINVOLTI?" Come uscire dal tunnel delle degenerazione "ISTITUZIONALI?" Gli efori, magistrati scelti od eletti per sommi meriti a vigilare sugli organi dello Stato, sulla corretta ed imparziale applicazione delle leggi, avevano concorso decisamente a determinare nell'antica Sparta il trionfo della virtù pubblica, a fare dei cinque villaggi che costituivano la città-stato modello irrepetibile di rigore istituzionale e di ordine pubblico...simile.... a quello nostro pieno di marpioni. Lo Stato deve tendere essenzialmente alla prevenzione degli errori e degli illeciti...piuttosto che preoccuparsi di correggerli e ripararli con gli stessi scienziati di bella vita, furbacchioni. In questo caso sta il grande merito della intuizione istituzionale di Licurgo.

adal46

Mar, 23/01/2018 - 13:21

... insegnerà la modestia alle fanciulle....!

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Mar, 23/01/2018 - 13:44

Un in versione Fonzie,e dalla fisiognomica asai ambigua. Benchè fuori dalla Magistratura,tiene ancora corsi propedeutici di preparazione ad aspiranti magistrate liete di mostrarsi in minigonna e tacchi a spillo.......??!?!?!?! Nel Paese di Pulcinella è tutto nella norma ovviamente......

rossini

Mar, 23/01/2018 - 13:45

"A me non interessa ciò che fa Bellomo ... il mio obiettivo è solo quello di passare questo concorso", dice la ragazza intervistata. E come si fa a passare il concorso? È facile se Bellomo, servendosi di una sfera di cristallo o di un algoritmo o di una seduta spiritica, riesce a farti conoscere in anticipo le tracce dei temi. Tu quelle tracce te le prepari con comodo a casa e poi le copi. Questo è quello che conta. E se per ottenere questo risultato si deve fare un piacerino al Consigliere, che vuoi che sia?

petra

Mar, 23/01/2018 - 13:45

E' come per le maestre che picchiano i bambini e quelle che maltrattano gli anziani. Le sospendono, poi le spostano.

timoty martin

Mar, 23/01/2018 - 14:18

Perchè dobbiamo assistere ad un tale degrado della giustizia? delle istituzioni?

Massimo Bocci

Mar, 23/01/2018 - 15:23

Se insegna??? Cosa??? Come si bazzica un bordello vuol dire che ci sono allievi e allieve che amano il botdellain di regime, soldi facili di regime!!! Fatti con poca fatica, in fondo sono 70 anni che è così nei palazzacci non si fa altro,che prendere per i fondelli giustizia, giustiziati e soprattutto quei malcapitati gli Italioti che certe cose le vedono fare a nome loro.